News

0 1 dicembre 2017

Convegno pubblico

L’Anziano. Protagonista della rete

Lunedì 27 Novembre – ore 18,00 Auditorium Biblioteca Gambirasio – Seriate, Via Italia 58

Bravissimi i relatori. Ognuno ha saputo proporre spunti di riflessione di straordinaria profondità in modo chiaro, semplice, logicamente sequenziale, coerente. Tutti insieme hanno disegnato un quadro della realtà che per la prima volta, nella storia dell’Umanità, si sta palesando: una società dove gli anziani sono numericamente maggiori dei giovani. Opportunità e problemi per loro e per tutta la comunità. Un mondo nuovo, mai conosciuto prima, rispetto al quale non siamo preparati. Dobbiamo imparare. Tutti. Non sono mancati gli spunti di riflessione anche su questo: cosa e come dobbiamo imparare. Quando dobbiamo cominciare a farlo.   Documenti: 27.11.2017 – Convegno “L’Anziano. Protagonista della rete” – Locandina 27.11.2017 – Convegno “L’Anziano. Protagonista della rete” – Introduzione ai lavori 27.11.

0 4 ottobre 2017

Incontro pubblico Vaccinazioni. Una scoperta per la vita.

Seriate, Sede Politerapica – Via Nazionale 93 Lunedì 25 Settembre 2017 – Ore 15,00

  Le vaccinazioni sono un tema attualissimo, discusso ogni giorno da molti, non sempre compreso da tutti. Non manca la confusione mentre sono ormai in corso le procedure per adempiere ai recenti obblighi di legge. Soprattutto comincia ad essere sempre più chiara la necessità di un’adeguata profilassi vaccinale per la salute dei bambini. Molte le domande che in tanti hanno posto durante l’incontro. Molti i dubbi per i quali hanno chiesto chiarimenti. Si è parlato in modo sereno e serio. Sono state fornite informazioni corrette e indicazioni pratiche sulle vaccinazioni, in modo semplice e chiaro anche se rigoroso nei contenuti. Poco più che una chiacchierata per parlare di Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale, Calendario vaccinazioni e richiami, Vaccinazioni nell’adulto e nel lavoratore, Controindicazioni ed effetti collaterali e soffermarci un po’ anche sul tema così ricorrente della Meningite.   Documenti: 25.9.2017 – Incontro pubblico “Vaccinazioni. Una scoperta per la vita” – Locandina Medicina sportiva.
Quando è obbligatorio il certificato medico?

0 4 agosto 2017

Articolo del Dott. Davide Mazzoleni L’articolo che segue sulla certificazione alla pratica di attività sportiva agonistica e non agonistica è stato messo cortesemente a disposizione dal Dott. Davide Mazzoleni, medico chirurgo, specialista in Medicina dello Sport. Il Dott. Mazzoleni svolge da molti anni un’intensa attività libero/professionale nell’ambito della medicina sportiva, in provincia di Bergamo, dove è ormai riconosciuto come professionista serio e qualificato.


Certificato medico sportivo: quando è obbligatorio e quando non lo è? Quanti dubbi? Chiunque pratichi attività sportiva a qualsiasi livello, agonistico o non agonistico, si sarà sicuramente trovato di fronte alla richiesta di presentare il “certificato medico” per poter partecipare alle attività. Molto probabilmente, però, avrà avuto qualche dubbio e qualche domanda sulla reale obbligatorietà di questa certificazione, su dove recarsi per ottenerla e quale sia il medico autorizzato a rilasciarla. Proviamo a fare un po’ di chiarezza, tanto più che a breve, immediatamente dopo la pausa agostana, come è ormai tradizione, osserveremo l’impennata della ripresa delle attività sportive. Per gli sportivi che svolgono attività agonistica, i dubbi sono pochi. Il Decreto Ministeriale che disciplina questa categoria risale al 18 Febbraio 1982: è passato quindi ab

0 4 luglio 2017

Articolo del Dott. Oreste Risi L’articolo che segue sull’eiaculazione precoce è stato messo cortesemente a disposizione dal Dott. Oreste Risi, medico chirurgo, specialista in Urologia e in Chirurgia Pediatrica. Da molti anni, il Dott. Risi ha focalizzato la sua attività nello studio, prevenzione e cura delle problematiche del pavimento pelvico, accreditandosi a livello nazionale e internazionale come professionista di riferimento in questo ambito.


L’EIACULAZIONE PRECOCE L’eiaculazione precoce è, tra i disturbi sessuali maschili, quello più difficile da definire. Per semplificare, possiamo parlare di eiaculazione precoce quando c’è una difficoltà stabile e persistente nel controllo volontario dell’eiaculazione, cosicché questa arriva in seguito a una minima stimolazione e prima che il soggetto lo desideri, spesso prima che la partner abbia raggiunto l’orgasmo. Secondo una delle definizioni più diffuse di questo disturbo, “l’eiaculazione è precoce quando si verifica prima che la persone lo desideri, a causa di una resistente e persistente assenza di ragionevole controllo volontario dell’eiaculazione e dell’orgasmo durante l’attività sessuale”. I dati numerici riferiti ai soggetti che ne soffrono, in termini di prevalenza, sono piuttosto importanti: 20-30% nei maschi nel mondo (USA 24%, Germania 20,3%). In Italia

0 6 giugno 2017

L’‟Incontinenza urinaria è un problema per molti bambini, ma solo pochi riescono a parlarne liberamente. La condizione, invece, produce un grave disagio e per questo deve essere affrontata presto, sapendo che le strategie terapeutiche sono disponibili e le possibilità di risoluzione elevate”. Abbiamo chiesto al Dott. Mario De Gennaro la cortesia di pubblicare sul nostro sito e sulla nostra newsletter un suo articolo sull‟incontinenza urinaria pediatrica per poterne meglio comprendere cause, segnali, modalità diagnostiche e terapie. Si tratta di un articolo scritto per la rubrica “Il punto di vista” del sito www.siud.it della SIUD – Società Italiana di Urodinamica. Il Dott. De Gennaro e il Consiglio Direttivo della SIUD hanno cortesemente autorizzato la pubblicazione e noi lo riportiamo qui di seguito. L’intero articolo è disponibile nel file allegato: Incontinenza urinaria pediatrica – Dott. Mario De Gennaro

0 6 maggio 2017

Articolo del Dott. Sergio Clarizia L’articolo che segue sulla salute respiratoria del bambino è stato messo cortesemente a disposizione dal Dott. Sergio Clarizia, medico chirurgo, specialista in Pediatria a indirizzo Neonatologico e in Anestesia e Rianimazione. Nel corso della sua lunga attività professionale, in importanti Istituti nazionali e internazionali, il Dott. Clarizia ha maturato una importante esperienza come Pediatra, Anestesista Pediatrico e esperto di Allergologia.


LA SALUTE RESPIRATORIA DEL BAMBINO Le infezioni respiratorie sono malattie molto comuni nei primi anni di vita del bambino e sono legate sia alla fisiologica immaturità del sistema immunitario, sia alla peculiare struttura anatomica e funzionale delle vie aeree ancora in via di sviluppo. Ulteriori fattori predisponenti sono l’affollamento, inteso come numero di fratelli, densità abitativa domestica e frequenza di comunità chiuse, l’esposizione a fumo passivo, l’eccessivo riscaldamento domestico o microclimi troppo secchi o umidi (<25% o >60% di umidità). Generalmente il sesso maschile è più colpito di quello femminile. Nella maggior parte degli episodi infettivi sono interessate le alte vie aeree (naso, faringe, laringe), mentre le basse vie aeree (trachea, bronchi, bronchioli, alveoli) sono coinvolte in meno del 20% dei casi, anche se spesso

0 24 novembre 2016

Tavola rotonda

La Salute della Donna. Un universo complesso. Non basta uno specialista. Fondazione Credito Bergamasco – Sala Traini Bergamo Via S. Francesco d’Assisi, 4 Giovedì 10 Novembre 2016 – ore 18,00

  La donna è una! Una persona nella sua interezza. Non è il suo apparato ginecologico, le sue vene, la sua tiroide, i suoi malesseri: è un individuo, unico e intero, che ha bisogno che ginecologo, endocrinologo, angiologo, psicologo, ostetrica e qualunque altro professionista della salute, lavorino insieme, intorno a lei, in modo coordinato e con un unico filo conduttore. Non più lei che gira da un professionista all’altro ma i professionisti che la tengono al centro. Insomma, una a persona con la necessità di essere considerata in modo globale, non “a pezzi”. Sette professionisti della salute hanno discusso tra loro e col pubblico, sull’approccio multidisciplinare e integrato, quale unico modello efficace per occuparsi di salute anche al femminile: ginecologa, endocrinologa, dietologo, chirurga vascolare, psicologa, ostetrica, pediatra. Un pubblico molto attento che ha partecipato attivamente alla tavola rotonda fino alla sua conclusione, sollevando domande, c

0 17 maggio 2016

Articolo del Dott. Giambattista Manna L’articolo che segue sui Nei o Nevi – quando sono pericolosi, come si controllano, come si curano – è stato messo cortesemente a disposizione dal Dott. Giambattista Manna, medico chirurgo, specialista in Dermatologia.


IL CONTROLLO DEI “NEI” I “nei” (o per meglio dire nevi, termine più corretto e che si ritrova infatti sui referti delle visite dermatologiche) rappresentano uno dei principali motivi di accesso agli ambulatori dermatologici, per sospetto specifico sulla loro natura o per controllo periodico. La famiglia dei nevi è molto ampia: con questo termine vengono infatti indicate lesioni diverse. È quindi necessario specificare che quelli normalmente soggetti a confronto e valutazione nell’ottica di una diagnosi precoce del melanoma, ovvero il tumore che può “mascherarsi” da nevo, sono i nevi melanocitici. Essi sono per l’appunto composti da melanociti, ovvero da quelle stesse cellule che si ritrovano, con una distribuzione uniforme, in tutta la pelle e che sono responsabili della pigmentazione cutanea e della protezione dai raggi solari. Queste cellule infatti producono melanina, il pigmento che “filtrando” i raggi UV, funziona verso di essi come uno schermo naturale a vantaggio delle strutture anatomiche sottostanti. Nei nevi melanocitici si ritrova una concentrazione maggiore di melanociti ed una loro dis

0 4 aprile 2016

L'”Ambulatorio di Medicina dei Viaggi – Consulenza vaccinale e somministrazione vaccini” di Politerapica si rivolge a tutti coloro che necessitano di essere sottoposti a profilassi vaccinale prima di un viaggio, per ragioni di lavoro o per sicurezza personale. E’ un’attività aperta a chiunque e fondata sui principi di Medicina Vicina: professionisti qualificati a disposizione dei cittadini, senza liste di attesa e a condizioni di accesso particolarmente favorevoli. I vaccini praticabili presso l’Ambulatorio di Medicina dei Viaggi di Politerapica, le caratteristiche delle malattie per la cui profilassi sono indicati e le loro modalità di somministrazione sono brevemente descritti qui di seguito.


  Anticolerica orale (Dukoral) Il colera è un’infezione dell’intestino tenue da parte di alcuni ceppi del batterio gram-negativo, a forma di virgola, Vibrio cholerae o vibrione. La condizione può presentarsi senza alcun sintomo, in forma lieve o grave. Il sintomo classico diarrea profusa, spesso complicata con acidosi, ipokaliemia, crampi muscolari e vomito, che dura un paio di giorni. La diarrea può essere così grave che può portare in poche ore ad una grave disidratazione e squilibrio elettrolitico. Questo può comportare occhi infossati, pelle fredda, diminuita l’elasticità della cute e rughe delle mani e dei piedi

0 4 aprile 2016

L’articolo che segue sulla Febbre gialla è stato messo cortesemente a disposizione dal Dott. Alberto Canciani, Assistente Sanitario, coordinatore del Centro di Profilassi Internazionale, ATS (già Asl) di Milano, che collabora con Politerapica, nell’ambito di Medicina Vicina, come curatore dell’Ambulatorio di Medicina dei Viaggi – Consulenza vaccinale e somministrazione vaccini. Presso la ATS di Milano, il Dott. Alberto Canciani è impegnato a tempo indeterminato, occupandosi in particolare di: counselling, ambulatorio vaccinale, controllo qualità cartelle, approvvigionamento vaccini e aggiornamento sito aziendale. Pur essendo la Febbre gialla l’unica malattia per la quale non vengono somministrati vaccini in Politerapica, abbiamo ritenuto di dedicarle dello spazio, considerate le particolarità di questa patologia.


FEBBRE GIALLA La febbre gialla è una malattia infettiva, virale causata da un Flavivirus trasmesso all’uomo da una zanzara del genere Aedes Aegypti che è presente sia in ambiente rurale che in ambiente urbano, in diversi continenti. La febbre gialla è una febbre emorragica virale che viene trasmessa da zanzare infette. Sono descritti tre cicli diversi di attività del virus e di modalità trasmissiva: una selvatica, una intermedia e una urbana. I tre tipi esistono in Africa, ma in Sud America si riscontrano solo il tipo selvatico e urbano dell’infezi