XIII Giornata dell’Incontinenza:
visite e informazione in provincia di Bergamo.

0 15 giugno 2018

Politerapica di Seriate e Ospedale di Treviglio, insieme a FINCOPP Lombardia, in campo per combattere l’incontinenza nella settimana del 28 Giugno, XIII Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’Incontinenza. 5.000.000 di persone, in Italia, soffrono di incontinenza, anche in giovane età. 3.000.000 sono donne e 2.000.000 sono uomini, molti dei quali hanno subito un intervento alla prostata, senza riabilitazione. Poi, ci sono gli altri disturbi del pavimento pelvico: ritenzione, stipsi, vescica iperattiva, prolassi, dolore pelvico cronico. Un segreto da non rivelare a nessuno, un motivo di vergogna, un vero stigma sociale. Spesso da tenere nascosto anche al medico. Eppure, nella maggioranza dei casi, l’incontinenza e i disturbi pelvici si curano. E quasi sempre con la terapia riabilitativa. A questo è dedicata la “Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza”, voluta dal Ministero della Salute e promossa dalla FINCOPP – Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico, giunta quest’anno alla tredicesima edizione. Molte le iniziative in provincia di Bergamo: Visite e valutazioni gratuite – Su prenotazione

  • Martedì 26 Giugno – dalle ore 14.00, in Politerapica a Seriate Visite e valutazioni ginecologiche con la Dott.ssa Silvia Nozza

0 7 maggio 2018

Si stima siano 5.000.000 le persone che, in Italia, soffrono di incontinenza. Di queste, il 60% sono donne. Uno studio inglese del 2005, stima che ne siano affette il 27% delle persone tra i 55 e i 64 anni, un’età sicuramente ancora giovane nella nostra Società. E stiamo parlando solo di incontinenza urinaria, abbiamo poi: ritenzione, prolassi, dispareunia, dolore pelvico cronico, stipsi, dissinergismo evacuativo… tutti quei problemi che riguardano il pavimento pelvico e che così pesantemente incidono sulla qualità della vita delle persone di ogni età! Numeri notevoli, dunque, che, da soli, dovrebbero portare a riflettere sulle dimensioni del problema ma più ancora sulla non “unicità” di chi ne soffre. Non siamo di fronte ad una condizione eccezionale, meno ancora ad una “menomazione” che riguarda pochi. L’incontinenza è un tema molto diffuso che trova spesso ragioni nella fisiologia umana. Un tema che, per le sue stesse caratteristiche e le sue dimensioni, produce terribili impatti umani, sociali e economici. L’impatto umano di chi ne soffre e ne sente tutto il peso: disistima personale, vergogna, paura di puzzare, di essere riconosciuto, senso di perdita di controllo sulle funzioni base dell’organismo, con conseguenti modifiche di abitudini di vita, problemi nelle relazioni familiari e personali, limitazione o cessa