fbpx

Categoria: Archivio Newsletter

27 Ottobre 2021
Corso di Primo Soccorso pediatrico

Parte il corso di Primo Soccorso pediatrico in Politerapica. Sono due incontri per imparare ad affrontare con serenità e lucidità gli eventuali guai del nostro piccolo. Il corso è diviso in una parte teorica e in esercitazioni pratiche.

Scarica il volantino del corso: Volantino corso primo soccorso – Autunno 2021

Corso di Primo Soccorso pediatrico

Il corso è rivolto a genitori, nonni, zii, baby sitter e a chiunque si curi di bambini. Frequentando il corso non diventeranno specialisti di medicina di urgenza. Porteranno a casa informazioni utili su come affrontare problemi e incidenti nella vita quotidiana. Compreso il caso di ingestione di un corpo estraneo. Tra i temi trattati, infatti, c’è anche quello delle manovre di disostruzione delle vie aeree.

Durante i due incontri, si porrà attenzione sulla prevenzione degli incidenti e sulle tecniche base di primo soccorso. Insieme a queste, come già detto, si affronterà il tema della disostruzione delle vie aeree e quello della rianimazione cardio polmonare. Anche con esercitazioni pratiche. Per queste verranno usati manichini certificati.

Il corso di primo soccorso pediatrico è tenuto dal Dott. Paolo De Lia, infermiere e istruttore BLSD insieme alla Dott.ssa Marta Ada Guerini, Ostetrica.

Gravidanza e neonatalità in Politerapica

Una delle quattro aree di attività di Politerapica è quella rivolta al sostegno e alla cura, quando necessario, nel periodo della gravidanza e neonatalità. In questa area si concentrano iniziative che propongono modi sani e sereni di vivere questa fase. Tutte un po’ speciali, basate sulla visione che abbiamo noi della persona e della salute. Consideriamo la salute una condizinoe di benessere fisico, psichico e sociale. Riteniamo che la persona debba essere considerata nella sua pienezza di mente, corpo e relazioni. Soprattutto quelle affettive. Anche in gravidanza. Anche quando si è ancora piccoli.

In questo momento, si sta svolgendo il corso di accompagnamento alla nascita. Sono nove incontri, uno durante la gravidanza e uno dopo la nascita. E’ rivolto ad entrambi i genitori perché una nascita non è faccenda che riguardi uno solo. E’ tenuto da un’ostetrica e da una psicologa perché l’attesa, il parto e il ritorno a casa non sono solo questioni fisiche. Intorno e in mezzo a loro c’è tutta la dimensione affettiva.

Sta partendo anche il corso di massaggio infantile per genitori di bimbi da 0 a 12 mesi. Sono cinque incontri a frequenza settimanale che si tengono il sabato mattina per permettere ai due genitori di esserci. E’ tenuto da un insegnante certificata A.I.M.I.  Associzione Italiana Massaggio Infantile.

Per la salute della donna e del bambino insieme al papà

Lavoriamo con attenzione per la salute della donna e del bimbo, in Politerapica. Il bimbo quando è nato e quando è ancora in grembo. Sempre con il papà. Tra i nostri specialisti, ci sono il pediatra, la ginecologa e il chirurgo pediatrico. Con loro, la psicologa. E poi l’ostetrica. Lavorano insieme, intorno alla persona. La grande e la piccina.

Per il bimbo, abbiamo l’Ambulatorio multidisciplinare Chirurgia Pediatrica. Lavoriamo per le eventuali disfunzioni ma anche per l’incontinenza e l’enuresi pediatrica.

Per la mamma, prestiamo molta attenzione alla salute del suo pavimento pelvico, prima, durante e dopo la gravidanza. Lo facciamo con la ginecologa, gli urologi, il proctologo, la psicologa e l’ostetrica. Ancora insieme. Ancora intorno alla persona.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni, tel. 035.298468

26 Ottobre 2021
Percorso azzurro contro il cancro alla prostata

Percorso azzurro contro il cancro alla prostata, a Novembre, a Bergamo. LILT Bergamo, Fincopp Lombardia e Politerapica si sono messe al lavoro insieme e hanno definito un programma di attività. Gli obiettivi sono chiari. Promuovere prevenzione e diagnosi precoce del tumore della prostata tra i cittadini sul territorio.

Qui si può scaricare il documento con tutti i dettagli: Cancro della prostata. Informazione. Prevenzione. Diagnosi precoce – 21.10.2021

Percorso azzurro contro il cancro alla prostata. Un programma intenso

Il progetto si compone di diverse attività. Eventi di informazione e sensibilizzazzione e momenti dedicati a visite urologiche. I primi sono neccessari come i secondi. Si può fare prevenzione e contribuire alla diagnosi precoce solo se si conosce. La conoscenza permette di scegliere comportamenti sani e orientati al benessere. Permette però anche di riconoscere i segnali dell’insorgenza di qualche problema. Riconoscerli e parlarne col medico per affrontarli subito. Perché quando sono piccoli è più facile e meno complicato combatterli.

Cominciamo il 27 Novembre, alle ore 17, con un incontro pubblico in diretta on-line. Saremo nella sede di LILT Bergamo e racconteremo a chiunque sarà collegato cosa sia il tumore della prostata. Lo guarderemo in faccia e capiremo come prevenirlo, riconoscerlo e affrontarlo. Anche sul piano emotivo.

L’incontro sarà interattivo e il pubblico potrà intervenire con domande e richieste di approfondimenti.

Parteciperanno ai lavori la Presidente di LIT Bergamo, Lucia De Ponti. Ci saranno gli Urologi Oreste Risi e Michele Manica. Con loro, interverrà la Psicologa e Psicoterapeuta Valeria Perego. Un cancro infatti non è questione solo fisica e questo vale per chi ne è colpito ma anche per i suoi cari. Oreste Risi, Michele Manica e Valeria Perego sono membri di Fincopp Lombardia. I primi due fanno parte del suo Consiglio Tecnico Scientifico mentre la Dott.ssa Perego partecipa al suo Consiglio Direttivo. I tre professionisti, inoltre, collaborano da tempo con Politerapica e partecipano al suo progetto Medicina Vicina.

Le visite urologiche

Nel corso del mese di Dicembre, i cittadini che lo desiderano potranno sottoporsi a visite urologiche presso l’Ambulatorio LILT di Trescore Balneario e presso la sede di Politerapica, a Seriate che è anche sede di Fincopp Lombardia. Ognuno dei due centri mette a disposizione 30 visite. L’Ambulatorio LILT di Trescore Balneario si trova in Via Damiano Chiesa 4. Per prenotare è necessario telefonare al numero 035.944720. La sede di Politerapcpica è a Seriate, in Via Nazionale 93. Per prenotare in Politerapica, è necessario chiamare il numero 035.298468.

Alle persone che si avvarranno dell’opportunità, sarà chiesta una partecipazione di 35 Euro per visita.

Intanto, sta procedendo la Campagna per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore della prostata rivolta ai Sacerdoti della Diocesi di Bergamo. Ne ha parlato anche l’Eco di Bergamo. Le attività di prevenzione e diagnosi precoce sono sempre rivolte a tutti ma per un motivo o per l’altro, i preti non sono mai coinvolti. Questa volta, dunque, ne abbiamo pensata una proprio per loro. Anche questo è un modo per promuovere la cultura della salute nella nostra provincia.

Il cancro della prostata

Secondo la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, il cancro alla prostata rappresenta il secondo tumore più diffuso in molti Paesi occidentali. Ogni anno in Italia circa 37.000 uomini si ammalano di questo tumore. (Fonte: https://www.lilt.it/sites/default/files/guide/2018-01/opuscolo_prostata.pdf)

Secondo la Fondazione Veronesi, la sopravvivenza dei pazienti con tumore della prostata a cinque anni dalla diagnosi è oggi dell’88%. Si tratta di un dato in continua e sensibile crescita. Si tratta di un risultato ottenuto dalla diagnosi precoce e “dalla progressiva diffusione dello screening spontaneo”. (Fonte: https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/tools-della-salute/glossario-delle-malattie/tumore-della-prostata)

La diagnosi precoce è quindi l’arma più efficace per combattere questa patologia. Con la diagnosi precoce, anche prevenzione, stili di vita e comportamenti sani.

 

25 Ottobre 2021
Tumore alla prostata. Prevenzione ai sacerdoti.

Tumore alla prostata, prevenzione ai Sacerdoti o, meglio, per i Sacerdoti. L’Eco di Bergamo titola così un articolo sulla Pagina della Salute di Domenica 24 Ottobre 2021. Nell’articolo, il giornale riferisce dell campagna in corso per la prevenzione e la diagnosi precoce del cancro alla prostata, dedicata ai preti della Diocesi di Bergamo. LILT Bergamo la sta curando con Fincopp Lombardia e Politerapica. La Curia di Bergamo partecipa alla sua gestione.

Vai all’articolo completo: L’Eco di Bergamo – 24.10.2021 – Screening prostata diocesi – Def

L’Eco di Bergamo attento a territorio e salute

L’Eco di Bergamo è sempre molto attento a quanto accade sul territorio. Il giornale bergamasco ha la capacità di occuparsi di questioni internazionali e nazionali, di economia, di cultura e di lavoro, senza trascurare la realtà quotidiana delle città e dei centri della nostra provincia.

Riferisce puntualmente e tiene aggiornati i suoi lettori su quanto accade e intorno a loro. Anche sulla salute. Questo è un argomento che segue con cura dalle sue colonne. Gli ha addirittura dedicato una Pagina che in realtà sono due, pubblicata ogni Domenica. La Pagina della Salute è affermata da tempo come riferimento qualificato per tutti. In particolare per i cittadini verso i quali svolge una efficace funzione di educazione alla salute. Educazione e informazione che rendono possibili la cura responsabile di sé insieme all’attenzione alla prevenzione e alla diagnosi precoce.  Da qui, poi, la promozione da comportamenti sani e orientati al benessere tra la popolazione.

Tumore alla prostata. Prevenzione ai sacerdoti.

Una campagna per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore della prostata rivolta ai sacerdoti della Diocesi di Bergamo, dunque. Vi possono accedere gratuitamente tutti i sacerdoti dai 50 ai 78 anni di età.

E’ una campagna di prevenzione oncologica. Quello della prevenzione oncologica è un tema molto importante. Lo è soprattutto ora in un momento in cui, a causa della pandemia da Covid, molte delle attività di prevenzione sono state sospese. E’ facile quindi comprendere come Lilt Bergamo, Politerapica e Fincopp Lombardia  abbiano risposto con entusiasmo all’idea, nata durante un colloquio tra il Vescovo di Bergamo, Mons. Beschi, e la Presidente di LILT Bergamo, Lucia De Ponti.

Si sono infatti subito attivate insieme a Don Michelangelo Finazzi, Direttore della Patorale della Salute della Diocesi. Durante l’Estate hanno definito i dettagli della campagna che è ora in pieno svolgimento. Le visite vengono eseguite dal Dott. Oreste Risi e dal Dott. Michele Manica presso la sede di Politerapica, in Via Nazionale 93. I due medici sono esperti specislisti in Urologia. Collaborano da tempo con Politerapice e sono membri di Fincopp Lombardia. Qui fanno parte del suo comitato tecnico scientifico.

Il cancro della prostata

Il cancro della prostata è un tumore molto diffuso. Secondo la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, il cancro della prostata rappresenta il secondo tumore più frequente in molti Paesi occidentali. Ogni anno in Italia si registrano circa 37.000 nuovi casi.

24 Ottobre 2021
Gabriele Alari sulle malattie cardiovascolari

Il Dott. Gabriele Alari cura un articolo sulle malattie cardiovascolari e sulle nuove frontiere di cura per queste patologie. Lo ha pubblicato l’Eco di Bergamo sulla Pagina della Salute di Domenica 24 Ottobre 2021.

Qui l’articolo completo: L’Eco di Bergamo – 24.10.2021 – Malattia cardiovascolare, Alari – Def

Sono le malattie più diffuse

Il Dott. Gabriele Alari pone subito l’accento su un punto essenziale. Dice che è ormai noto come le malattie cardiovascolari siano quelle che rappresentano il peso e pericolo maggiore a livello mondiale. In altri termini, queste patologie sono le più diffuse. In Europa, la percentuale di mortalità per cause cardiovascolari raggiunge il 36% del totale dei decessi. Ogni anno ne sono colpite 60 milioni di persone.

Aggiunge poi che gli eventi cardiovascolari più gravi e temuti si verificano a livello del cuore, del cervello, dei vasi periferici sia arteriosi che venosi. Nel cuore si manifestano con infarto del miocardio e scompenso cardiaco. A livello del cervello con ischemia cerebrale, ictus o stroke. Nei vasi arteriosi e venosi, con arteriopatie occlusive degli arti, trombosi venose e trombo embolie polmonari.

E’ necessario prevenire ma è difficile

Gabriele Alari continua con il suo stile diretto e chiaro. Scrive che è altrettanto noto come per queste malattie sia meglio prevenire che curare. Il punto è che la prevenzione non è facile. Si può fare prevenzione solo con un rapporto molto stretto tra medico e paziente. Anche perché i fattori di rischio di queste malattie sono ormai chiari (arci-noti, li definisce il Dott. Alari) e devono essere affrontati con decisione. Almeno quelli su cui si può intervenire.

Parla di età e famigliarità su cui non si può fare nulla. Parla però anche di diabete mellito, ipertensione arteriosa, dislipidemie, su cui si può agire. Senza dimenticare il fumo e il sovrappeso e la sedentarietà su cui invece si deve agire.

Oggi abbiamo molte più armi contro la nuova pandemia

Il Dott. Alari invita a considerare le malattie cardiovascolari la nuova pandemia, ora che la pandemia da Covid pare in ritirata. Contro di esse però disponiamo oggi di molte più armi che in passato.

Si riferisce all’applicazione di Score di Rischio individualizzati sul singolo paziente, alle nuove molecole di farmaci antidiabetici e alle possibilità curative dell’ipertensione arteriosa. Abbiamo poi i nuovi anticorpi monoclonali e trattamenti combinati anticoagulanti-antiaggreganti piastrinici.

“All’alba di questa nuova pandemia”, scrive Gabriele Alari usando ancora questa espressione, “queste si profilano come le nuove frontiere della prevenzione e del trattamento delle patologie cardiovascolari”.

Gabriele Alari sulle malattie cardiovascolari

Il Dott. Gabriele Alari scrive sulle malattie cardiovascolari con straordinaria competenza. E’ un medico che ha dedicato molti anni della sua vita professionale allo studio e al trattamento di queste patologie. Oggi è un professionista accreditato a livello nazionale. La sua presenza a convegni scientifici è frequentemente richiesta. E’ Segretario della Società Italiana di Medicina Vascolare. E’ stato a lungo Responsabile Regionale Lombardo della Società Italiana di Diagnostica Vascolare.

Da molti anni è Responsabile del Dipartimento di Angiologia e del Centro Trombosi della Casa di Cura Palazzolo, a Bergamo.

Il Dott. Alari è anche un prezioso collaboratore di Politerapica. Presso di noi, esegue visite specialistiche e ecocolordoppler. Coordina poi tutte le attività di angiologia della struttura. E’ uno degli specialisti dell’Ambulatorio Multidisciplinare Acufene.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e appuntamenti, tel. 035.298468.

 

22 Ottobre 2021
La Diocesi contro il cancro della prostata

La Diocesi di Bergamo è scesa in campo contro il cancro della prostata con LILT Bergamo Onlus, Fincopp Lombardia OdV e Politerapica di Seriate. Insieme hanno dato vita a una campagna per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore della prostata rivolta ai Preti della Diocesi bergamasca. Vi possono accedere gratuitamente tutti Preti dai 50 ai 78 anni di età.

Le campagne di prevenzione sono sempre rivolte a chiunque ma, per un motivo o per l’altro, non toccano mai i sacerdoti. Da qui la decisione di organizzarne una per loro.

Un’idea nata da un incontro

Il Vescovo di Bergamo, Mons. Beschi, aveva ricevuto la Presidente e il Vicepresidente di LILT Bergamo Onlus quando, in occasione del 90° compleanno dell’associazione, LILT aveva voluto fargli omaggio del libro che aveva pubblicato per raccontare i suoi straordinari 90 di vita.

In quella sede era stato affrontato con molta attenzione il tema della prevenzione oncologica. Un tema sempre attuale ma ancora più importante in questo momento. A causa della pandemia da Covid, infatti, il sistema sanitario è stato costretto a sospendere molte delle attività di prevenzione. Una condizione preoccupante che è emersa anche in occasione dell’evento celebrativo dell’Associazione del 28 Maggio di quest’anno, presso Bergamo Scienza. Vi avevano partecipato, tra gli altri, il Prof. Alberto Mantovani, il Dott. Gianvito Martino e il Dott. Giordano Beretta. I tre scienziati avevano toccato questa condizione e messo in luce come fosse necessario pensare a soluzioni rapide. Il pericolo concreto è quello che nei prossimi anni ci troviamo di fronte ad un alto numero di diagnosi di tumore con prognosi pesanti.

Sensibilità alla Salute e attenzione alla prevenzione

La sensibilità alla Salute e l’attenzione alla prevenzione, proprie della Curia di Bergamo e, in particolare, del suo Vescovo, ha fatto nascere tra Mons. Beschi e la Presidente De Ponti l’idea di organizzare una campagna rivolta ai Preti della Diocesi intorno al diffuso cancro della prostata.

LILT Bergamo, Politerapica e Fincopp Lombardia – che da tempo collaborano insieme sul territorio con spirito di condivisione e sinergia – hanno risposto con entusiasmo all’idea. Subito si sono attivate insieme a Don Michelangelo Finazzi, Direttore della Pastorale della Salute della Diocesi. Attraverso le Fraternità Presbiterali della Diocesi, la Curia ha proposto l’iniziativa a tutti i Preti della Diocesi. Ognuno di loro ha potuto dare la propria adesione attraverso l’invio di un modulo. Al ricevimento delle adesioni, la Segreteria di Politerapica ha fissato con loro gli appuntamenti nei tempi e nei modi più comodi per il paziente e per la struttura.

La Diocesi contro il cancro della prostata

La Diocesi si è così impegnata contro il cancro della prostata con un’importante campagna di prevenzione e diagnosi precoce per tutti i suoi Preti.

L’iniziativa consiste in una visita specialistica urologica tenuta presso Politerapica. E’ richiesto che, prima della visita, i Preti che aderiscono provvedano all’esecuzione di un esame di rilevamento del PSA presso qualsiasi laboratorio di analisi della provincia.

I medici specialisti che si sono messi a disposizione per la campagna sono il Dott. Oreste Risi e il Dott. Michele Manica, entrambi membri di Fincopp Lombardia e del suo Comitato Tecnico Scientifico. Il Dott. Risi e il Dott. Manica collaborano anche con Politerapica nell’ambito del progetto Medicina Vicina. Non è la prima volta che i due specialisti collaborano generosamente con LILT Bergamo. Lo scorso anno si erano resi disponibile per partecipare alla Campagna Nastro Azzurro dell’associazione. Anche quella era una campagna per la prevenzione e la diagnosi precoce del cancro della prostata, rivolta però a tutta la popolazione.

Il cancro della prostata

Secondo la LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, il cancro della prostata rappresenta il secondo tumore più frequente in molti Paesi occidentali. Ogni anno in Italia circa 37.000 uomini si ammalano di questo tumore. La malattia può avere un andamento silente per molti anni, a volte può non dare manifestazioni cliniche per tutta la vita. Se il tumore è diagnosticato al suo esordio esistono diverse possibilità terapeutiche con ottime probabilità di guarigione.

Dedicare attenzione a chi per vocazione è dedicato alla cura degli altri, è sembrato agli organizzatori un modo importante per contribuire alla promozione della Salute sul territorio.

22 Ottobre 2021
Corso di massaggio infantile per genitori

Parte il primo corso di massaggio infantile per genitori, in Politerapica. Lo tiene la Dott.ssa Valeria Perego, Insegnante abilitata da A.I.M.I. – Associazione Italiana Massaggio Infantile.

Il massaggio del bambino non è una tecnica. E’ innanzitutto un modo di stare con il proprio bambino e di stare in relazione con lui. Un modo cercato attraverso il contatto che è una modalità relazionale per la quale i neonati sono predisposti.

Vai al documento con tutti i dettagli: Corso massaggio infantile – Politerapica – 18.10.2021
Vai alla locandina dell’iniziativa: Volantino massaggio infantile – Autunno 2021

Il massaggio del bambino

La pratica del massaggio al bambino è un’antica tradizione presente nella cultura di molti Paesi. Da qualche decennio si sta espandendo anche nel mondo occidentale. L’evidenza clinica e recenti ricerche hanno confermato il suo effetto positivo sullo sviluppo e sulla maturazione del bambino a diversi livelli. Si tratta di una pratica semplice che ogni genitore può apprendere facilmente. E’ flessibile e si può adattare alle esigenze del bambino, fin da piccolo e durante le diverse fasi della sua crescita.

Una pratica con molti benefici

Con il massaggio si può accompagnare, proteggere e stimolare la crescita e la salute del bambino. Il massaggio è un mezzo privilegiato per comunicare ed essere in contatto con lui. Per un genitore massaggiare il proprio bambino è un’occasione per stare insieme, conoscersi, scambiare affetto, avere cure, giocare, esprimere emozioni.

“Per i bambini piccoli, essere portati, cullati, accarezzati, essere tenuti, massaggiati, sono tutti nutrimenti indispensabili, come le vitamine, i sali minerali e le proteine, se non di più. Se viene privato di tutto questo e dell’odore, del calore e della voce della madre che conosce bene, il bambino, anche se gonfio di latte, si lascerà morire di fame”. F. Leboyer

Corso di massaggio infantile per genitori

Il massaggio infantile è un’esperienza di contatto profondo tra genitori e bambino che favorisce il rilassamento di entrambi. Questo è dimostrato anche da recenti studi. Hanno rilevato come i livelli di cortisolo (ACTH), ormone prodotto in presenza di stress, si riducano attraverso il contatto. Il massaggio favorisce anche la produzione di ossitocina e prolattina che sono essenziali per la sopravvivenza del cucciolo e per rinforzare l’attitudine del prendersi cura nell’adulto. Infine, è un’esperienza che favorisce il legame di attaccamento e rafforza la relazione genitore-bambino.

Stanno bene bambini e genitori

Gli effetti di benessere che il massaggio produce nel bambino sono diversi. Stimola, fortifica e regolarizza i sistemi circolatorio, respiratorio, muscolare, immunitario e gastro-intestinale. Lo aiuta a scaricare e dare sollievo alle tensioni provocate da situazioni nuove, stress o piccoli malesseri. Può prevenire e dare sollievo al disagio provocato dalle coliche gassose. Può rivelarsi un buon sostegno nei disturbi del ritmo sonno-veglia. Favorisce la conoscenza delle varie parti del corpo sostenendo lo sviluppo dell’immagine di sé. Insegna a rispondere alle situazioni di stress con il rilassamento.

Oltre ai benefici per i bambini, il massaggio si rivela una grande opportunità per i genitori. Da questa esperienza infatti possono imparare molto. Possono imparare ad ascoltare il proprio bambino attraverso il contatto. Comprendere cosa piace e non piace al proprio bambino. Capire come assecondarne i ritmi di distacco e di rinnovato contatto e come rispettarlo nella sua corporeità, imparando che “nonostante sia il proprio bambino, è anche e soprattutto, altro da sé”.

Possono imparare ad osservare i cambiamenti che caratterizzano la crescita del proprio figlio e a sostenerlo nelle fasi di crisi che anticipano gli stacchi evolutivi. Comprendere alcuni messaggi, non sempre chiari, che arrivano dai bambini. Conoscere meglio il proprio bambino, osservando i suoi ritmi, i suoi bisogni, le sue competenze. Capire come sostenere, riequilibrare, approfondire la relazione genitori-figli.

Farlo in coppia è meglio

Abbiamo detto che il massaggio non è una tecnica ma un modo di stare in relazione. Per questo essere massaggiati da mamma o papà per un bambino non è la stessa cosa. Partecipare ad un corso di massaggio insieme può essere una bella esperienza da condividere in famiglia. Non solo: regala al bambino la possibilità di essere massaggiato da entrambi i genitori, sperimentando modi diversi di essere massaggiato anche per intensità e tocco.

Corso di massaggio infantile per genitori in Politerapica

Il corso di massaggio infantile in Politerapica è dunque rivolto ai due genitori di bambini da 0 a 12 mesi. E’ strutturato in cinque incontri a frequenza settimanale. Si tengono il Sabato mattina, dalle 10,00 alle 11,30 presso la sede di Politerapica, a Seriate, in Via Nazionale 93. Ogni incontro dura un’ora e mezza.

In ciascun incontro l’insegnante A.I.M.I. propone la sequenza di massaggio di una parte del corpo. In ogni incontro quindi si apprende una parte nuova e verrà rivista la sequenza appresa fino a quel momento. Negli incontri è previsto anche un momento teorico e di scambio tra genitori e tra insegnante e genitori.

Naturalmente, gli incontri si tengono nel rispetto della normativa sulle misure contro il Covid.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informaioni e prenotazioni: tel. 035.298468

15 Ottobre 2021
Nessun vaccino ha dato problemi a lungo termine

Nessun vaccino ha dato problemi a lungo termine. Questo ha dichiarato il Prof. Alberto Mantovani in un intervista rilasciata all’Eco di Bergamo, lo scorso 10 Ottobre. L’Immunologo ha anche detto che oggi le grandi sfide che abbiamo davantii e che possiamo affrontare con i vaccini mRna sono la Malaria, l’HIV e la Tubercolosi. Nel giro di qualche anno, poi, potremo avere nuove armi contro alcuni tumori.

Qui l’articolo completo: L’Eco di Bergamo – 10.10.1960 – Prof. Mantovani, vaccini e cancro

Immunologo di fama internazionale

Il Prof. Alberto Mantovani è un patologo, immunologo, divulgatore scientifico e accademico italiano. E’ considerato uno dei più influenti scienziati italiani nel suo campo e la sua competenza è riconosciuta e apprezzata a livello internazionale. Dal 2001 al 2014, è stato Professore Ordinario di Patologia Generale presso l’Università degli Studi di Milano.

Ricopre diversi incarichi di prestigio. E’ Professore Emerito di Patologia Generale e Vice Rettore per la Ricerca presso Humanitas University. E’ anche Direttore Scientifico di Humanitas e Presidente della Fondazione Humanitas per la Ricerca.

Lo scorso 28 Maggio era stato a Bergamo, in occasione dell’evento organizzato da LILT Bergamo Onlus per celebrare i 90 anni di attività dell’Associazione che aveva avuto luogo presso il Bergamo Science Center. Qui aveva approfondito il tema del futuro della malattia oncologica in dialogo con Gianvito Martino, Presidente del Comitato Scientifico dell’Associazione BergamoScienza.

E’ tornato nel capoluogo orobico il 9 Ottobre, ospite di BergamoScienza, insieme a Christopher Huber, Professore Emerito di Ematologia
e co-fondatore di Biontech. In questa sede ha ribadito come, secondo lui, la lotta al Covid ha riaperto prospettive importanti per la lotta contro i tumori e non solo.

Tecnologia rapida e versatile

Alla giornalista che gli chiede chiarimenti sui vaccini mRNA, il Prof. Mantovani risponde che l’RNA messaggero è una tecnologia molto rapida e versatile, che richiede molto meno tempo per sviluppare un vaccino di quanto ne occorra con qualunque altra. Aggiunge poi che si può adattare facilmente in corsa. “I dati sul campo hanno dimostrato che è estremamente potente: contro il Covid sembrava un sogno avere un vaccino che desse una protezione sul campo superiore al 90% nei confronti della malattia grave“.

Nessun vaccino ha dato problemi a lungo termine

“Nessun vaccino ha mai dato problemi a lungo termine“. Lo dice in modo chiaro, rispondendo ad una domanda sui rischi di questa tecnologia. Aggiunge che se problemi ci sono, di solito insorgono a breve termine. “Tutti i vaccini che fanno sì che i bambini non muoiano più di difterite che non ci sia più la polio, che non nascano bambini malformati a causa della rosolia” – prosegue – “sono stati introdotti nell’uso clinico senza aspettare trent’anni per vedere gli effetti a lungo termine, proprio perché non ce ne sono“.

Il Professore chiarisce poi che l’idea che questi vaccini possano produrre modificazioni genetiche è del tutto falsa. Così come è falsa la correlazione con l’autismo o i problemi di fertilità. Queste bugie – dice – ignorano una realtà semplice: tutte le volte che abbiamo un’infezione  virale, dal raffreddore ai problemi gastrointestinali, le nostre cellule sono infarcite di mRna del virus, ma questo non induce nessuna modificazione genetica.

Vaccino contro il cancro

La tecnologia mRNA non produce modificazioni genetiche. Non sarà quindi su questa che si potranno produrre i vaccini di prevenzione del cancro. L’RNA messaggero potrà invece essere utilizzata per “vaccini terapeutici” contro alcuni tipi di tumore, in particolare il melanoma. “In questo tipo di tumore” – spiega ancora il Professore – “le terapie immunologiche si sono dimostrate particolarmente efficaci, ma sono in uso ormai anche per molti altri tumori. Le terapie con Rna messaggero sono invece entrate in sperimentazione clinica da poco tempo. Per il melanoma ci sono già sperimentazioni cliniche con risultati molto incoraggianti“.

Oggi, peraltro, abbiamo già due vaccini contro il cancro. Quello contro l’epatite B, che predispone al cancro del fegato e quello contro il papilloma virus umano (Hpv) per proteggere dal cancro della cervice nella donna, ma anche dal cancro anale.

Nel corso dell’intervista il Prof. Mantovani parla anche della terza dose del vaccino anti Covid e della vaccinazione ai ragazzi. Lo fa ancora con chiarezza, spiegando con argomenti e riferimenti al continuo lavoro della ricerca in questo ambito.

 

 

 

1 Ottobre 2021
Accompagnamento alla nascita in coppia

Accompagnamento alla nascita in coppia perchè gravidanza, travaglio e parto – la nascita, appunto! – non è “questione di donne”. Sta arrivando una persona nuova nella coppia e entrambi i partner ne sono coinvolti. Da questo momento le vite di ambedue non saranno più quelle di prima. Da ora, ognuno dei due vivrà una dimensione nuova, riferita a lui e alla coppia. Di più: pure al bambino che sta arrivando!

Per questo Politerapica organizza un percorso di Accompagnamento di coppia alla nascita con la partecipazione di Lui e di Lei. Nove incontri, otto in gravidanza e uno dopo la nascita. Due ore per ogni incontro. Il Martedì sera, dalle 18,30. Aperto dalla 20° settimana di gestazione. Condotto da due professioniste: un’Ostetrica e una Psicologa perinatale.

Vai al documento dettagliato di presentazione del corso: Accompagnamento in coppia alla nascita – Ottobre 2021
Vai alla brochure del corso: Accompagnamento di coppia alla nascita – Brochure

Perché frequentare un corso di accompagnamento alla nascita

I bambini sono sempre nati senza bisogno di corsi pre-parto, è vero. Da quando la specie umana è comparsa sul Pianeta Terra, si è riprodotta senza bisogno di leggere libri e meno ancora di frequentare lezioni, anche questo è vero.

Studi accreditati avrebbero però dimostrato che le donne che frequentano un corso di preparazione, vivono meglio e in modo più sano l’esperienza della nascita per sé e per il bambino. Pare, infatti, che siano a minor rischio di ricorrere a (o ripetere) un parto cesareo e che richiedano meno l’uso di analgesici. La consapevolezza e le conoscenze raggiunte durante la preparazione, le porterebbe a preferire l’utilizzo di altre strategie contro il dolore: movimento, massaggi, sostegno emotivo, uso della voce, tecniche di rilassamento, acqua…  Non solo: sanno come scegliere il luogo del parto in base alle modalità assistenziali offerte.

Anche dopo il parto, i comportamenti delle mamme che si sono formate sarebbero diversi: allattano al seno più precocemente e per più tempo, sono a minor rischio di vivere disagi emotivi nel dopo-parto e hanno maggiori informazioni sulla contraccezione.

Gli incontri di accompagnamento alla nascita offrono l’opportunità di conoscere e incontrare altri futuri genitori che stanno attraversando la stessa esperienza e che stanno vivendo le stesse emozioni ma forse con gli stessi dubbi. Il confronto con gli altri aiuta a vivere più serenamente il particolare momento che ognuno sta vivendo.

Accompagnamento alla nascita in coppia

Il momento dell’attesa di un figlio non è un momento di grande cambiamento solo per la donna. E’ un momento di notevole importanza per la coppia. L’importanza dell’attesa durante la gravidanza, certo, ma anche quella del passaggio da coppia a genitori. Cambia la vita di ognuno e cambia la relazione. Di più: nascono delle relazioni nuove. Quelle di ognuno dei due verso il nuovo nato e quelle dei due, insieme, verso di lui.

Se questa è una condizione particolarmente delicata in occasione del primo figlio, non è meno ricca di novità ed incognite con i figli successivi. Relazioni che inevitabilmente non possono essere più le stesse, quelle con i figli precedenti, con in più la necessità di ricoprire un ruolo di mediazione nella relazione tra loro e il nuovo nato.

Ancora torniamo sul fatto che non siamo di fronte ad una questione che investe solo uno dei partner. Una nuova nascita investe l’insieme della relazione di coppia e familiare. Prepararsi in due, dunque, è il modo migliore per affrontare al meglio un passaggio dopo il quale nulla sarà più come prima. In meglio o in peggio, dipende in grossa parte dagli attori principali: i due partner, appunto.

Il corso/percorso di Politerapica

Il corso Accompagnamento di coppia alla nascita di Politerapica è aperto a mamme e papà, future mamme e futuri papà, dalla 20° settimana di gestazione. Si articola in nove incontri

  • 8 incontri prima della nascita
  • 1 incontro dopo il parto per rivivere l’esperienza del parto, rivedersi con i bambini, toccare nuovamente gli aspetti legati ad allattamento e puerperio

Ogni incontro

  • è della durata di due ore
  • si tiene il Martedì, dalle 18,30
  • presso la sede di Politerapica, in Via Nazionale 93, a Seriate

Il percorso è condotto da due professioniste

  • un’Ostetrica
  • una Psicologa perinatale

perché mai come durante la gravidanza, le fasi del parto e il ritorno a casa, la salute non è solo una questione fisica!

Durante gli incontri saranno affrontati diversi argomenti legati alla gravidanza e l’attesa, la nascita del bambino, l’ultimo mese di gestazione e il periodo dopo il parto (puerperio). Un’occasione per ascoltare e per domandare, esprimere dubbi, chiedere approfondimenti. Un viaggio insieme, tra genitori e professionisti e tra genitori tra loro.

Verrà posta attenzione agli aspetti relazionali, emotivi e psicologici durante l’attesa, le diverse fasi di travaglio, il parto e il dopo parto, con particolare attenzione al tema della depressione post partum e dei cambiamenti della vita di coppia nel dopoparto. Non mancherà l’esperienza di partecipare in modo attivo a lavori corporei utili per il travaglio e allattamento e di sperimentare visualizzazioni, tecniche di rilassamento e tempi di ascolto di sé e del bambino.

In sicurezza per il Covid

Gli incontri saranno tenuti in presenza, nel rispetto delle norme emanate dalle autorità sanitarie. In Politerapica vengono applicate in modo rigoroso tutte le precauzioni prescritte per lavorare in sicurezza.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni: Tel. 035.298468