2 Gennaio 2015

Si stima che tra l’80% e il 90% della popolazione soffra di lombalgia (dolore alla parte inferiore della schiena) almeno una volta nella vita. Quasi mai succede per motivi specifici. Almeno nella metà dei casi diventa un problema che si ripresenta nel tempo e non sono pochi quelli che diventano cronici. Riguarda gli uomini e le donne, in modo uguale. E la situazione non è migliore quando si parla di cervicale.

Di lombalgia, cervicalgia, sciatalgia, ernia del disco e di tutti gli altri problemi che così frequentemente assillano la schiena di così tante persone si parlerà nel corso dell’incontro pubblico Il mal di schiena, un problema di tutti. Che si fa?, che si terrà Mercoledì, 21 Gennaio 2015, alle ore 21,00, presso la Sala Consiliare del Comune di Cavernago.

L’argomento sarà trattato in modo semplice, chiaro e ampio dai terapisti e dagli specialisti di Politerapica – Terapie della Salute. Ampio spazio sarà dato alla partecipazione attiva delle persone presenti che potranno domandare, commentare, chiedere approfondimenti, chiarimenti. Presenzierà ai lavori anche la Dott.ssa Maria Britta, Assessore ai Servizi Sociali e alla Disabilità del Comune di Cavernago.

L’incontro è aperto a tutti e la partecipazione è gratuita.

L’iniziativa si tiene nell’ambito del programma I Mercoledì del vivere bene, un ciclo si sette incontri con frequenza mensile, organizzato dall’Amministrazione Comunale di Cavernago con la collaborazione di Politerapica, per parlare di Salute ai cittadini e a chiunque voglia partecipare.

Perché…
curare la Salute, vuol dire soprattutto prevenire
e per prevenire, bisogna conoscere.

Per informazioni:
– Comune di Cavernago: Tel. 035 840513
– Politerapica – Terapie della Salute: Tel. 035 298468

1 Gennaio 2015

L’articolo che segue sull’Agopuntura – la sua storia, la sua efficacia, le sue indicazioni, le sue modalità di esecuzione – è stato messo cortesemente a disposizione dalla Dott.ssa Anna Scorpiniti che collabora con Politerapica, nell’ambito di Medicina Vicina, come medico specialista di Gastroenterologia e medico perfezionato di Agopuntura.

La Dott.ssa Anna Scorpiniti è Medico Chirurgo, Specialista in Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva e Perfezionata in Agopuntura e Tecniche Complementari presso l’Università degli Studi di Brescia e presso il China Shangai International Acupuncture Training Centre della facoltà di Medicina Tradizionale Cinese dell”Università di Shangai.

 

AGOPUNTURA

Introduzione all’agopuntura

L’Agopuntura è una terapia i cui principi e metodi risalgono all’antica medicina cinese ed è la branca della Medicina Tradizionale più nota al pubblico occidentale. Non è una medicina alternativa ma una medicina integrata, riconosciuta dai massimi enti mondiali (OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità, FDA – Food and Drug Administration) quale metodica efficace. Nel 1997 lo NIH – National Institutes of Health ha affermato: “i dati a sostegno dell’agopuntura sono in realtà solidi quanto quelli esistenti per altre terapie mediche occidentali largamente accettate” ma con un numero di effetti collaterali e con procedure tecniche che sono ben tollerati dal paziente. Sono state numerose le sperimentazione effettuate con studi randomizzati e controllati dai cui risultati emerge l’indubbia efficacia dell’Agopuntura.
E’ particolarmente indicata per tutte le persone che debbano ridurre o evitare l’uso dei farmaci, quali quelle che soffrono di patologie epatiche o di insufficienza renale, quelle che devono assumere terapie con molti farmaci e hanno necessità di prevenire interazioni sfavorevoli, donne in gravidanza o durante l’allattamento.
Oggi l’Agopuntura è praticata in tutto il Mondo ed è scelta come terapia da milioni di persone. A differenza di altri Paesi, in Italia può essere praticata soltanto da personale medico abilitato. Infatti solo il medico è in grado di formulare una diagnosi che indirizzi, secondo le necessità, ad un trattamento di Medicina Occidentale, di Agopuntura o integrato. Disturbi apparentemente banali, quali cefalee o sciatalgie, possono essere sintomi di patologie importanti, anche tumorali, e solo il medico è in grado di porre un sospetto diagnostico che indirizzi ad eventuali accertamenti al fine di una diagnosi corretta e una terapia adeguata.

Un po’  di storia

Il termine cinese peer agopuntura è “zhen fa”. La stimolazione di punti della superficie corporea per mezzo di strumenti appuntiti a scopo terapeutico è documentata in Cina sin dall’età neolitica. Reperti archeologici nelle grotte di Chukutien, abitate dall’Uomo di Pechino, hanno permesso di portare alla luce pietre aguzze o pietre Bian che gli studiosi oggi tendono a classificare come primitivi cutistimolatori.
Con l’avvento della metallurgia, si fabbricarono i primi aghi metallici e la tecnica divenne più raffinata e cominciò ad essere sistematizzata secondo i principi della Medicina Tradizionale Cinese.
La Medicina ha lo scopo di identificare la causa dello  stato patologico al fine di stabilirne l’adeguata terapia. Mentre però la medicina moderna scompone il corpo nelle parti che lo costituiscono e chi la pratica cerca di isolare la malattia in un singolo organo e concentra le cure in quella specifica parte del corpo, la medicina orientale considera ogni organo una parte del tutto e quindi considera la malattia come portatrice di un deterioramento di tutto il sistema corporeo.

Come si svolge la seduta di Agopuntura?

In una seduta di Agopuntura, il medico, dopo essere giunto ad una diagnosi nel corso della visita condotta secondo i principi della Medicina Tradizionale Cinese, individua sulla superficie corporea del paziente i punti che, combinati tra loro, costituiscono la formula terapeutica prescelta.
Per la terapia, vengono usati aghi monouso sterili di acciaio e rame o argento. L’ago, di calibro molto sottile, viene inserito con una manovra rapida e per lo più indolore negli strati superficiali della cute. L’ago va più o meno approfondito e manipolato in modo opportuno. In questa fase, il paziente avverte delle sensazione caratteristiche (formicolio, senso di pesantezza, sensazione di scossa elettrica o altro) che indicano il cosiddetto “arrivo del qi”, operato dalla stimolazione dell’ago.
A questo punto gli aghi vengono lasciati inseriti nel punto per alcuni minuti. In certi casi, l’ago, una volta ottenuta la sensazione dell’energia, va subito tolto; in altri casi, viene tolto dopo quindici/venti minuti.
Alcuni effetti dell’Agopuntura sono immediatamente percepibili: ad esempio, l’effetto rilassante e l’azione antidolorifica si manifestano nel giro di pochi minuti dall’inserzione dell’ago. Altri effetti, coinvolgendo sistemi energetici complessi, vengono avvertiti a distanza di tempo.

Cosa possiamo curare con gli aghi

La neuro-stimolazione percutanea nella terapia del dolore è sicuramente la più studiata fra le applicazione dell’agopuntura ma essa non esaurisce le sue possibilità. Si osservano infatti sorprendenti risultati nei confronti delle patologie allergiche (riniti, asma, dermatosi) e delle forme infiammatorie quali sinusiti, gastriti, bronchiti. Buoni risultati si ottengono anche per alcune turbe del sistema nervoso (insonnie, cefalee, anoressie, amenorree, depressione, impotenza). Nella sfera delle forme croniche, per le quali i presidi terapeutici della medicina classica occidentale sono spesso molto aggressivi e carichi di effetti collaterali l’Agopuntura offre un discreto campo di applicazione alternativa.
Ci sono tre categorie di malattie: quelle per cui la medicina occidentale è il rimedio migliore o l’unico, come il cancro; quelle che si possono curare con entrambi i sistemi, come il mal di schiena, il torcicollo o il gomito del tennista; quelle per cui l’Agopuntura è più efficace e ha meno effetti collaterali. In quest’ultimo gruppo, comprendiamo ad esempio la cefalea, che migliora nel 70%% dei casi, ma anche le allergie, l’asma, le dermatiti, i disturbi dell’apparato genitale femminile (come le mestruazioni dolorose o irregolari). Pertanto l’Agopuntura trova applicazione oltre che nelle patologie dell’apparato muscolo-scheletrico, anche in molte patologie internistiche tra cui l’obesità, la dipendenza da fumo.
Molti continuano a pensare che quello dell’Agopuntura sia solo un effetto placebo; a tal proposito, vorrei far notare che anche il prestigioso JAMA – Journal of the American Medical Association ha pubblicato uno studio in cui si dimostrano i benefici dell’Agopuntura su alcuni effetti collaterali della chemioterapia come la nausea, sintomo abbastanza fastidioso in questi pazienti.
L’Agopuntura può avere un effetto sedativo sul sistema nervoso centrale: l’encefalogramma evidenzia una maggiore ampiezza delle onde Alfa che caratterizzano lo stato di vegli rilassato.

Ciclo delle sedute

Viene deciso dal medico in base alla diagnosi. In genere, con una media di otto, dodici sedute, la patologia cronica viene efficacemente superata. L’Agopuntura, il più delle volte, si rivela una terapia lenta ma con effetti benefici duraturi; l’importante è che dopo le prime sedute si verifichi una modificazione di attenuazione o anche di peggioramento dei sintomi (il pazienti non dovrà in tal caso scoraggiarsi): ambedue sono segnali di una risposta in corso da parte dell’organismo.

Quanto dura l’effetto di una terapia di Agopuntura

Molto dipende dalla patologia della quale il Paziente è portatore. Spesso affezioni croniche richiedono sedute di richiamo periodiche. In genere, dopo il periodo iniziale di attacco, con terapie bisettimanali o settimanali, si tende a distanziare le sedute, che si fanno mensili ed infine trimestrali. L’aspetto preventivo è molto importante nella Medicina cinese e le sedute di richiamo, effettuate ai cambiamenti di stagione, in genere, valgono a mantenere il paziente nelle migliori condizioni psicofisiche.

 

Dott.ssa Anna Scorpiniti
Medico Chirurgo

 

 

 

 

 

3 Dicembre 2014

Visite specialistiche, con professionisti qualificati, senza liste di attesa, al costo di 60,00€.
Questo e non solo è Medicina Vicina, l’altra idea di Salute di Politerapica.

A Medicina Vicina aderiscono professionisti affermati, convinti del valore sociale ed etico rappresentato dal portare al cittadino una medicina di qualità, a prezzi contenuti. Tra questi:

Dott. Gabriele Alari – Angiologo
Direttore Dipartimento Funzionale di Angiologia
Casa di Cura Beato Palazzolo – Bergamo
In Politerapica esegue visite ed esami di
• Angiologia
• Ultrasuonografia

Dott. Paolo Belvisi – Urologo
Direttore Unità Operativa di Urologia
Casa di Cura Beato Palazzolo – Bergamo
In Politerapica esegue visite e valutazioni di:
• Urologia
• Andrologia

Dott. Marco Bianchi – Chirurgo generale e proctologo
Specialista in Chirurgia Generale
con esperienza particolare in Proctologia
In Politerapica esegue visite e valutazioni di
• Chirurgia Generale
• Proctologia

Dott.ssa Morena Cassani – Neuropsichiatra Infantile
Specialista in Neuropsichiatria Infantile
In Politerapica esegue visite e valutazioni di
• Neuropsichiatria Infantile
• DSA – Disturbi Specifici dell’Apprendimento

Dott.ssa Danila Covelli – Endocrinologa
Specialista in Endocrinologia
In Politerapica esegue visite e valutazioni di
• Endocrinologia
• Endocrinologia in gravidanza

Dott. Nicola Cuocina – Cardiologo
Dirigente medico nell’Unità Operativa di Cardiologia
dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo
In Politerapica esegue visite e valutazioni di
• Cardiologia
• Elettrocardiografia

Dott. Giuseppe Ferrara – Pneumologo
Specialista in Malattie dell’Apparato Respiratorio
con esperienza particolare in Allergologia
In Politerapica esegue visite e valutazioni di
• Pneumologia anche con Spirometria
• Allergologia

Dott. Salvatore Noto – Dermatologo
Specialista in Dermatologia
Specialista in Igiene e Medicina Preventiva
In Politerapica esegue visite e valutazioni di
• Dermatologia
• Videodermatoscopia
per la diagnosi precoce del melanoma e la mappatura dei nei

Dott.ssa Silvia Nozza – Ginecologa
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
con esperienza particolare in Patologia della Gravidanza e Poliabortività
In Politerapica esegue visite e valutazioni di
• Ginecologia e Ostetricia
anche con ecografia

Dott.ssa Sara Plati – Psicologa dello sviluppo e dell’educazione
Psicologa con Laurea Magistrale e
Diploma Master in Diagnosi e Trattamento dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento
In Politerapica si occupa di
• Supporto psicologico nell’età evolutiva
• Valutazione e trattamento dei DSA – Disturbi Specifici dell’Apprendimento

Dott. Oreste Risi – Urologo
Responsabile dell’Unità Dipartimentale di Urodinamica e Neurourologia
Azienda Ospedaliera Treviglio
In Politerapica esegue visite e valutazioni di:
• Urologia
• Andrologia
• Disturbi del pavimento pelvico

Dott. Mario Salvi – Endocrinologo
Specialista in Endocrinologia e in Medicina Nucleare
Docente di Endocrinologia presso l’Università di Parma
Responsabile del Centro per l’Oftalmopatia Basedowiana del Policlinico di Milano
Esperto di Endocrinologia della donna
In Politerapica esegue visite e coordina tutte le attività e i progetti,
anche multidisciplinari, che coinvolgono l’Endocrinologia

E’ grazie al loro contributo, a quello degli altri specialisti e a quello di tutti i terapisti di Politerapica – Terapie della Salute che Medicina Vicina – Un’altra idea di Salute è nata e sta crescendo, interpretando in questo modo il ruolo sul territorio di una struttura sanitaria coerente con i principi di responsabilità sociale dell’impresa.

 

3 Dicembre 2014

“Chi neo non ha bella non è” recita un proverbio ma non sempre un neo è un’innocua espressione di bellezza. A volte è segno di un problema molto serio: il melanoma, un tumore maligno difficile da curare se scoperto nelle fasi avanzate. Da qui l’importanza di una diagnosi precoce del melanoma che permetta di affrontare subito la malattia, aumentando in modo significativo le possibilità di guarigione.

La diagnosi precoce del melanoma è una possibilità concreta in Politerapica – Terapie della Salute, dove il Dott. Salvatore Noto specialista in Dermatologia e in Igiene e Medicina Preventiva, svolge la sua attività professionale nell’ambito del progetto Medicina Vicina.

Il Dott. Noto utilizza tecnologie mediche all’avanguardia per la mappatura dei nei, in particolare la Videodermatoscopia digitale computerizzata. La Videodermatoscopia è una tecnica avanzata per la diagnosi precoce del melanoma e permette esami affidabili e completamente indolori della pelle.

Il principio di funzionamento è semplice: vengono scattate fotografie panoramiche della pelle e vengono rilevati i nei atipici attraverso il microscopio a luce riflessa; la memorizzazione digitale delle foto della pelle permette di effettuare, nel corso di controlli regolari, un confronto obiettivo tra i riscontri passati e quelli attuali, potendo visualizzare anche le più piccole variazioni.

Con l’adozione della Videodermatoscopia digitale computerizzata, il Dott. Salvatore Noto può, così

• memorizzare e monitorare a lungo termine i nei
• effettuare controlli regolari che evidenziano precocemente variazioni della pelle
• svolgere analisi della malignità
• evitare l’asportazione di nei innocui

aumentando notevolmente le possibilità di diagnosi precoce del melanoma.

A questa procedura dovrebbero sottoporsi, in particolare, i soggetti a rischio: persone che

• hanno pelle chiara e particolarmente sensibile al sole
• hanno molti nei
• hanno nei congeniti di grandi dimensioni
• hanno nei atipici o che di recente hanno cambiato aspetto
• hanno subìto scottature solari durante l’infanzia o l’adolescenza
• hanno avuto casi di melanoma in famiglia
• sono stati già affetti da melanoma
• sono regolarmente esposti a forte irradiazione solare

mentre, in ogni caso, si deve prestare particolare attenzione a questi segnali

• nei nuovi, in modo particolare se in età adulta
• variazioni di colore dei nei – più chiari o più scuri
• aumento o riduzione di grandezza o elevazione dei nei
• variazioni dei dintorni dei nei – p.e.: arrossamenti, colorazione bianca, gonfiore
• parestesie a livello dei nei – p.e.: prurito, bruciore, sensazione di corpo estraneo
• nei sanguinanti

Il Dott. Salvatore Noto visita in Politerapica – Terapie della Salute il Martedì dalle 17 in avanti.

3 Dicembre 2014

Il Dott. Gabriele Alari è stato eletto Membro del Consiglio Direttivo SIAPAV per il mandato 2015-2017 ed essendo uno degli specialisti che fanno parte di Medicina Vicina, l’altra idea di salute di Politerapica, noi ne siamo orgogliosi.

Il Dott. Alari non è più un giovincello ma è permeato da uno spirito e da una vivacità che difficilmente si trovano in giro. Questi aspetti, uniti ad un senso di sottile ironia, di arguzia e di umorismo ne fanno una persona simpaticissima, creativa, foriera di idee e di suggerimenti, elargiti con generosità a chi ha la ventura di essergli amico.

Il Dott. Gabriele Alari è poi anche un medico. E che medico! Laureatosi ormai 40 (quaranta!) anni fa, si è specializzato già nel 1978 e da subito ha dato avvio ad una carriera professionale invidiabile, che lo ha visto impegnato presso

  • l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo,
    già da quando si chiamava Ospedali Riuniti di Bergamo
    dove svolge attività ancora oggi, in qualità di consulente
  • le Cliniche Humanitas Gavazzeni di Bergamo
  • la Casa di Cura Beato Palazzolo di Bergamo

ovunque, immerso nell’angiologia, nell’ultrasuonografia vascolare e in tutte quelle discipline e attività che ci girano intorno.

In particolare presso la Casa di Cura Beato Palazzolo, ha raggiunto livelli professionali altissimi. Nel sito della Casa di Cura si può leggere:

“Il Dipartimento Funzionale di Angiologia (DFA), nasce sotto la direzione del Dr. Gabriele Alari e la supervisione scientifica del Prof. Piero Bonadeo dell’Università di Milano. IL DFA affronta lo studio, la prevenzione, la diagnosi e cura delle patologie vascolari in ogni loro implicazione. Le patologie del sistema cardio-vascolare sono al primo posto nel mondo come cause di mortalità, morbilità ed invalidità.
Le principali patologie di competenza del DFA sono: l’aterosclerosi sistemica, le patologie cerebrovascolari, la patologia aterosclerotica occlusiva periferica, il diabete mellito e le sue complicanze vascolari, le vasculopatie infiammatorie, l’ipertensione arteriosa, il trombo-embolismo venoso, i linfedemi, l’insufficienza venosa cronica, la sindrome postflebitica, le ulcere vascolari.”

E sicuramente non è poco!

Dunque, non solo il Dott. Alari si occupa a pieno titolo di quelle che sono le patologie che stanno al primo posto al mondo come cause di mortalità, morbilità e invalidità ma è addirittura il Fondatore e il Direttore del Dipartimento Funzionale di Angiologia di uno dei più noti centri di cura della provincia di Bergamo.

Ma non è finita!

Perché mentre si impegnava in modo così dedicato alla professione medica, il Dott. Gabriele Alari è sempre riuscito a trovare spazio e tempo da dedicare alla scienza e alla ricerca nel senso più ampio. Da qui la sua entusiastica adesione alle più importanti Società Scientifiche, tra cui spiccano

  • SIDV – GIUV
    Società Italiana di Diagnostica Vascolare
  • SIAPAV
    Società Italiana di Angiologia e Patologia Vascolare

e di quest’ultima, ha scalato nel tempo, tutti i livelli di responsabilità: Consigliere Nord-Ovest nel quadriennio 2003-2006, Segretario Nord-Ovest nel quadriennio 2006-2009, ancora Segretario Nord-Ovest nel quadriennio 2012-2014, fino all’elezione di Sabato scorso: membro del direttivo nazionale SIAPAV, insieme a nomi che rappresentano la crème dell’angiologia nel nostro Paese.

Insomma, una persona di grande umanità, di qualificata professionalità, sempre pronto a impegnarsi con generosità e serietà ma capace di non prendersi troppo sul serio. Come dire? Il medico perfetto!

Il Dott. Gabriele Alari riceve anche in Politerapica – Terapie della Salute, nell’ambito del progetto Medicina Vicina, dove esegue visite, valutazioni ed esami di

  • Angiologia
  • Ultrasuonografia
  • Medicina Internistica
24 Novembre 2014

Visite specialistiche, condotte da primari ospedalieri e professionisti qualificati, senza liste di attesa, al costo di 60,00€. Questo e molto di più è Medicina Vicina, l’altra idea di Salute di Politerapica – Terapie della Salute.

  • Allergologia
  • Angiologia e Ultrasuonografia vascolare
  • Cardiologia
  • Chirurgia generale
  • Chirurgia proctologica
  • Dermatologia
  • Endocrinologia
  • Fisiatria
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Medicina internistica
  • Ortopedia
  • Neuropsichiatria infantile
  • Pneumologia
  • Psicologia dell’età evolutiva
  • Urologia e Andrologia

sono le specialità che dal primo Novembre 2014 saranno disponibili in Politerapica, cui presto se ne aggiungeranno altre.

A Medicina Vicina aderiscono professionisti affermati, convinti del valore sociale ed etico rappresentato dal portare al cittadino una medicina di qualità, a prezzi contenuti.

Medicina Vicina è una medicina che mette la persona al centro, che vive nel territorio e lo conosce, che sa rispondere ai suoi bisogni in modo qualificato e accessibile. Qui i professionisti lavorano in équipe e, insieme, si occupano del paziente per assicurargli il meglio della sinergia tra le specializzazioni. E non manca la diagnostica più avanzata, attraverso convenzioni di collaborazione con centri di eccellenza.

Medicina Vicina è anche altro: è il concetto e il metodo di cura della salute di Politerapica,
applicati da sempre nelle sue attività:

  • Fisioterapia, Massoterapia e Terapie Fisiche
    per la Riabilitazione dell’Apparato Locomotore
  • Trattamento della scoliosi in età evolutiva
    per bambini e adolescenti
  • Cura e Riabilitazione del Pavimento Pelvico
    per uomini e donne di tutte le età e pure per bambini
  • Assistenza allo sviluppo e alla crescita del bambino e dell’adolescente
    con Logopedia, Psicomotricità, Valutazione e Trattamento dei DSA, Sostegno psicologico

Sempre in équipe, col paziente al centro – persona, protagonista del suo percorso – e in sempre in relazione con il medico inviante, e la scuola e la famiglia per i più piccoli.

Medicina Vicina
Così Politerapica – Terapie della Salute, i suoi specialisti e si suoi terapisti interpretano il ruolo sul territorio di una struttura sanitaria coerente con i principi di responsabilità sociale dell’impresa.

 

Per approfondimenti:

Pasquale Intini
Politerapica – Terapie della Salute
035.298468
pasquale_intini@politerapica.it

23 Novembre 2014

Anche questo è Medicina Vicina!

Si è tenuta il 31 Ottobre l’assemblea di FINCO-PP, Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico, per l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo che resterà in carica per i prossimi cinque anni e il direttore di Politerapica – Terapie della Salute, Pasquale Intini, è stato eletto tra questi.

Politerapica è già da diversi anni centro accreditato FINCO-PP per il trattamento, la prevenzione e la riabilitazione delle problematiche urologiche e proctologiche, unica struttura privata in Lombardia, insieme alle sole sette istituzioni pubbliche, tutte prestigiose, che vantano lo stesso titolo

  • Ospedale G. Fornaroli di Magenta, Unità Operativa di Urologia e Unità Spinale – Recupero Paraplegici Neurologici
  • Azienda Ospedaliera di Treviglio, Unità Dipartimentale di Urodinamica Neuro-Urologica ed Andrologica
  • Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli di Milano, Presidio Ospedaliero Macedonio Melloni, Struttura Semplice di Uroginecologia
  • Università degli Studi Di Milano, Ospedale San Giuseppe – Milano Cuore, U.O. di Urologia Clinica Urologica
  • Azienda Ospedaliera, Ospedale di Circolo Busto Arsizio (VA)
  • Fondazione Poliambulanza, Istituto Ospedaliero Brescia

L’elezione di Pasquale Intini rappresenta sicuramente un apprezzamento per il lavoro svolto da Politerapica in questi anni e uno stimolo ad aumentare ancora di più l’impegno della struttura nel portare sul territorio cura, prevenzione, sensibilizzazione, informazione e formazione.

E questa è Medicina Vicina. La Medicina Vicina di Politerapica.

_____________________________________________________________________

FINCO-PP, già nota come FINCO, è forse l’Ente più famoso a livello nazionale tra quelli impegnati
nella cura, la prevenzione, l’informazione e la sensibilizzazione pubblica e istituzionale
intorno all’incontinenza e ai disturbi del pavimento pelvico, nonché nella formazione corretta e di alta qualità delle figure sanitarie.

Nel corso degli anni, l’associazione ha

  • ottenuto l’istituzione della “Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza”
  • pubblicato due testi che sono diventati manuali di riferimento
    • ”L’incontinenza, questa sconosciuta”, presentato nel Ministero della Salute nel 2006
    • “Libro Bianco sull’incontinenza urinaria”, presentato nel Senato della Repubblica nel 2012
      e cui ha collaborato il Dott. Mario Leo Brena, Coordinatore del servizio di Urodinamica Pediatrica
      dell”A.O. Papa Giovanni di Bergamo
  • istituito la “Scuola nazionale per professionisti sanitari della continenza e del pavimento pelvico”,
    con riconoscimento a livello nazionale e internazionale delle figure professionali
    e col loro inserimento nel “Registro Nazionale” che è stato appositamente costituito
  • ottenuto la medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica Italiana,
    nel primo decennale della fondazione dell’associazione, per il lavoro svolto e in corso di svolgimento

FINCO-PP riunisce in associazione le persone che soffrono di incontinenza, ritenzione e, più in generale,
delle disfunzioni del pavimento pelvico, insieme agli operatori socio-sanitari che si occupano di questi disturbi
(medici di diverse specialità, infermieri, fisioterapisti, ostetriche, …) e ai cittadini sensibili a queste tematiche.

Tra i suoi scopi vi sono quelli di

  • promuovere modelli di assistenza, anche domiciliare, per le persone che soffrono di
    incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico
  • tutelare i pazienti oncologici e familiari che a causa di un tumore alla prostata, vescica, collo dell’utero, pavimento pelvico, …,
    spesso soffrono di incontinenza o disfunzioni del pavimento pelvico, e non trovano risposte adeguate ai propri bisogni
  • attuare programmi di sensibilizzazione, prevenzione, riabilitazione, reinserimento psico sociale,
    che investono direttamente o indirettamente le persone incontinenti e con disfunzioni del pavimento pelvico
    e le persone affette da ritenzione urinaria, assicurando loro una migliore qualità di vita
  • svolgere opera di sensibilizzazione ed informazione, relativamente alle problematiche connesse all’invalidità,
    nei confronti della società, verso le Istituzioni e gli organi deputati all’informazione
  • contribuire alla sensibilizzazione, formazione ed apprendimento degli operatori socio-sanitari;
  • applicare la “Convenzione delle nazioni unite sui diritti delle persone con disabilità”,
    la “Carta dei diritti delle persone incontinenti” e la “Carta dei diritti sessuali”

Gli organi sociali eletti nel corso dell’assemblea del 31 Ottobre e che resteranno in carica per i prossimi cinque anni sono così composti

Consiglio Direttivo

• Francesco Diomede – Presidente
• Lucio Cipullo
• Carmela Crescenzo
• Antonio Di Giorgio
• Pasquale Intini
• Erika Londero
• Marcello Stefanì
• Maddalena Strippoli
• Bertilla Ugolin

Consiglio dei Revisori dei Conti

• Nicoletta Calabrese
• Cosimo Fraccascia
• Fabrizio Gallo
• Vito Bottalico – Revisore supplente

Per informazioni e contatti, si può visitare il sito http://www.finco.org/

19 Novembre 2014

E’ un momento molto duro, lo sperimentiamo ogni giorno. Diminuisce in modo significativo il numero delle persone che possono accedere ai servizi sanitari e non solo a quelli privati.
Per questo, ormai da un anno e senza ridurre l’alta qualità delle sue prestazioni, Politerapica – Terapie della Salute offre la possibilità di modalità di pagamento dilazionate in 12, 24 o 36 mesi, senza interessi.

In molti lo hanno già provato e ne sono stati soddisfatti. La procedura è comoda, semplice e veloce: si svolge tutto nella sede di Politerapica.

Il costo dei trattamenti terapeutici può quindi essere pagato comodamente, da un minimo di quattro mesi ad un massimo di trentasei, senza costi aggiuntivi, salvo quelli del bollettino postale o del RID e quelli, peraltro assai modesti, di istruzione della pratica con Deutsche Bank Easy.

Con questa soluzione, crediamo di avere fatto una buona scelta: rendiamo più facile l’accesso alla nostra struttura, mantenendo alto il livello qualitativo dei nostri servizi.

La Segreteria di Politerapica è a disposizione per ogni informazione:
tel.: 035.298468
e-mail: info@politerapica.it

15 Ottobre 2014

Un’intera giornata dedicata alla salute urologica, quella che si terrà in Politerapica Sabato 29 Novembre 2014: un corso per Medici di Medicina Generale al mattino e un incontro con i cittadini al pomeriggio.

La salute urologica è una cosa seria! Non solo perché riguarda la salute (appunto) di un fondamentale apparato del corpo umano ma anche perché impatta una sfera essenziale per il benessere della persona, quella sessuale. Conoscerla, parlarne, affrontarla correttamente, con serenità me senza sottovalutare, è il modo migliore per vivere bene: in fondo, se salute è stato di completo benessere fisico, psichico e sociale, quando si tratta di apparato urologico e genitale incontriamo tutte e tre le condizioni e quindi occuparsene non è certo una perdita di tempo.

La giornata è quindi divisa in due parti.

Al mattino, per i Medici di Medicina Generale, il corso Oneday on Urology – Adances in ED and LUTS-BPH, organizzato da Lilly Salute con l’obiettivo di offrire un’esperienza di formazione unica attraverso metodologie innovative e altamente interattive.

Al pomeriggio, per tutti i Cittadini, l’incontro dal titolo Ipertrofia prostatica e sessualità nella terza età, condotto dal Dott. Paolo Belvisi – Primario dell’Unità Operativa di Urologia e Andrologia della casa di Cura Beato Palazzolo di Bergamo – che, insieme ad alcuni collaboratori, parlerà in modo semplice e chiaro di prostata, problemi della prostata, ipertrofia prostatica e di sessualità, a tutte le età ma soprattutto in quelle un po’ più avanzate.

Al termine dell’incontro, è previsto, per chi lo desideri, un controllo gratuito di valutazione dell’apparato urinario e di quello genitale.

Per informazioni:

Politerapica – Terapie della Salute
Tel. 035.298468
e-mail: info@politerapica.it