fbpx

Categoria: Archivio Newsletter

4 Aprile 2016

Mercoledì 20 Aprile 2016, ore 21,00
Cavernago – Sala Consiliare
Incontro pubblico

Cattiva digestione, stipsi, emorroidi:
un percorso breve quanto evitabile

 

Si comincia con una scorretta alimentazione e con poca o sbagliata attività fisica. Si continua digerendo male. La stipsi è diventato ormai un problema tipico della nostra società. Un problema che procura altri problemi: scorretta assimilazione di nutrienti, assimilazione di tossine, fino alle emorroidi, all’incontinenza e ai prolassi rettali. Insomma, una questione e un processo che non dovrebbero essere sottovalutati. Tanto più che si possono gestire nel giusto modo e si possono evitare i guai che ne derivano.

Di tutto questo parleremo, in modo semplice ma chiaro, sdrammatizzante ma preciso, durante l’incontro pubblico che si terrà a Cavernago, presso la Sala Consiliare, il prossimo Mercoledì 20 Aprile, alle ore 21,00, nell’ambito del Ciclo “I Mercoledì del vivere bene”, organizzato dall’Amministrazione Comunale insieme a Politerapica e ai suoi specialisti di Medicina Vicina. E a proposito di specialisti, per assicurare una trattazione completa del grosso tema in discussione, gli specialisti presenti saranno due:

  • Dott. Andrea Balduccci
    Gastroenterologo
  • Dott. Marco Bianchi
    Chirurgo generale – Proctologo

i quali risponderanno a ogni domanda, approfondiranno, discuteranno, chiariranno insieme al pubblico che, di solito, a Cavernago è molto vivace e partecipe.

Aprirà i lavori la Dott.ssa Maria Britta – Assessore alle Politiche Sociali del Comune.

L’incontro è aperto a tutti – cittadini di Cavernago ma anche di altri comuni – e la partecipazione è gratuita.

Per informazioni:
Comune di Cavernago – Tel. 035 840513
Politerapica – Tel. 035 298468; e-mail: info@politerapica.it

 

 

 

 

4 Aprile 2016

Mercoledì 27 Aprile 2016, ore 20,30
Brusaporto – Centro Culturale Via Tognoli
Incontro pubblico

Il cuore: una pompa che non si può fermare

 

L’apparato circolatorio è composto da una pompa, il cuore, e da una serie di tubi che raggiungono ogni area ed ogni organo del corpo, cioè i vasi sanguigni. La circolazione del sangue è fondamentale per l’organismo e viene resa possibile dall’azione del cuore, che è un muscolo cavo che attraverso le sue contrazioni, spontanee e ritmiche, fa circolare il sangue in due differenti circuiti, quello polmonare o piccola circolazione, e quello sistemico o grande circolazione.

Insomma, il cuore svolge un ruolo fondamentale per la vita dell’organismo umano e infatti, se si ferma, la vita cessa. D’altra parte, è un organo come tanti altri che invecchia, si affatica, viene sottoposto a sforzi, a stress. Può quindi indebolirsi, ammalarsi, guastarsi… anche se non ce lo possiamo permettere.

Per capire come è fatto il cuore, quale lavoro svolge, come funziona, come potrebbe ammalarsi e, soprattutto, come ne dobbiamo avere cura, si terrà a Brusaporto, presso il Centro la Sala Consiliare, il prossimo Mercoledì 20 Aprile, alle ore 21,00, nell’ambito del Ciclo “I Mercoledì del vivere bene”, organizzato dall’Amministrazione Comunale insieme a Politerapica e ai suoi specialisti di Medicina Vicina.

Sarà presente il

  • Dott. Nicola Cuocina
    Cardiologo

che risponderà a domande, chiarirà, approfondirà insieme alle persone in sala che saranno invitate a discutere liberamente del tema e di tutte le sue complicazioni.

Aprirà i lavori l’Ass. Renza Fumer – Assessore alle Politiche Sociali di Brusaporto.

L’incontro è aperto a tutti e la partecipazione è gratuita.

Per informazioni:
Comune di Brusaporto – Tel.  035.6667711
Politerapica – Tel. 035 298468; e-mail: info@politerapica.it

 

 

 

 

4 Aprile 2016

L'”Ambulatorio di Medicina dei Viaggi – Consulenza vaccinale e somministrazione vaccini” di Politerapica si rivolge a tutti coloro che necessitano di essere sottoposti a profilassi vaccinale prima di un viaggio, per ragioni di lavoro o per sicurezza personale. E’ un’attività aperta a chiunque e fondata sui principi di Medicina Vicina: professionisti qualificati a disposizione dei cittadini, senza liste di attesa e a condizioni di accesso particolarmente favorevoli.

I vaccini praticabili presso l’Ambulatorio di Medicina dei Viaggi di Politerapica, le caratteristiche delle malattie per la cui profilassi sono indicati e le loro modalità di somministrazione sono brevemente descritti qui di seguito.


 

Anticolerica orale (Dukoral)

Il colera è un’infezione dell’intestino tenue da parte di alcuni ceppi del batterio gram-negativo, a forma di virgola, Vibrio cholerae o vibrione. La condizione può presentarsi senza alcun sintomo, in forma lieve o grave. Il sintomo classico diarrea profusa, spesso complicata con acidosi, ipokaliemia, crampi muscolari e vomito, che dura un paio di giorni. La diarrea può essere così grave che può portare in poche ore ad una grave disidratazione e squilibrio elettrolitico. Questo può comportare occhi infossati, pelle fredda, diminuita l’elasticità della cute e rughe delle mani e dei piedi. La disidratazione può causare cianosi, un colore bluastro della pelle. I sintomi iniziano da due ore a cinque giorni dopo l’esposizione.

Il vaccino orale inattivato si somministra in due dosi successive, a distanza di una settimana l’una dall’altra, completando il ciclo idealmente una settimana prima della potenziale esposizione all’infezione. Il vaccino può essere impiegato anche nei bambini, a partire dai 2 anni: nei bambini di età 2-6 anni sono indicate tre dosi. Se sono trascorse più di 6 settimane tra le dosi, è necessario ricominciare il ciclo di immunizzazione di base.


 

Antiencefalite giapponese

L’encefalite giapponese è una malattia causata da un virus diffuso principalmente nelle zone rurali dell’Asia e trasmesso da zanzare infette. Questa malattia è trasmessa dalla puntura delle zanzare infette. L’encefalite giapponese rappresenta la principale causa di encefalite virale in Asia.

Il vaccino inattivato viene somministrato per via intramuscolare nel muscolo deltoide.
La vaccinazione primaria consiste in due dosi da 0,5 ml ciascuna, somministrate in conformità con il seguente calendario vaccinale:
Prima dose il giorno 0.
Seconda dose: 7 o 28 giorni dopo la prima dose.


 

Antiepatite A adulti e pediatrica

L’epatite A si diffonde mangiando o bevendo cibi o acqua contaminati da feci infette. Molluschi che non sono stati sufficientemente cotti, sono una fonte relativamente comune. Il virus può anche essere diffuso attraverso il contatto con una persona contagiosa. I bambini spesso non presentano sintomi quando vengono infettati sono però in grado di infettare gli altri. Dopo una singola infezione l’individuo acquisisce una immunità per il resto della sua vita. La formulazione della diagnosi prevede l’esame del sangue, in quanto i sintomi sono simili a quelli di molte altre malattie.

Vaccino inattivo intramuscolare, 2 dosi a distanza di 1 anno circa, poi cale per sempre.


 

Antiepatite B adulti

L’epatite B è una malattia infettiva, causata dal virus HBV, appartenente alla famiglia Hepadnaviridae, che colpisce il fegato. La trasmissione di epatite B avviene tramite esposizione a sangue infetto o a fluidi corporei come sperma e liquidi vaginali, mentre il DNA virale è stato rilevato anche nella saliva, nelle lacrime e nell’urina di portatori cronici con alto titolo nel siero sanguigno. Il virus dell’epatite B non può essere però trasmesso attraverso il contatto casuale, come per esempio il tocco delle mani, la condivisione di posate o bicchieri, l’allattamento, baci, abbracci, tosse o starnuti.

Vaccino inattivo: somministrazione intramuscolare, 3 dosi (1° dopo un mese la 2° e dopo 5° mesi la terza), vale a vita. Anche vaccino antiepatite A e B


 

Antimeningococcica B

La meningite meningococcica di tipo B è una forma di meningite causata dal batterio Neisseria meningitidis (o meningococco). La trasmissione del meningococco avviene per via respiratoria. Il batterio è un ospite frequente delle prime vie respiratorie ed è presente nel naso e nella gola del 2-30% della popolazione sana, con percentuali più elevate tra i giovani adulti, nonostante i portatori non manifestino alcun sintomo.

Vaccino coniugato inattivato: somministrazione intramuscolare.
2-5 mesi 3 dosi a distanza di almeno 2 mesi con un richiamo dopo 12-23 mesi.
6-23 mesi 2 dosi a distanza di almeno 2 mesi con un richiamo dopo 12-23 mesi
2-10 anni 2 dosi a distanza di almeno 2 mesi
>11 anni 2 dosi a distanza di almeno 1 mese.


 

Antimeningococcica coniugata ACYW125

La meningite meningococcica è una malattia batterica acuta provocata da Neisseria meningitidis. Si tratta di una patologia molto grave, caratterizzata, dopo un periodo di incubazione di 1-10 giorni, da un esordio improvviso, febbre, cefalea intensa, rigidità nucale, nausea, vomito e frequentemente esantema; i microrganismi di gruppo A, B e C sono responsabili della maggior parte dei casi.

Vaccino inattivato coniugato dei gruppi A, C, W135 e Y, 1 dose vale per tutta la vita.


 

Antirabbia

La rabbia è una malattia virale che causa l’infiammazione acuta del cervello negli esseri umani e in altri animali a sangue caldo. I primi sintomi possono includere febbre e prurito nel sito di esposizione. Questi sintomi sono seguiti da uno o più dei seguenti segni: movimenti violenti, emozioni incontrollate, paura dell’acqua, incapacità di muovere parti del corpo, confusione e perdita di coscienza. Una volta che i sintomi compaiono, quasi sempre la malattia si conclude nel decesso.

Il vaccino antirabbico è una preparazione sterile contenente virus della rabbia inattivato ottenuto a partire dalla materia cerebrale di coniglio o di ovino, da colture di cellule di embrione di pollo o di cellule umane diploidi.
Vaccinazione a scopo preventivo. L’immunità viene acquisita dopo iniezione di 2 dosi somministrate alla distanza di 1 mese l’una dall’altra. Esiste un protocollo di immunizzazione che prevede l’iniezione di 3 dosi il giorno 0, 7 e 21. Per i soggetti che si espongono a rischio in modo regolare e continuativo lo stato di immunità può essere mantenuto con una iniezione di richiamo dopo 1 anno e successivamente ad intervalli di 3-5 anni.
Vaccinazione a scopo curativo. Prevede una serie di 5 iniezioni, di cui la prima al giorno 0, somministrata appena possibile dopo il contatto sospetto. Seguono ulteriori quattro dosi nei giorni 3, 7, 14 e 30 (al primo, terzo, settimo, quattordicesimo e trentesimo giorno). Nei soggetti mai precedentemente immunizzati deve essere effettuato un richiamo dopo 90 giorni.


 

Antitifica orale/parenterale

La febbre tifoide o tifo addominale (o ileotifo) è una malattia infettiva sistemica, febbrile, a trasmissione oro-fecale provocata da un batterio del genere Salmonella, detto anche bacillo di Eberth o di Gaffky.

Vivotif è un vaccino vivo attenuato: polvere liofilizzata per sospensione orale. Vale 3 anni.
TYPHIM VI Soluzione iniettabile per uso intramuscolare polisaccaride capsulare Vi. Vale 3 anni.


 

Difterite-Tetano/ difterite-tetano-poliomelite

La difterite è una malattia infettiva acuta e contagiosa, provocata da ceppi tossigeni di Corynebacterium diphtheriae, un batterio Gram-positivo, catalasi-positivo, aerobio o anaerobio facoltativo, immobile che infetta le vie aeree superiori (e talora la cute). La tossina che esso produce è responsabile di complicanze tipiche quali miocardite e paralisi dei nervi cranici e periferici.
Il tetano è una malattia infettiva non contagiosa provocata dalla tossina prodotta da un batterio, il Clostridium tetani. Si presenta come una paralisi spastica che inizia da viso e collo, per poi procedere in torace e addome, ed alla fine diffondersi anche agli arti. L’infezione è innescata dalla contaminazione di tagli o ferite da parte delle spore di Clostridium tetani che nella profondità dei tessuti, a causa della anaerobiosi, trova l’ambiente adatto per la crescita e la produzione di tossina.

Vaccino inattivato intramuscolare si richiama ogni 10 anni.


 

Vaccino poliomelitico

La poliomielite, spesso chiamata polio o paralisi infantile, è una malattia acuta, virale, altamente contagiosa che si diffonde da individuo a individuo principalmente per via oro-fecale.

Vaccino inattivato intramuscolare si richiamo solo dove è obbligatorio.


 

Antipneumococcica

Lo Streptococcus pneumoniae è un batterio gram-positivo appartenente al genere Streptococcus ed è il principale responsabile della polmonite negli adulti.

Vaccino inattivato coniugato intramuscolare, copre contro 13 ceppi di polmoniti, vale per tutta la vita.

4 Aprile 2016

L’articolo che segue sulla Febbre gialla è stato messo cortesemente a disposizione dal Dott. Alberto Canciani, Assistente Sanitario, coordinatore del Centro di Profilassi Internazionale, ATS (già Asl) di Milano, che collabora con Politerapica, nell’ambito di Medicina Vicina, come curatore dell’Ambulatorio di Medicina dei Viaggi – Consulenza vaccinale e somministrazione vaccini. Presso la ATS di Milano, il Dott. Alberto Canciani è impegnato a tempo indeterminato, occupandosi in particolare di: counselling, ambulatorio vaccinale, controllo qualità cartelle, approvvigionamento vaccini e aggiornamento sito aziendale.

Pur essendo la Febbre gialla l’unica malattia per la quale non vengono somministrati vaccini in Politerapica, abbiamo ritenuto di dedicarle dello spazio, considerate le particolarità di questa patologia.


FEBBRE GIALLA

La febbre gialla è una malattia infettiva, virale causata da un Flavivirus trasmesso all’uomo da una zanzara del genere Aedes Aegypti che è presente sia in ambiente rurale che in ambiente urbano, in diversi continenti.
La febbre gialla è una febbre emorragica virale che viene trasmessa da zanzare infette. Sono descritti tre cicli diversi di attività del virus e di modalità trasmissiva: una selvatica, una intermedia e una urbana. I tre tipi esistono in Africa, ma in Sud America si riscontrano solo il tipo selvatico e urbano dell’infezione.

La febbre gialla si trova tra il 15° parallelo Nord e il 10° parallelo Sud in America e in Africa (v.cartografia). Non c’è in Asia, benché siano presenti specie di zanzare potenziali vettori. L’incidenza è imprecisata perché la maggior parte dei casi è subclinica o non è segnalata, verificandosi in aree geografiche remote. L’OMS stima che si verifichino 200,000 casi all’anno solo in Africa (100-200 casi all’anno in Amazzonia). L’area geografica interessata dalla febbre gialla è in espansione, soprattutto in Africa, in zone dove era considerata eradicata (es. Africa orientale e meridionale). In Africa la trasmissione avviene principalmente nelle zone di savana dell’Africa centrale e occidentale, durante la stagione delle piogge, con saltuarie epidemie in zone urbane e in villaggi. Più raramente interessa le zone di foresta equatoriale.

In Sud America gli episodi sono sporadici e colpiscono quasi sempre agricoltori o lavoratori delle foreste. Dopo una campagna di eradicazione dell’Aedes Aegypti negli anni trenta, la febbre gialla urbana era diventata rara in Sud America, ma a causa del degrado socio-economico ed ecologico degli ultimi anni, queste zanzare hanno recentemente rioccupato buona parte delle aree dalle quali erano state eliminate e il rischio potenziale di epidemie urbane è aumentato. Molto raramente si hanno casi di febbre gialla nei turisti e nei viaggiatori.

La malattia si manifesta nel 60% dei casi in modo asintomatico; esistono manifestazioni lievi; una piccola parte di casi si manifesta in forma grave con sintomatologia generale sistemica, forti dolori generalizzati, emorragie precoci e gravi sia cutanee che interne, ittero; alla fine sopraggiunge una insufficienza epatica e renale ingravescente quasi sempre letale. La morte può intervenire nei primi giorni di malattia, generalmente non oltre il decimo, e caratterizza le forme a carattere emorragico fin dalla fase iniziale.

Ad una prima fase di manifestazione di malattia, segue generalmente un periodo di remissione della durata di poche ore o alcuni giorni, quindi inizia una fase di intossicazione caratterizzata da emorragie cutanee e digestive, sintomi a carico del fegato (ittero), dell’apparato urinario (insufficienza renale) e shock.

I decessi si presentano nel 20% dei casi gravi, in particolari epidemie si può arrivare all”80% di mortalità. Il 50% dei pazienti in fase tossica muore, di solito entro 2 settimane dalla comparsa dei sintomi. La mortalità è maggiore nei più giovani. Il tasso di mortalità è più basso nelle epidemie (5%). Segno prognostico sfavorevole è la precoce comparsa e la severità dell’ittero (3º giorno). L’aumento delle transaminasi è direttamente proporzionale al danno epatico ed è un segno prognostico sfavorevole.

La febbre gialla è una malattia che si può prevenire con il vaccino 17D (AntiMarillico). Si tratta di un vaccino prodotto con virus vivo attenuato che produce, con una sola dose, una immunità duratura (almeno 10 anni). È l’unica vaccinazione soggetta a regolamento obbligatorio internazionale.
Per i viaggiatori che partono dall’Italia, e si recano in zone dove è presente la zanzara del genere Aedes generalmente non è obbligatoria in Italia. Si rende obbligatoria 10 giorni prima di partire per coloro che si recano in paesi tropicali o subtropicali che, a causa dell’alto rischio di infezione, prevedono l’obbligatorietà per tutti i viaggiatori in entrata. In genere sono i paesi considerati infetti.
Consigliamo caldamente la vaccinazione a tutti coloro che si recano sia in zona infetta che in zona endemica.
Per i viaggiatori che si spostano tra paesi dove è presente la zanzara, la vaccinazione è resa obbligatoria per regolamento internazionale.

Paesi che richiedono la vaccinazione per la Febbre Gialla da qualsiasi parte del mondo si provenga (Yellow Book 2014-CDC)

– Angola
– Benin
– Burkina Faso
– Burundi
– Cameroon
– Congo, Rep.
– Costa d’Avorio
– Gabon
– Ghana
– Guinea-Bissau Guyana Francese
– Liberia
– Mali
– Niger
– Repubblica Centrafricana
– Repubblica Democratica del Congo
– Rwanda
– São Tomé e Príncipe
– Sierra Leone
– Togo

Paesi a rischio di trasmissione Febbre Gialla (Yellow Book 2014-CDC)
*In questi paesi il rischio di trasmissione è limitato ad alcune aree. Vedi mappe 1 e 2

AFRICA
– Angola
– Benin
– Burkina Faso
– Burundi
– Cameroon
– Chad*
– Congo, Rep
– Costa d’Avorio
– Ethiopia*
– Gabon
– Gambia, The
– Ghana
– Guinea
– GuineaBissau
– Guinea Equatoriale
– Kenya*
– Liberia
– Mali*
– Mauritania*
– Niger*
– Nigeria
– Repubblica Centrafricana
– Repubblica Democratica del Congo*
– Rwanda
– Senegal
– Sierra Leone
– Sudan*
– Sud Sudan
– Togo
– Uganda

AMERICA
– Argentina*
– Bolivia*
– Brasile *
– Colombia*
– Ecuador*
– Guyana
– Guyana Francese
– Panama*
– Paraguay
– Peru*
– Suriname
– Trinidad e Tobago*
– Venezuela*

 

Dott. Alberto Canciani
Assistente Sanitario

5 Marzo 2016

E’ rivolta soprattutto agli adulti e alle famiglie che, prima di un viaggio all’Estero, vogliano capire come debbano proteggersi e vogliano eventualmente sottoporsi a vaccinazioni, eseguite da professionisti preparati, senza liste di attesa, a condizioni accessibili.

La consulenza in ambito di Medicina dei Viaggi è, infatti, un’esigenza sempre più importante sul territorio. Viaggi per lavoro e viaggi per piacere in Paesi dove sia necessario un’adeguata profilassi sono sempre più frequenti, spesso necessari.  Il “Servizio di consulenza vaccinale e somministrazione vaccini” è la risposta di Medicina Vicina a questa esigenza.

A viaggiatori, singole persone, famiglie, gruppi, lavoratori esposti a possibili contagi e trasfertisti viene offerto un servizio multidisciplinare e integrato che comprende consulenza pre-viaggio e eventuale somministrazione di vaccini. Nel dettaglio:

  1. Consulenza pre-viaggio con
    • valutazione
      su stato di salute, destinazione del viaggio, durata del viaggio, motivi del viaggio, vaccinazioni effettuate in precedenza
    • suggerimenti
      su profilassi farmacologica e vaccinazioni
  2. Somministrazione vaccinazioni
    • vaccini consigliati nell’ambito dell’attività di consulenza
    • vaccini prescritti da Medico di Medicina Generale o altro Medico

Il servizio è disponibile anche per chi voglia accedere a consulenza ed eventuale somministrazione di vaccini senza necessariamente dovere effettuare un viaggio. In particolare, i vaccini somministrabili sono:

  • Anticolerica orale (Dukoral)
  • Antiencefalite giapponese
  • Antiepatite A – Adulti e pediatrica
  • Antiepatite B – Adulti
  • Antimeningococcica B
  • Antimeningococcica coniugata – ACYW125
  • Antirabbia
  • Antitifica orale/parenterale
  • Difterite-Tetano
  • Difterite-Tetano-Poliomelite
  • Antipoliomelite
  • Antipneumococcica

Il servizio è gestito da personale qualificato con molti anni di esperienza nell’attività vaccinale. Assenza di liste di attesa e costi particolarmente accessibili completano l’applicazione delle formula di Medicina Vicina anche in questo ambito.

Le modalità di accesso sono semplici: basta telefonare al n. 035.298468 per un appuntamento o per richiedere informazioni.

In allegato, l’elenco delle vaccinazioni, le patologie coperte e le modalità di somministrazione.

Politerapica – Ambulatorio di Medicina dei Viaggi – Elenco vaccinazioni, patologie, modalità di somministrazione

5 Marzo 2016

11 aziende bergamasche, 137 lombarde, di grandi, medie e piccole dimensioni, tra queste Politerapica e il suo progetto Medicina Vicina: si è tenuto Mercoledì 17 Febbraio, a Milano, presso il Palazzo della Regione Lombardia, l’evento di premiazione per le buone prassi di Responsabilità Sociale di Impresa, edizione 2015, il riconoscimento che Unioncamere e Regione Lombardia conferiscono a quelle imprese lombarde che gestiscono le loro attività secondo principi, appunto, di responsabilità sociale.

Politerapica è stata premiata soprattutto per le attività condotte nell’ambito del progetto Medicina Vicina:

  • Informazione e sensibilizzazione sulla salute
    rivolte alla cittadinanza con l’obiettivo di promuovere comportamenti sani e orientati al benessere,
    realizzate attraverso
    3 convegni pubblici
    ad accesso gratuito, presso la sede ASL di Bergamo
    “Le vaccinazioni in età pediatrica: il tuo medico ne sa più di Internet”
    “Acufene, il rumore nel silenzio”
    “Ormoni in attesa. La tiroide in gravidanza è importante per mamma e bambino”
    19  incontri pubblici sulla salute
    ad accesso gratuito, organizzati insieme alle Amministrazioni Comunali
    – 8 a Bergamo
    – 7 a Cavernago
    – 4 a Brusaporto
    divulgazione mediatica
    intensa e continua, attraverso i canali radio televisivi
  • Iniziative di screening e valutazione gratuiti
    10 aperti alla popolazione
    3 realizzati insieme ad un’associazione di categoria

Politerapica riceve per la terza volta consecutiva questo importante riconoscimento per le sue iniziative – era accaduto già nell’edizione del 2012 e del 2013 – a conferma della continuità del suo impegno a svolgere con responsabilità la sua attività nel delicato ambito della salute, sul territorio, attraverso l’approccio di Medicina Vicina.

Lo riceve insieme a 137 altre aziende – sul milione presenti in Lombardia – di ogni dimensione: dai piccoli asili nido, alle grandi imprese quali sono banche e aziende di portata internazionali che hanno partecipato al bando.

Si tratta di un riconoscimento importante il cui merito va innanzi tutto ai collaboratori di Politerapica e di Medicina Vicina e a quanti, anche dall’esterno della struttura, l’hanno sostenuta nello nel suo impegno a svolgere con Responsabilità Sociale il suo ruolo sul territorio. A loro il nostro ringraziamento.

In allegato

– Link alla trasmissione del 18.2.2016 Radio Alta/Bergamo TV
– Articolo de l’Eco di Bergamo del 18.2.2016
– Comunicato stampa di Unioncamere e Regione Lombardia
– Brochure con elenco di tutte le aziende premiate
– Programma della premiazione
– Fotografie dell’evento

 

 

Eco di Bergamo – 2016.02.18 – Premio Buone Prassi 2015

Buone Prassi 2015 PREMIAZIONE Comunicato stampa Unioncamere e Regione Lombardia

Buone Prassi 2015 – Programma premiazione 17 febbraio 2016

Buone prassi 2015 – Elenco imprese premiate

 

Buone prassi 2015 - Premiazione 17 Febbraio 2016 - Politerapica

Buone prassi 2015 – Premiazione 17 Febbraio 2016 – Politerapica

 

Buone prassi 2015 - Premiazione 17 Febbraio 2016 - Alcune aziende premiate per servizi alla comunità

Buone prassi 2015 – Premiazione 17 Febbraio 2016 – Alcune aziende premiate per servizi alla comunità

 

Buone prassi 2015 - Premiazione 17.2.2016 - Alcune aziende bergamasche premiate

Buone prassi 2015 – Premiazione 17.2.2016 – Alcune aziende bergamasche premiate

 

Buone prassi 2015 - Premiazione 17 Febbraio 2016 - Palazzo Lombardia

Buone prassi 2015 – Premiazione 17 Febbraio 2016 – Palazzo Lombardia

 

Buone prassi 2015 - Premiazione 17 Febbraio 2016

Buone prassi 2015 – Premiazione 17 Febbraio 2016

 

Buone prassi 2015 - Premiazione 17 Febbraio 2016

Buone prassi 2015 – Premiazione 17 Febbraio 2016

 

Buone prassi 2015 - Premiazione 17 Febbraio 2016

Buone prassi 2015 – Premiazione 17 Febbraio 2016

 

Buone prassi 2015 - Premiazione 17 Febbraio 2016

Buone prassi 2015 – Premiazione 17 Febbraio 2016

 

Buone prassi 2015 - Premiazione 17 Febbraio 2016

Buone prassi 2015 – Premiazione 17 Febbraio 2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 Marzo 2016

I soci e i dipendenti della Croce Rossa Italiana delle provincia di Bergamo e i loro familiari conviventi possono da ora accedere a condizioni di favore ai servizi e alle prestazioni di Politerapica e del suo progetto Medicina Vicina.

Da anni, Politerapica e la Croce Rossa Italiana di Scanzorosciate svolgono diverse attività insieme, sul territorio. Due realtà che hanno molto in comune pur facendo parte di due ambiti diversi: quello delle strutture sanitarie private per la prima, quello del volontariato per la seconda. Attività nelle quali si sono scoperte accomunate dal comune approccio di attenzione al territorio e di impegno per portare la cultura della salute in mezzo alla gente.

Tutto questo è diventato ancora più vero da quando è partita Medicina Vicina, la nuova idea di salute di Politerapica che ha l’ambizione di portare sul territorio una medicina di qualità, a condizioni accessibili, senza attese.

Con queste premesse non poteva mancare una convenzione tra Politerapica e Croce Rossa Italiana che rendesse ancora più stretto il rapporto tra le due entità, questa volta attraverso la possibilità per i soci e i dipendenti della C.R.I. di accedere ai servizi e alle prestazioni di Politerapica a condizioni particolari.

Si tratta di un altro passo insieme, cui siamo certi che ne seguiranno ancora molti.

Per informazioni e dettagli si può consultare il sito: https://www.politerapica.it/convenzioni/
o
ppure chiamare la Segreteria di Politerapica al numero 035.298468

 

5 Marzo 2016

E’ ancora un momento molto duro. Molte sono le persone che hanno difficoltà ad accedere ai servizi sanitari e non solo a quelli privati.
Per questo, Politerapica offre la possibilità di modalità di pagamento dilazionate in 12, 24 o 36 mesi, senza interessi.

In molti lo hanno già provato e ne sono stati soddisfatti. La procedura è comoda, semplice e veloce: si svolge tutto nella sede di Politerapica.

Il costo dei trattamenti terapeutici può quindi essere pagato comodamente, da un minimo di quattro mesi ad un massimo di trentasei, senza costi aggiuntivi, salvo quelli del bollettino postale o del RID e quelli, peraltro assai modesti, di istruzione della pratica con Deutsche Bank.

Con questa soluzione, crediamo di avere fatto una buona scelta: rendiamo più facile l’accesso alla nostra struttura, mantenendo alto il livello qualitativo dei nostri servizi.

Anche questa è Medicina Vicina, la nuova idea di salute, di Politerapica.

La Segreteria di Politerapica è a disposizione per ogni informazione:
tel.: 035.298468
e-mail: info@politerapica.it

5 Marzo 2016

E’ riservata alla Professione Sanitaria Infermieristica, ha obiettivi ambiziosi di formazione e preparazione, è articolata e impegnativa, le sono stati assegnati 50 crediti formativi ECM per Infermieri. Si tratta della “Scuola Nazionale di Vulnologia e perfezionamento nella gestione delle lesioni”, organizzata da FINCO-PP, Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico e da A.I.STOM, Associazione Italiana Stomizzati.

“La Scuola Nazionale – si legge nelle presentazione – si propone di realizzare un percorso formativo finalizzato a far acquisire particolari conoscenze nel settore della prevenzione e trattamento delle lesioni cutanee, dalla prevenzione alla scelta dell’intervento terapeutico, considerando ogni aspetto assistenziale, in un’ottica interprofessionale ed interdisciplinare, seguendo le evidenze scientifiche in una visione favorevole alla “qualità di vita dei pazienti”, in rapporto al costo/beneficio”.

E ancora: “Il Corso è ripartito in cinque moduli, da aprile a novembre 2016, con tre moduli di teoria e due di esercitazioni pratiche, svolte
sotto forma di tirocinio presso ambulatori nazionali accreditati”.

Gli obiettivi proposti dalla Scuola dicevamo che sono ambiziosi e importanti:
– Acquisire le conoscenze e le competenze necessarie per la cura delle ferite
– Applicare le diverse procedure di medicazione e cura delle ferite
– Individuare i protocolli e le procedure nell’ambito di prevenzione e riabilitazione delle lesioni
– Tutelare i diritti delle persone affette da ferite acute e croniche

Programma ben strutturato, docenti di livello nazionale, certificazioni a livello europeo (UNI) e internazionale (ISO), numero chiuso di iscrizioni rendono l’iniziativa un’interessante opportunità per la formazione e per il curriculum degli Infermieri.

Per informazioni, si possono contattare le Segreterie nazionali AISTOM • FINCOPP:
Tel. 080.5093389 – Fax: 080.5619181 – Numero Verde 800.675323
aistom@aistom.org – segreteria@finco.org

In allegato sono disponibili:

Scuola nazionale di vulnologia – Brochure completa

Scuola nazionale di vulnologia – Questionario per l’allievo

Scuola nazionale di vulnologia - Locandina

Scuola nazionale di vulnologia – Locandina

 

 

 

 

 

5 Marzo 2016

Non è la prima volta. Lo abbiamo discusso col Comune di Brusaporto e lo abbiamo deciso insieme, potendo fare affidamento  sulla disponibilità degli specialisti di Medicina Vicina. Ora è tutto pronto e possiamo annunciare il ciclo di incontri pubblici

Medicina Vicina – Primavera in salute
Brusaporto 2016
_________________________

Brusaporto, Centro culturale via Tognoli
Marzo/Maggio 2016

organizzato con l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Brusaporto, Sig.ra Renza Fumer. Tre incontri in programma, per questa sessione primaverile, con frequenza mensile. Ognuno a partire dalle 20,30.

  • Mercoledì 16 Marzo
    “Non è LA diabete: è la glicemia! … e bisogna curarla”
    con la partecipazione di
    Danila Covelli
    Specialista in Endocrinologia e collaboratrice di Medicina Vicina
  • Mercoledì 27 Aprile
    “Il cuore: una pompa che non si può fermare”
    con la partecipazione di
    Nicola Cuocina
    Specialista in Cardiologia, U.O.C. Cardiologia Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e collaboratore di Medicina Vicina
  • Mercoledì 25 Maggio
    “Agopuntura: terapia riconosciuta e efficace, integrata nell’arte medica”
    con la partecipazione di
    Anna Scorpiniti
    Specialista in Gastroenterologia e perfezionata in Agopuntura e collaboratrice di Medicina Vicina

Gli incontri saranno condotti con uno schema che abbiamo già sperimentato con successo

– saluti dell’assessore
– presentazione del tema
– discussione aperta durante tutto l’incontro con risposte e approfondimenti da parte dello specialista presente
– chiusura dei lavori

Come sempre, a Brusaporto è attesa notevole partecipazione e interesse da parte di un pubblico che si è sempre dimostrato attivo e vivace.