7 Dicembre 2018

C’è voluto tutto il coraggio del Dott. Oreste Risi, Responsabile e Scientifico del convegno, per inserire un intervento dedicato alla voce dei pazienti in quello che è probabilmente il più importante evento scientifico nazionale sull’incontinenza e i disturbi pelvici, il “XIII International Perineology Meeting – Incontinence, sexual dysfunction, chronic pelvic pain, urinary tract infections” che si è tenuto a Treviglio il 30 Novembre e 1 Dicembre 2018.

E c’è voluto tutto il coraggio di FINCOPP Lombardia Onlus – Fedrazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico per raccogliere la sfida e presentarsi dinnanzi ad un tale uditorio per raccontarsi, raccontando l’altra faccia del tema: le paure del paziente.

Già, il paziente, la persona. Quell’individuo che vive una vita, in un contesto sociale, familiare, lavorativo. Quell’uomo o quella donna così diversi da altri uomini ed altre donne ma accomunati dallo stesso peso: la vergogna e l’angoscia per un disturbo che sente dire si risolva con i pannolini profumati per non far sentire il cattivo odore in ascensore.

La persona con in suoi affetti e le sue relazioni, la sua dignità, il suo ruolo, le sue ambizioni, le sue speranze. Uno di noi, giovane e meno giovane. Bambino, addirittura, quando – come è ormai noto – l’enuresi diventa un problema e non più una fase di crescita.

E’ più facile raccontare di avere un cancro che di essere affetti da incontinenza, racconta Francesco Diomede, Presidente FINCOPP nazionale. Non si racconta neppure al proprio medico. Trascorrono gli anni nell’angoscia. Si cade nella disistima verso sé stessi, nella depressione. Senza speranze, con mille domande, anche quando, forse casualmente, si approda ad un centro di riabilitazione. Nessuna certezza che quella sia la soluzione giusta. Chi lo dice? Perché crederci?

Il problema pare essere sempre quello: la cultura. la cultura tra la gente ma – e spesso soprattutto – la cultura tra gli operatori sanitari. Quanti medici, quanti specialisti, ancora oggi, dicono che sia normale perdere delle gocce di pipì per una donna che ha avuto due parti? Pper non parlare della comprensione e sensibilità delle Istituzioni.

Perché, di incontinenza non si muore. L’incontinenza, però, ruba la vita.

Un quarto d’ora di intervento, delle slide a fare da cornice. Una sola, grandissima soddisfazione: in una sala di operatori e specialisti presenti in circa un centinaio, non si sentiva volare una mosca. Alta l’attenzione e, con questa, il rispetto. Scrosciante l’applauso finale. Molti i commenti favorevoli raccolti dopo.

Ha avuto coraggio, Oreste Risi. Crediamo abbia avuto anche ragione.

________________________________

XIII Perinealogy Meeting- Treviglio 30.11 e 1.12.2018 – Incontinenza e disturbi pelvici. Le paure del paziente.

 

 

 

7 Dicembre 2018

Dal 17 Ottobre al 30 Novembre, visite gratuite in tutta Italia per la prevenzione e la diagnosi precoce dei disturbi urologici e genitali maschili. Questa è stata la campagna “Controllati”, organizzata da SIU – Società Italiana di Urologia e giunta alla sua 3° edizione.

 

Politerapica – Medicina Vicina ha partecipato, con la cortese collaborazione di

 

  • Paolo Belvisi
    Urologo, Responsabile dell’attività
  • Alberto Manzetti
    Urologo

 

Un lavoro impegnativo ed entusiasmante ad un tempo che ha visto coinvolta molta parte della nostra struttura per accogliere i 78 (Set-tan-tot-to!) uomini che sono stati visitati ed esaminati gratuitamente da noi.

Un’attività di diagnosi precoce e di valutazione oggi più che mai necessaria, considerati i freni del malinteso pudore e vergogna che rendono difficile il ricorso al medico quando si tratta di organi genitali, soprattutto maschili. Una volta, c’era un minimo di screening rappresentato dalla visita di leva, ora neppure quella. Eppure i disturbi genitali necessitano di essere indagati e meritano di essere curati:

 

  • indagati per essere certi che non siano sintomo di problemi molto seri e pericolosi che vanno al di là della sfera sessuale e potrebbero arrivare a mettere in pericolo la vita
  • curati perché la salute sessuale è una parte determinante della salute globale della persona; è un diritto a tutti gli effetti

 

Copiamo dal materiale messo a disposizione da SIU per la campagna. Lo sapevate?

 

 

Tutti i dettagli e molte informazioni utili sulla salute maschile, nella brochure allegata:
Campagna-Prevenzione-urologica-SIU-

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni, tel. 035.298468.
www.politerapica.it

4 Novembre 2018

L’incontinenza si può prevenire. In ogni caso, si cura. Il fatto è che la gente non lo sa!

Per sapere come si può prevenire l’incontinenza e come la si può curare, come si prevengono e si curano gli altri disturbi di “quelle parti”, abbiamo organizzato il convegno pubblico “Incontinenza e non solo. Disturbi che si curano e si prevengono.” che avrà luogo Mercoledì 7 Novembre – ore 18,00, a Seriate, presso il Teatro Aurora, in Via del Fabbro, 5.

L’incontro è aperto a tutti, soprattutto a chi l’incontinenza non ce l’ha! L’ingresso ovviamente è gratuito.

Durante l’incontro, gli specialisti parleranno col pubblico e racconteranno in modo sereno ma serio, con parole semplici e precise, come l’incontinenza e i disturbi pelvici non debbano essere considerati un tabù, come si possa evitare che vengano e come, quando ci sono, si possano risolvere. Sarà una chiacchierata nella quale le persone presenti potranno intervenire, se lo vogliono, fare domande, chiedere, spiegazioni.

 

 

9 Ottobre 2018

Dal 17 Ottobre al 30 Novembre, visite gratuite in tutta Italia per la prevenzione e la diagnosi precoce dei disturbi urologici e genitali maschili. Parte la campagna Controllati!

Lo sapevate? 

Non lo diciamo noi: lo dice la SIU – Società Italiana di Urologia che organizza la 3° edizione di:Partecipa anche Politerapica – Medicina Vicina, con la collaborazione di

  • Paolo Belvisi
    Urologo, Responsabile dell’attività
  • Alberto Manzetti
    Urologo

Tutti i dettagli e molte informazioni utili sulla salute maschile, nella brochure allegata:
Campagna-Prevenzione-urologica-SIU-

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni, tel. 035.298468.
www.politerapica.it

2 Ottobre 2018

“Di incontinenza (e disturbi pelvici) non si muore ma l’incontinenza ruba la vita”.
Perché, se si può prevenire? Perché, se si può curare?

Ne parliamo insieme, il 7 Novembre!
Con noi, specialisti di altissimo livello che, con parole chiare, ci racconteranno cosa sono quei problemi di cui, sotto sotto, facciamo fatica a parlare ma che riguardano oltre 5.000.000 di persone in Italia. Ci diranno che si curano e ci spiegheranno come. Soprattutto, ci diranno come si possono prevenire.

L’incontro è aperto a tutti i cittadini, uomini e donne, perché incontinenza e disturbi pelvici riguardano tutti.

31 Luglio 2018

Sono tre i Medici Chirurghi, specialisti in Urologia che collaborano con Politerapica, nell’ambito del progetto Medicina Vicina. Due di questi sono primari ospedalieri e il terzo è un professionista di pari livello. Tutti e tre visitano (e in modo molto accurato) senza liste di attesa, al costo per il paziente di 60€:

  • il Dott. Oreste Risi, focalizza la sua attività sulla diagnosi e la cura dei problemi urologici maschili e femminili, legati al pavimento pelvico: incontinenza, ritenzione, vescica iperattiva, cistite ricorrente
  • il Dott. Antonio Manfredi, è anch’egli impegnato nella tematica pelvica e focalizza la sua attività sulla diagnostica ecografica dell’apparato uro-genitale maschile, anche con ecocolordoppler
  • il Dott. Paolo Belvisi, spazia su tutte le problematiche urogenitali maschili e urologiche femminili e svolge attività di piccola chirurgia ambulatoriale urologica

Un team straordinario che lavora in équipe coinvolgendo gli altri specialisti di Medicina Vicina, in quell’approccio multidisciplinare che vede davvero il paziente al centro dell’attenzione della struttura che lo prende in carico.

Visite specialistiche, dunque, insieme a diagnostica ecografica, ecocolordoppler e a piccola chirurgia ambulatoriale. Da oggi, con uno strumento in più: l’uroflussometro.

L’uroflussometro è un dispositivo per la misurazione e la valutazione immediate del tempo, della potenza, del flusso massimo e del flusso totale della minzione (l’atto del fare la pipì) nonché il tempo tra l’inizio della minzione e l’effettivo flusso di urina, il tempo di svuotamento. Eseguito insieme all’ecografia, durante la visita specialistica urologica, aiuta a comprendere in modo rapido quale sia l’effettiva funzionalità delle basse vie urinarie del paziente.

Un esame in meno da fare fuori e il risparmio di tempo e della necessità di tornare per una seconda valutazione. Questi e molti di più sono i vantaggi per il paziente in una struttura dotata di questo strumento. Uno strumento in più, in Politerapica, per assicurare la migliore presa in carico dei suoi pazienti. Anche questa è Medicina Vicina.

Come per tutte le attività di Medicina Vicina, anche l’esame di uroflussometria viene eseguito a condizioni “vicine” al paziente.

 

 

Per informazioni e prenotazioni:
Politerapica Segreteria: tel. 035.298468, e-mail info@politerapica.it