Politerapica: Urologia, diagnostica e pavimento pelvico: <br/> Michele Manica in Politerapica

Urologia, diagnostica e pavimento pelvico:
Michele Manica in Politerapica

0 24 Aprile 2019

Un nuovo professionista si aggiunge al team di Politerapica – Terapie della Salute, nell’ambito del progetto Medicina Vicina: si tratta del Dott. Michele Manica, specialista in Urologia che affianca i colleghi che già si occupano di questa specialità. Ancora una volta si tratta di un’attività che viene svolta in convenzione con l’ASST Papa Giovanni XXIII, presso cui il Dott. Manica lavora a tempo pieno, nella loro U.O.C. di Urologia. Il Dott. Michele Manica si è laureato in Medicina e Chirurgia, nel 2010, presso l’Università degli Studi di Pisa, con il massimo dei voti. Si è specializzato in Urologia, nel 2016, presso la stessa Università, con Lode. Particolarmente intensa la sua preparazione:

  • Ha curato la sua formazione specialistica presso
    • U.O.C. di Urologia Universitaria I, dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana
    • U.O.C. di Urologia Ospedaliera II, Centro di Riferimento Regionale per i Tumori del Rene
    • U.O.C. di Urologia dell’ASST Papa Giovanni XIII di Bergamo.
  • Molta attenzione ha prestato alla diagnosi e al trattamento delle principali patologie urologiche oncologiche e funzionali. In particolar modo si è occupato di diagnostica ecografica ottenendo, nel 2013, il Diploma SIUMB in Ecografia Clinica.
  • Da Novembre 2015 a Giugno 2016 h

0 19 Aprile 2019

A chi la vive in modo religioso. A chi crede che sia risorto. A chi la vive in modo laico. A chi la vive con i suoi cari. A chi la vive da solo. A chi la vive in allegria. A chi la vive con sofferenza e difficoltà. Ai nostri pazienti. Ai nostri amici. Ai nostri sostenitori. Ai nostri estimatori. A coloro che magari abbiamo deluso. A chi non si è trovato bene come avrebbe pensato. A chi non è riuscito a risolvere come credeva. A tutti i più cari auguri di qualche giorno sereno da tutti noi, specialisti, terapisti, collaboratori e consulenti di Politerapica – Medicina Vicina.

0 6 Aprile 2019

Era il 24 Gennaio 2019 e Politerapica – Medicina Vicina annunciava l’apertura dell’

Ambulatorio Multidisciplinare Problematiche Urogenitali e Intestinali del Bambino. _______________________________________

Presa in carico, cura e riabilitazione.

coordinato dal Dott. Mario Leo Brena – Chirurgo Pediatrico presso l’ASST Papa Giovanni XXIII, con una profondissima esperienza nel trattamento dei disturbi pelvici dei bambini – che aveva iniziato la sua collaborazionoe con noi in convenzione con l’Azienda Ospedaliera. Politerapica, rispondeva così ad un problema serio che deve essere trattato in modo serio: quello delle problematiche funzionali e malformative, urogenitali e intestinali, in età pediatrica, di cui l’incontinenza fa parte. Al suo fianco, FINCOPP Lombardia Onlus, l’associazione senza scopo di lucro che rappresenta i pazienti che soffrono di disturbi pelvici. Perché, come dice qualcuno: La qualità di vita dei bambini con incontinenza urinaria ed enuresi è paragonabile a quella di altre malattie croniche come ad esempio l’asma bronchiale o il diabete mellito e per questo deve avere pari dignità di trattamento. Era il 24 Gennaio. Ci stiamo lavorando d

0 4 Aprile 2019

  Ospiti in studio:

  • Mario Leo Brena – Chirurgo pediatrico
  • Pasquale Intini – Direttore di Politerapica e di Medicina Vicina

Farsi la pipì addosso durante il giorno e a letto durante la notte è normale. Fino a una certa età non può non succedere. Se non ci sono problemi patologici, si tratta di un fenomeno fisiologico che succede a tutti. Il problema si pone dopo una certa età o quando diventa un problema per il bambino che cresce e che vive con spavento, con vergogna, con disistima questa difficoltà, soprattutto nelle relazioni con gli altri. Questo è il momento di non sottovalutare il problema ma soprattutto di non drammatizzarlo. Di inquadrarlo correttamente e di intervenire nel modo più efficace, responsabilizzando il bimbo, unico protagonista della sua salute.    

0 28 Marzo 2019
Rispetto ad un’età media in continua crescita, si fanno scelte di sostegno e di supporto, insieme ad altre che tendono a mettere a frutto lo straordinario potenziale dei meno giovani a favore dela comunità. Questa è la volta di Bergamo con una bellissima iniziativa: l’Infermiere di Comunità con il compito di assicurare una maggiore tutela della salute intesa come “stare bene” attraverso un miglior coordinamento e una maggiore collaborazione tra le risorse formali ed informali del territorio. L’Infermiere di Comunità è chiamato a rispondere ai bisogni socio-sanitari e sanitari delle persone anziane e fragili. Tra i suoi compiti vi sono quelli di

  • riconoscere precocemente gli stati di fragilità prima che insorgano stati irreversibili di disabilità;
  • migliorare l’accesso delle persone anziane ai servizi sanitari, con integrazione dei servizi assistenziali, sociali ed ospedalieri (si tratta non solo di offrire prestazioni sanitarie ma lavorare anche sulla comunità, rispondendo ai bisogni in modo globale ed in sinergia con quanto già attivo);
  • fornire supporto all’utente ed ai caregivers sia sul piano di ri-orientamento rispetto alla rete dei servizi, che sul piano informativo;
  • sostenere la domiciliarità: ov

0 28 Marzo 2019

Non ha fatto in tempo ad essere eletto coordinatore della macroregione Lombardia, Piemonte e valle d’Aosta della SIA – Società Italiana di Andrologia che il Dott. Oreste Risi già si è scatenato concentrandosi sul primo impegno che si era assunto al momento delle nomina: quello di occuparsi della prevenzione andrologica tra i giovani. Anche da qui nasce il Progetto Giovane – La prevenzione andrologica nei figli dei militari, discusso negli scorsi giorni con le Autorità Sanitarie Militari e che è ormai in fase di partenza. Perche “Progetto Giovane”? Lo troviamo spiegato nel volantino: “Una volta ci pensava la visita di leva a eseguire un’importante forma di prevenzione attraverso la valutazione del sistema uro-genitale di chi era in procinto di svolgere il servizio militare.. Oggi quella visita non c’è più e i ragazzi possono sviluppare patologie importanti che non vengono alla luce perché asintomatiche o perché, anche di fronte a sintomi evidenti, chi ne soffre non ha piacere di parlarne né coi genitori né col medico di famiglia. I dati ci dicono che oggi, tra i giovani maschi italiani, meno del 5% si sottopone ad una visita andrologica prima dei venti anni. Ecco allora l’importanza della visita preventiva dall’andrologo. Bastano davvero pochi minuti per una valutazione utile a riscontrare

0 24 Marzo 2019

Completo e semplice, approfondito e chiaro l’articolo del Dott. Mario Bianchi – Specialista di Chirurgia Generale e Proctologo, sulle emorroidi e su altri problemi ano-rettali, tra cui i prolassi, pubblicato oggi sulla pagina dedicata alla Salute, de l’Eco di Bergamo. Alzi la mano chi non soffre di emorroidi o chi non conosce qualcuno che ne soffra! Un problema che tocca una parte vista ancora con vergogna e reticenza e per la quale ci si rivolge al medico molto spesso quando è tardi. Già, perché affrontare subito il disturbo, permette di risolverlo senza grosse difficoltà. Non farlo, porta frequentemente incontro a conseguenze pesanti. Curarle subito non è complicato. Farlo dopo, rischia di essere molto doloroso e invasivo. Lo stesso vale per altri disturbi ano-rettali, spesso sottovalutati o affrontati con automedicazione o ricorrendo ai suggerimenti dell’amico o dell’amica. Fin quando poi diventa inevitabile ricorrere allo specialista e il rischio di finire in sala operatoria diventa molto concreto. Tanto più che si parla di problemi che spesso possono essere trattati con successo con la riabilitazione del pavimento pelvico, l’approccio più delicato e meno invasivo che esista. Tutto questo e molto di più ci racconta

0 17 Marzo 2019

La Medicina non ha più dubbi e Politerapica, insieme ai suoi Specialisti, lo racconta da sempre: corpo e mente sono due parti della stessa cosa, indissolubili e reciprocamente compenetrate. Difficile che una soffra senza che soffra l’altra, difficile curarne una senza intervenire anche sull’altra. Su questo assunto, Politerapica ha fondato la sua missione già dalla sua nascita, oltre 10 anni fa: medici specialisti di notevole livello, terapisti qualificati ma anche psicologi, psicoterapeuti e sessuologi per occuparesi della persona, davvero nella sua interezza. D’altro canto è proprio l’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità che definisce la salute non come assenza di malattia ma come stato di completo benessere fisico, psichico e relazionale. Più chiaro di così? Da noi, sono tre i professionisti – tutti di grande valore – che si occupano della salute della mente insieme ai trenta specialisti e ai quindici terapisti che si occupano della parte del corpo:

  • Emanuela Benedetti Dottoressa in Psicologa Clinica e Pedagogista Clinico
  • Diana Prada Psicologa e Psicoterapueta
  • Mario Tintori Psicologo, Psicoterapeuta e Sessuologo

0 11 Marzo 2019

E’ il primo medico, nella Bergamasca, a ricoprire un incarico tanto prestigioso: il Dott. Oreste Risi è stato eletto coordinatore della macroregione Lombardia, Piemonte e valle d’Aosta della SIA – Società Italiana di Andrologia. Al di là del comprensibile orgoglio, il Dott. Risi è determinato a metterci tutto l’entusiasmo e la professionalità di cui ha dimostrato di essere capace nei molti anni di attività sul territorio e col territorio, in cui si è occupato di quei problemi di cui si fa tanta fatica a parlare me che rovinano l’esistenza di tante persone. Il suo primo impegno? Promuovere in modo concreto la prevenzione andrologica nei giovani, scomparsa nella sua forma più semplice ma anche più pervasiva, da quando è stata aboilita la visita militare che veniva eseguita all’età di circa 18 anni. La Società Italiana di Andrologia, costituita a Pisa il 14 Febbraio del 1976 (http://www.prevenzioneandrologica.it/), raccoglie studiosi italiani o stranieri che svolgono attività clinica o di ricerca in campo andrologico. Prevenzione e cura delle malattie uro-genitali maschili sono il suo obiettivo. Queste, infatti, sono molto più diffuse di quanto si pensi e hanno un forte impatto sulla salute psico-fisica degli uomini, anche in giovane età, oltre che

0 3 Marzo 2019

In Politerapica, abbiamo avviato l’Ambulatorio Multidisciplinare per le problematiche urogenitali e intestinali del Bambino – Presa in carico, cura e riabilitazione coordinato dal Dott. Mario Leo Brena. Un lavoro di équipe che mette al centro il bambino che soffre di questi disturbi e lo segue in modo integrato, con il coinvolgimento di diversi professionisti che si occupano di

  • Presa in carico del bambino
  • Visite specialistiche di chirurgia e urologia pediatrica per l’impostazione diagnostica e terapeutica
  • Valutazioni e interventi multidisciplinari
    • Ecografia urologica pediatrica
    • Consulenza alimentare/dietologica
    • Consulenza endocrinologica
    • Sostegno psicologico al bambino e alla famiglia
  • Riabilitazione pelvica pediatrica
    • Fisiokinesiterapia
    • Biofeedback

Un insieme di attività che formano un Ambulatorio diagnostico e terapeutico di primo livello di alta qualità per il bambino e i genitori, all’interno del quale vi sono competenze adeguate e di alto livello. Tra queste, spicca la Dott.ssa Ft. Elena Pendesini che si occupa della parte di cura riabilitativa, a strettissimo contatto col Dott. Brena. Una professionista determinata, seria, scrupolosa. Mite e