4 Agosto 2019

E’ Agosto, tempo di ferie e Politerapica rimane aperta. Non c’è bollino nero, bollino rosso o bollino giallo. C’è la disponibilità e l’attenzione verso le persone, i pazienti, il territorio.

Rimangono “aperti” e disponibli i medici specialisti di Medicina Vicina – La nuova idea di Salute di Politerapica. Specialisti di alto livello che, senza liste di attesa, erogano prestazioni a condizioni particolarmente accessibili a tutti: visite specialistiche, esami diagnostici, interventi di piccola chirurgia ambulatoriale, certificazioni di idoneità fisica all’attività sportiva non agonistica, consulenza vaccinale e somministrazione vaccini.

Rimangono “aperti” e disponibili gli psicologi e gli psicoterapeuti di Medicina Vicina – La nuova idea di Salute di Politerapica. Professionisti di notevole esperienza e grande umanità, attenti nell’accompagnare la persona o la famiglia ad attraversare le difficoltà del quotidiano verso una soluzione di benessere e serenità.

Rimangono “aperti” e disponibili i terapisti di Politerapica che si occupano della riabilitazione neuromotoria. Fisioterapisti e massaggiatori terapeutici che, insieme allo specialista fisiatra o ortopedico, prendono in carico la persona e, mettendola al centro della loro attenzione, trattano e si occupano del recupero di ernie del disco, lombalgie, lombosciatalgie, cervicalgie e cervicobrachialgie, riabilitazioni articolari di spalla, gomito, anca, ginocchio, piede, strappi muscolari e tutti quei problemi che riguardano ossa, articolazioni e muscoli.

Rimangono “aperti” e disponibili i professionisti di Politerapica che si occupano di riabilitazione del pavimento pelvico. Terapisti che, insieme a Urologi, Ginecologhe, Proctologi e Chirurghi Generali, prendono in carico la persona che soffre di incontinenza o disfunzioni del pavimento pelvico (ritenzione, prolassi, vescica iperattiva, stipsi) e, attraverso un percorso riabilitativo personalizzato, la accompagnano verso la guarigione, non importa se uomo, donna o bambino.

Con loro, rimane aperta tutta l’équipe di Politerapica. Perché non ci si ammala ad orologeria. Perché la Salute è un diritto che non ha date e che non va in ferie.

E’ Agosto, tempo di ferie e Politerapica rimane aperta.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 035.298468.

 

4 Agosto 2019

E’ morto Don Edoardo Algeri, lo salutiamo e lo ringraziamo: per noi di Politerapica, l’incontro con lui è stato un regalo.

Lo abbiamo conosciuto nella Primavera del 2011, Don Edoardo Algeri. Lui, prete e psicologo, capace di fondere le due condizioni in una sintesi di umanità, carità e professionalità (sì, la possiamo chiamare così) fuori dell’ordinario ma sempre radicata nei valori cui faceva riferimento.

Stavamo preparando uno dei nostri convegni pubblici, quelli con i quali, ci siamo da sempre posti l’obiettivo di proporre ai cittadini una visione integrata e multidisciplinare (approccio che a lui piaceva tanto e, forse, anche per questo, ci siamo da subito piaciuti) di un tema legato ad aspetti sanitari e sociali. Quella volta volevamo proporre un approfondimento sull’anziano come patrimonio e risorsa della comunità. Annaspavamo un po’ nel cercare di mettere correttamente a fuoco l’argomento. Ci aiutò lui con quella lucidità e capacità di visione che avremmo imparato a conoscere bene. Ne venne fuori un convegno di così alto valore che l’Eco di Bergamo vi dedicò più di mezza pagina.

Già, perché lui, Don Edoardo, era placido, pacato, accogliente e pacioso ma quando iniziava a parlare veniva fuori tutta la sua straordinaria puntualità e ampiezza di veduta. Focalizzava il punto, lo sviluppava e poi era capace di fare collegamenti che lasciavano a bocca aperta: non li avremmo neppure immaginati, non saremmo stati capaci di farlo ma aveva ragione lui. Una visione concreta che però spaziava nel prima e nel dopo, nel contesto più prossimo e in quello più ampio.

Così, nel tempo, quando ci lasciava pazientemente abusare della profondità del suo pensiero e della sua competenza, abbiamo continuato a imparare da lui e, col suo determinante contributo, impostato e gestito alcuni dei nostri convegni di maggiore successo.

Lo incontravamo in Curia o al Consultorio del Conventino. Gli avevamo già detto qual era il tema su cui avevamo bisogno del suo aiuto e lui cominciava a parlare, a ruota libera, con una facilità estrema, sia che l’argomento riguardasse il bambino appena nato, il legame madre figlio, il ruolo antropologico di una nuova vita, sia che riguardasse il bambino che fa la pipì a letto e il suo rapporto col proprio corpo in crescita e con la vita davanti a sé, sia che riguardasse l’anziano, il senso della finitudine, il ruolo della riconsegna.

Dette così, queste cose, appaiono difficili. Don Algeri sapeva però rendere estremamente chiari concetti complessi e aprire squarci di comprensione in chi lo ascoltava. Anche se ascoltarlo, per noi, era faticoso: difficile riuscire a seguire la velocità del suo pensiero. Ci veniva male alla mano nell’inseguirlo, prendendo appunti su ciò che ci diceva e non perdere quel concentrato di sapienza che ci stava trasferendo. E che sapeva così chiaramente trasferire anche in pubblico, quando partecipava come relatore ai nostri convegni aperti soprattutto a cittadini, a persone semplici, a “non addetti ai lavori”.

Sul “furto” delle sue parole (lo avevamo definito così e lui ci rideva sopra e nella sua modestia, ringraziava per l’importanza che gli attribuivamo) abbiamo realizzato diverse attività. Se avevamo dubbi, lo chiamavamo. Ci rispondeva da Bergamo, da Roma, dall’Estero. Ovunque fosse, in una pausa dei suoi moltissimi impegni, riusciva a trovare uno spazio di tempo da dedicarci. Allora iniziavano chiacchierate che spesso andavano oltre la ragione per cui lo avevamo chiamato. E questo ci ha permesso il privilegio di conoscere un uomo onesto, capace di guardare le cose per quello che sono, capace di una visione laica degli eventi del mondo e pure della Chiesa che amava tantissimo ma che sapeva osservare con sguardo lucido e consapevole anche nei suoi limiti.

E’ morto Don Edoardo Algeri. Certo, è strano ma forse neanche tanto che oggi, di fronte alla sua morte, non sentiamo un senso di vuoto. Da Don Edoardo abbiamo ricevuto molto e di quel molto ci sentiamo umanamente e professionalmente nutriti. E anche questo fa parte del tanto che ci ha dato: la possibilità di sentirci capaci di continuare percorsi intrapresi insieme.

Lo ricordiamo con gratitudine ma anche con serenità. Addirittura con allegria, invidiandogli quel sottile senso di autoironia che non gli mancava mai.

Lo ricordiamo e gli rendiamo omaggio, condividendo tre documenti. Sono le presentazioni di tre nostri convegni. Ognuna è “rubata” da lui, intrisa delle sue parole e del suo pensiero:

Bergamo, 28.6.2012 – “Mamma ho bagnato il letto!” L’enuresi notturna: un disturbo non solo fisico che si affronta, che si supera

Bergamo, 18.10.2012 – E’ nato e ora si torna a casa. E’ adesso che si comincia – Riflessioni un poco azzardate – 1

Seriate, 27.11.2017 – L’Anziano. Protagonista della rete

Lo ricordiamo condividendo anche uno dei tanti articoli che gli ha dedicato l’Eco di Bergamo, nel quale sono raccolte alcune delle molte testimonianze di chi lo ha conosciuto:
Eco di Bergamo – 4.8.2019 – Ricordo di Don Algeri – Completo.docx

 

28 Luglio 2019

“Vaginiti in Estate. Le forme più comuni, le cause e le terapie” è il titolo dell’articolo curato dalla Dott.ssa Grazia Lombardo – Specialista di Ginecologia e Ostetricia in Politerapica – pubblicato sul numero di Bergamo Salute in distribuzionoe in questi giorni.

Il tema è attualissimo, considerata la stagione ma assume particolare importanza anche per un altro motivo. Sempre più di frequente gli operatori sanitari osservano una grave carenza di educazione sanitaria intorno ai temi genitali e sessuali, soprattutto tra i giovani. Siamo indotti a credere che le giovani generazioni, disponendo di strumenti di comunicazione e informazione ad alta tecnologia, siano più informate di quelle che le hanno precedute. Siamo portati a pensare anche che certi temi siano oggi affrontati in modo più aperto che in passato.

Sembra proprio che non sia così. Negli ambulatori e nei consultori ci si trova quotidianamente di fronte a situazioni che si spiegano solo con l’ignoranza rispetto a questi argomenti che continuano a restare coperi da un amalinetso senso del pudore e, forse, magari più facilmente, da una difficoltà di dialogo tra le generazioni che non è cambiata nel corso del tempo. Qualcuno dice che è addirittura aumentata.

Giunge quindi a proposito l’articolo curato dalla Dott.ssa Lombardo anche perché, in Estate, sempre più donne ricorrono alle cure del ginecologo perché affette da disturbi genitali che interessano l’area vulvovaginale, le cosiddette vaginiti. Le forme più comuni in questa stagione sono le candidosi e le vaginosi batteriche, spiega la Dottoressa che passa poi a descriverle.

Lo fa con un approccio e una pazienza quasi didattici. Spiega cosa sia la vagina, parla dei batteri buoni e di quelli cattivi che vi si possono annidare. Descrive le infezioni e spiega come si trasmettono. Qui si comprende perché le vaginiti in Estate aumentino. Passa poi ai fattori di rischio, quelli immodificabili e queli modificabili. Su questi ultimi si sofferma con suggerimenti – potremmo dire “istruzioni per l’uso” – semplici, chiari, di immediata comprensione e, soprattutto, di facile applicazione:

  • seguire una dieta leggera, povera di zuccheri e carboidrati complessi;
  • ridurre l’assunzione di bevande alcooliche;
  • aumentare l’apporto di acqua e sali minerali per mantenere una buona idratazione cellulare;
  • adottare delle norme igieniche semplici come utilizzare indumenti poco stretti, di fibre naturali come il cotone, non colorate;
  • evitare l’utilizzo di salvaslip o assorbenti interni;
  • curare l’igiene intima con l’utilizzo di detergenti adatti non fai da te secondo il parere del ginecologo curante;
  • utilizzare il preservativo (anche per la prevenzione di malattie sessualmente trasmissibili e gravidanze indesiderate).

Un bell’articolo, insomma. Facile da leggere, completo, esaustivo. Certo, non sostituisce – e non ha lo scopo di farlo – il ricorso agli Operatori Sanitari, Medici o Ostetriche. Dà però indicazioni per capire meglio, prevenire e non perdere tempo quando c’è da curare.

Lo potete leggere qui:
https://www.bgsalute.it/51-2019/2803-vaginiti-in-estate-le-forme-piu-comuni-le-cause-e-le-terapie

O lo potete scaricare qui, in formato .pdf:
Bergamo Salute – Agosto 2019 – Dott.ssa Grazia Lombardo. Vaginiti in Estate

La Dott.ssa Grazia Lombardo visita in Politerapica, nell’ambito del progetto Medicina Vicina.
Per informazioni o prenotazioni, si può chiamare il numero 035.298468.

28 Luglio 2019

La tiroide, lo iodio e molto di più sono i temi dell’articolo sulla Pagina della Salute de l’Eco di Bergamo di oggi, 28.7.2019, realizzato con la collaborazione della Dott.ssa Danila Covelli, Specialista di Endocrinologia e Malattie del Ricambio in Politerapica – Terapie della Salute.

Quando si parla di tiroide in provincia di Bergamo si tocca un tasto delicato. Si dice – ma forse è una leggenda – che in queste zone i disturbi alla tiroide siano piuttosto frequenti. Non sarà un caso che la maschera bergamasca, ol Giopì, abbia il gozzo pronunciato.

Rimane il fatto che essere informati sulla tiroide sia più che utile. Questa ghiandola svolge funzioni vitali per il nostro organismo e sapere come funziona ci aiuta ad “alimentarla” e a “mantenerla” meglio e ad accorgerci prima se e quando c’è qualcosa che non va. Non solo: ci aiuta a sfatare certi miti – lo iodio al mare continua a rimanere uno di questi – e a non spaventarci quando c’è da curarla.

Tema attualissimo, intorno al quale non manca la confusione ma che suscita sempre grande interesse quando Politerapica – Terapie della Salute lo propone nei molti incontri pubblici ad accesso gratuito che organizza sul territorio bergamasco insieme alle Amministrazioni Comunali o ad altri Enti e Istituzioni.

La Dott.ssa Covelli lo tratta sempre in modo semplice e chiaro. Estremamente amabile, con un sorriso che è il biglietto da visita della sua disponibilità e della sua attenzione verso le persone, riesce sempre a trasferire concetti complessi in modo comprensibile da tutti.

Lo fa anche in questo articolo, dove parte dalle basi e, piano piano, porta qualsiasi lettore a capire esattamente cosa voglia dire, fino alle parti più complicate. Inizia dalla descrizione degli ormoni prodotti dalla tiroide e della loro funzione. Spiega come la tiroide ne regola la presenza nell’organismo, insieme all’ipofisi che le fa da sentinella. Descrive la funzione dello iodio e del selenio e come questi si assumano correttamente. Spiega – e continuiamo a dire spiega perché proprio di spiegazioni si tratta, spiegazioni semplici e chiare – come si riconoscano i segnali di eventuali problemi o, meglio, come sia piuttosto complicato capirli. Descrive l’attivtà dello specialista e gli approfondimenti diagnostici che possono essere necessari. Arriva infine a parlare delle terapie e si sofferma, in particolare sulla tiroidite di Hashimoto.

Un viaggio all’interno della tiroide e dell’organismo umano nel quale la Dott.ssa Danila Covelli ci accompagna come una guida ad un’esposizione, ponendo l’accento sugli aspetti più importanti e aiutandoci a comprenderne la portata e il significato. Perché, come detto, qui si tratta di tiroide, iodio e molto di più.

Trovate l’articolo qui di seguito. Se volete, potete anche scaricarlo:
L’Eco di Bergamo 28.7.2019 – Tiroide – Dott.ssa Danila Covelli

 

La Dott.ssa Danila Covelli riceve in Politerapica – Terapie della Salute, a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni o appuntamenti, si può telefonare al numero 035.298468.

 

 

19 Luglio 2019

E’ stato un attimo. Ci ha conosciuti, ci siamo parlati e ha deciso: da ieri il Dott. Andrea Cafro, specialista di Cardiologia, è in Politerapica – Terapie della Salute e ha iniziato la sua collaborazione con noi, nell’ambito del progetto Medicina Vicina, dove esegue visite specialistiche di Cardiologia e valutazinoi strumentali: ECG – Elettrocardiogrammi e Ecocardiogrammi.

Il Dott. Cafro si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 2005, presso l’Università degli Studi Milano Bicocca, dove ha immediatamente  e ha conseguito la specializzazione in Cardiologia, nel 2010, presso la stessa Università.

Professionista di notevole spessore, non ha fatto in tempo a specializzarsi che ha iniziato subito a lavorare presso l’UOC di Cardiologia e Unità Coronarica dell’ASST Bergamo Est, dove ricopre il ruolo di Dirigente Medico a tempo indeterminato.

Nei suoi quasi dieci anni di attività medico-specialistica ospedaliera, il Dott. Andrea Cafro ha maturato importanti esperienze nell’attività di reparto, in quella ambulatoriale e di terapia intensiva. Tra le sue molte competenze, spiccano quelle di gestione delle urgenze, controlli pace-maker, esecuzione di ecocardiogramma. Ottima la sua capacità di lavorare in team e l’approccio verso il paziente che pone al centro dell’attenzione sua e dell’équipe.

Alle sue competenze professionali, peraltro, unisce una spiccata simpatia personale e una straordinaria semplicità di modi che lo rendono particolarmente benvoluto dai pazienti che si sentono accolti e compresi e dai colleghi che lavorano molto volentieri con lui.

La collaborazione del Dott. Cafro con Politerapica rientra nella convenzione in essere tra la nostra struttura e l’ASST Bergamo Est. Ancora una volta due motivi di soddisfazione insieme: avere con noi un grande professionista e continuare a sviluppare la pertnership con l’Azienda Ospedaliera vicina a noi.

In Politerapica, il Dott. Andrea Cafro esegue visite specialistiche di Cardiologia, ECG – Elettrocardiogramma, Ecocardiogramma.

Per appuntamenti, si può chiamare Politerapica al numero 035.298468.
La Segreteria è disponibile dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 20,00.

15 Luglio 2019
2° Libro Bianco sull

Risponde in modo chiaro a molte domande il 2° Libro Bianco dell’Incontinenza, non a caso sottotitolato “L’inferno dell’incontinenza” pubblicato in occasione del VII Convegno Nazionale Fincopp che festeggiava anche i 20 anni dell’Associazione.

Cos’è l’incontinenza e cosa sono gli altri disturbi del pavimento pelvico?
Quale è l’impatto di questo disturbo sulla persona che ne soffre?
E quali sono gli impatti sociali ed economici per la persona e per il sistema socio-sanitario?
Come si curano? Come si assistono?
Cosa serve per affrontarla? Cosa abbiamo? Cosa manca?

Si comincia con una panoramica sul contesto sociale e normativo e sul punto di vista dei pazienti. Si passa ad un approfondimento sulle soluzioni dal punto di vista dei professionisti della salute. Viene quindi trattata la tematica della formazione per i professionisti sanitari. Di notevole interesse la parte dedicata alla proposta di legge in favore delle persone che soffrono di incontinenza. Spazio viene poi dedicato ad aspetti concreti nella vita quotidiana: l’accesso ai bagni pubblici e consigli “anti incontinenza”.

Un libro che Fincopp mette a disposizione di tutti. Lo potete scaricare, in formato .pdf, digitando qui: 2° Libro Bianco sull’Incontinenza – Fincopp, Giugno 2019

Continua così un lavoro iniziato anni fa con un obiettivo ambizioso: raccontare l’incontinenza e i disturbi pelvici da ogni punto di vista per fornire una visione corretta di un problema che riguarda, in Italia, più di 5.000.000 di persone, che viene ancora tenuto nascosto e che rimane sottovalutato dalle persone e dalle istituzionio socio-sanitarie, dimenticando che l’incontinenza è uno dei tre giganti dell’invecchiamento, insieme alla confusione mentale e alle cadute per inadeguato controllo posturale.

Politerapica è Centro riconosciuto da Fincopp per la diagnosi e il trattamento dell’incontinenza e dei disturbi del pavimento pelvico.  Qui collaborano specialisti e terapisti di alto livello e preparazione che permettono un reale approccio multidisciplinare per affrontare questi disturbi in modo efficace, insieme al paziente.

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e appuntamenti: Tel. 035.298468.

23 Giugno 2019

Il problema è più diffuso di quanto si immagini e il Dott. Andrea Lisa – specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva e collaboratore di Politerapica, nell’ambito del progetto Medicina Vicina – lo descrive correttamente, sia pure con un linguaggio semplice, comprensibile a chiunque.

Vai all’articolo: L’Eco di Bergamo – 23.06.2019 – Diastasi addominale – Dott. Andrea Lisa – Completo.docx

Bisogna aggiungere che non sono molti i centri che se ne occupano. Politerapica è tra quelli. Approcciamo il disturbo in modo conservativo con programmi riabilitativi fisioterapici “disegnati” sulla paziente o, quando non ci sono alternative, il Dott. Lisa valuta tempi e modi di un eventuale intervento chirurgico che esegue in strutture pubbliche.

Anche per questo, lavoriamo con l’Associazione Diastasi Donna OdV, con la quale abbiamo una convenzione in essere per permetetre alle loro pazienti un accesso ancora più facilitato alle nostre prestazioni.

Il tema deve essere sicuramente importante e di interesse generale, visto che il più importante organod i stampa della provicncia di Bergamo ha deciso di riprendere l’articolo del Dott. Lisa anche nella sua pagina web, con un bel pezzo intitolato Gravidanza: se i muscoli dell’addome si separano. Lo trovate qui:
https://www.ecodibergamo.it/stories/Rubriche/la-salute/gravidanza-quando-si-separanoi-muscoli-delladdome_1313953_11/

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale, 93.
Per informazioni e prenotazioni, si può telefonare al numero 035.298468.

21 Giugno 2019

21.6.2019 – Bergamo TV ospita Fincopp Lombardia, ASST BG Ovest e Politerapica: XIV Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza.

In studio:
– Gianni Baudino. Uroginecologo, Socio di  Fincopp Lombardia Onlus e Docente di Fincopp Nazionale
– Pasquale Intini, Direttore di Politerapica e Consigliere Fincopp Lombardia

L’incontinenza è un dramma se bisogno che lo sia. Ne soffrono 5.000.000 di persone in Italia, il 60% sono donne. Riguarda anche i bambini.

Si cura! E si può pure prevenire.

20 Giugno 2019

Mancano pochi giorni e inizia la settimana in cui ricorre la XIV Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza. In tutta Italia, i centri ricononosciuti da FINCOPP tengono iniziative di informazione e sensibilizzazione e visite specialistiche gratuite di valutazione e prevenzione.

In provincia di Bergamo, le iniziative sono particolarmente intense. Con l’egida di FINCOPP Lombardia, l’ASST Bergamo Ovest e Politerapica – Terapie della Salute hanno definito un programma di visite specialistiche rivolte a tutti gli aspetti dei disturbi del pavimento pelvico: ginecologico, urologico e proctologico e pure pediatrico. Notizia evidentemente importante per i cittadini e ripresa oggi da l’Eco di Bergamo, il principale organo di informazione della provincia che riporta tutti gli appuntamenti:

ASST Bergamo Ovest – Ospedale di Treviglio

  • mercoledì 26 giugno, dalle 10 alle 12
    visite di valutazione uroginecologica
  • venerdì 28 giugno, dalle 14,30 alle 16,30
    visite di valutazione urologica

Per prenotazioni, si può chiamare l’UOSD Urologia – Urodinamica dell’Asst Bergamo
Ovest ai numeri: 0363/424490 e 0363/424221

Politerapica – Terapie della Salute, a Seriate, in Via Nazionale 93

  • lunedì 24 giugno, dalle 16 alle 18
    visite di valutazione proctologica
  • lunedì 24 giugno, dalle 18,30 alle 20,30
    visite di valutazione urologica
  • martedì 25 giugno, dalle 16 alle 18
    visite di valutazione uroginecologica
  • giovedì 27 giugno, dalle 9 alle 11
    visite di valutazione per l’incontinenza e i disturbi pelvici del bambino.

Per informazioni e prenotazioni si può chiamare Politerapica al numero 035.298468.

I partecipanti, se lo vorranno, potranno iscriversi a Fincopp Lombardia Onlus – Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzione del Pavimento Pelvico Regione Lombardia.

Qui si può scaricare l’articolo in formato .pdf: L’Eco di Bergamo – 20.06.2019 – XIV Giornata incontinenza – Def