fbpx

4 Settembre 2018

Siamo alla sesta edizione del Corso di Alta Formazione della Scuola Nazionale per Professionisti Sanitari della Continenza e del Pavimento Pelvico gestita dalla FINCOPP – Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico di Bari.

Obiettivi generali

La Scuola Nazionale di Formazione e Perfezionamento per “Professionisti della Continenza e del Pavimento Pelvico” per fisioterapisti, infermieri e ostetriche, si pone come obiettivo l’assistenza, la gestione e la presa in carico delle persone che soffrono di incontinenza (uro/fecale) e sintomi da disfunzione del pavimento pelvico. Queste complesse problematiche spesso generano una grave alterazione della qualità di vita, il quadro che ne emerge è complesso e richiede un intervento di tipo multidisciplinare, un’ampia conoscenza e sensibilità da parte dei professionisti sanitari.

L’obiettivo formativo ed educativo si realizza attraverso il miglioramento delle conoscenze anatomo-fisiologiche e patologiche dell’apparato urologico, ginecologico e colo-procotologico, nonché attraverso la descrizione di tecniche e strumenti fisioterapici e riabilitativi, di metodiche cliniche e del nursing. Oltre a ciò è necessario considerare tali problematiche anche dal punto di vista psico-sociale, sessuale e lavorativo al fine di recuperare completezza, globalità e reinserimento sociale.

Obiettivi formativi

  • Favorire la conoscenza del Pavimento Pelvico
  • Sviluppare le conoscenze teoriche riguardanti le disfunzioni del Pavimento Pelvico e la loro insorgenza
  • Fornire gli strumenti per l’approccio alla persona incontinente e con disfunzioni del pavimento pelvico
  • Sviluppare le strategie per la prevenzione dei danni strutturali pelvi-perineali
  • Favorire l’apprendimento di abilità manuali, tecniche e pratiche per la rieducazione perineale
  • Attenersi alla normativa nazionale, europea ed internazionale (UNI ISO 9001:2008) in materia di
    certificazioni e competenze

Un percorso ricco e articolato che tratta le problematiche urologiche, ginecologiche e proctologiche del pavimento pelvico, riferite a uomini, donne e bambini, con il contributo di docenti di primissimo livello che rappresentano il top delle professionalità sanitarie in ambito nazionale e internazionale.

In allegato, la brochure con il programma completo.

Brochure Scuola Alta Formazione Pelvica Bari. 2018-2019

4 Luglio 2018
  • Marco Bianchi, Chirurgo proctologo
  • Rachele Bianchi, Ostetrica
  • Antonio Manfredi, Urologo
  • Silvia Nozza, Ginecologa
  • Oreste Risi, Urologo e Neurourologo
  • Cristina Rizzetti, Neurologa Parkinsonologa
  • Brigida Rocchi, Ginecologa e Uroginecologa

impegnati a testa bassa sul territorio bergamasco in occasione della XIII Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza. Sono state eseguite visite e consulenze gratuite presso la sede di Politerapica, a Seriate e l’Ospedale di Treviglio, a Treviglio, con il sostegno di Fincopp Lombardia Onlus. Altrettanto intense le attività di comunicazione sui media territoriali.

5.000.000 di persone, in Italia, soffrono di incontinenza, anche in giovane età. 3.000.000 sono donne e 2.000.000 sono uomini, molti dei quali hanno subito un intervento alla prostata, senza riabilitazione. Poi, ci sono gli altri disturbi del pavimento pelvico: ritenzione, stipsi, vescica iperattiva, prolassi, dolore pelvico cronico. Da non dimenticare, infine, i disturbi del pavimento pelvico che colpiscono pesantemente le persone da patologie neurodegenerative, ormai così diffuse, come la Malattia di Parkinson.

Un segreto da non rivelare a nessuno, un motivo di vergogna, un vero stigma sociale. Spesso da tenere nascosto anche al medico. Eppure, nella maggioranza dei casi, l’incontinenza e i disturbi pelvici si curano. E quasi sempre con la terapia riabilitativa.

Molte le persone che hanno approfittato dell’opportunità di accedere a valutazioni gratuite ma, più ancora, di poter parlare liberamente del loro problema, di potere chiedere, capire, approfondire. E pure di sdrammatizzare, perché la corretta conoscenza permette di dare la giusta dimensione alle cose e capire che queste sono lì per essere risolte. Anche se riguardano quei problemi di cui, sotto sotto, si fa così fatica a parlare.

4 Luglio 2018

Siamo alla sesta edizione del Corso di Alta Formazione della Scuola Nazionale per Professionisti Sanitari della Continenza e del Pavimento Pelvico gestita dalla FINCOPP – Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico di Bari.

Obiettivi generali

La Scuola Nazionale di Formazione e Perfezionamento per “Professionisti della Continenza e del Pavimento Pelvico” per fisioterapisti, infermieri e ostetriche, si pone come obiettivo l’assistenza, la gestione e la presa in carico delle persone che soffrono di incontinenza (uro/fecale) e sintomi da disfunzione del pavimento pelvico. Queste complesse problematiche spesso generano una grave alterazione della qualità di vita, il quadro che ne emerge è complesso e richiede un intervento di tipo multidisciplinare, un’ampia conoscenza e sensibilità da parte dei professionisti sanitari.

L’obiettivo formativo ed educativo si realizza attraverso il miglioramento delle conoscenze anatomo-fisiologiche e patologiche dell’apparato urologico, ginecologico e colo-procotologico, nonché attraverso la descrizione di tecniche e strumenti fisioterapici e riabilitativi, di metodiche cliniche e del nursing. Oltre a ciò è necessario considerare tali problematiche anche dal punto di vista psico-sociale, sessuale e lavorativo al fine di recuperare completezza, globalità e reinserimento sociale.

Obiettivi formativi

  • Favorire la conoscenza del Pavimento Pelvico
  • Sviluppare le conoscenze teoriche riguardanti le disfunzioni del Pavimento Pelvico e la loro insorgenza
  • Fornire gli strumenti per l’approccio alla persona incontinente e con disfunzioni del pavimento pelvico
  • Sviluppare le strategie per la prevenzione dei danni strutturali pelvi-perineali
  • Favorire l’apprendimento di abilità manuali, tecniche e pratiche per la rieducazione perineale
  • Attenersi alla normativa nazionale, europea ed internazionale (UNI ISO 9001:2008) in materia di
    certificazioni e competenze

Un percorso ricco e articolato che tratta le problematiche urologiche, ginecologiche e proctologiche del pavimento pelvico, riferite a uomini, donne e bambini, con il contributo di docenti di primissimo livello che rappresentano il top delle professionalità sanitarie in ambito nazionale e internazionale.

In allegato, la brochure con il programma completo.

Brochure Scuola Alta Formazione Pelvica Bari. 2018-2019

28 Giugno 2018

28.6.2018 – Bergamo TV ospita Politerapica, Fincopp Lombardia e ASST BG Ovest.
Incontinenza: si cura! – V
ideo

In studio:
– Oreste Risi, Urologo e Neurourologo, Specialista di Medicina Vicina e Consigliere Fincopp Lombardia
– Pasquale Intini, Direttore di Politerapica e Consigliere Fincopp Lombardia

 

 

 

15 Giugno 2018

Politerapica di Seriate e Ospedale di Treviglio, insieme a FINCOPP Lombardia, in campo per combattere l’incontinenza nella settimana del 28 Giugno, XIII Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’Incontinenza.

5.000.000 di persone, in Italia, soffrono di incontinenza, anche in giovane età. 3.000.000 sono donne e 2.000.000 sono uomini, molti dei quali hanno subito un intervento alla prostata, senza riabilitazione. Poi, ci sono gli altri disturbi del pavimento pelvico: ritenzione, stipsi, vescica iperattiva, prolassi, dolore pelvico cronico.

Un segreto da non rivelare a nessuno, un motivo di vergogna, un vero stigma sociale. Spesso da tenere nascosto anche al medico. Eppure, nella maggioranza dei casi, l’incontinenza e i disturbi pelvici si curano. E quasi sempre con la terapia riabilitativa.

A questo è dedicata la “Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza”, voluta dal Ministero della Salute e promossa dalla FINCOPP – Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico, giunta quest’anno alla tredicesima edizione. Molte le iniziative in provincia di Bergamo:

Visite e valutazioni gratuite – Su prenotazione

  • Martedì 26 Giugno – dalle ore 14.00, in Politerapica a Seriate
    Visite e valutazioni ginecologiche con la Dott.ssa Silvia Nozza
  • Mercoledì 27 Giugno – dalle ore 14.30, in Politerapica a Seriate
    Visite e valutazioni proctologiche con il Dott. Marco Bianhi
  • Giovedì 28 Giugno – dalle ore 15.30, Ospedale di Treviglio, Unità di Urodinamica
    Visite e valutazioni urologiche con i Dott.ri Oreste Risi e Antonio Manfredi
    Visite e valutazioni ginecologiche con la Dott.ssa Brigida Rocchi
  • Giovedì 28 Giugno – dalle ore 18.00, in Politerapica a Seriate
    Valutazioni pelviche con l’Ost. Rachele Bianchi
  • Giovedì 28 Giugno – dalle ore 18.30, in Politerapica a Seriate
    Visite e valutazioni urologiche con il Dott. Oreste Risi

Colloqui gratuiti per pazienti con Malattia di Parkinson – Su prenotazione

  • Giovedì 28 Giugno – dalle ore 15,30, in Politerapica a Seriate
    Colloqui individuali sui disturbi urinari e fecali correlati alla Malattia di Parkinson
    con la Dott.ssa Maria Cristina Rizzetti, Neurologa Parkinsonologa

Intervento televisivo e radiofonico

  • Giovedì 28 Giugno – dalle ore 8,20, su Bergamo TV e Radio Alta
    Ospiti in Studio il Dott. Oreste Risi e Pasquale Intini, Direttore di Politerapica

Un attività intensa con obiettivi chiari

  • informazione
  • prevenzione
  • sensibilizzazione

verso cittadini, istituzioni e professionisti socio-sanitari.

 

Politerapica è a Seriate in Via Nazionale 93.
L’Ospedale di Treviglio è a Treviglio, in P.zza Ospedale L. Meneguzzo, 1

Per prenotare visite e valutazioni si può telefonare a
– Ospedale di Treviglio: 0363.424221
– Politerapica: 035.298468
– FINCOPP Bari: 800.050415

 

 

20 Maggio 2018

Fincopp Lombardia Onlus è operativa!
L’Associazione nata lo scorso 5 Maggio, a Seriate e formata da pazienti e professionisti sanitari allo scopo di occuparsi di incontinenza e pavimento pelvico è già stata registrata presso l’Agenzia delle Entrate, ha ottenuto il codice fiscale, è pienamente operativa. Sono già in corso le procedure di registrazione presso la Regione Lombardia.

Intanto, ha già concesso il suo primo Patrocinio ad un importante evento, il

1° CORSO NAZIONALE DEI PELVI-FUNZIONALISTI

Sabato, 23 GIUGNO 2018
Auditorium Istituto S. Paolo
Via Giotto, 36 – Milano

Un evento formativo sulla diagnosi, terapia e riabilitazione pelvica, di cui Oreste Risi è Responsabile Scientifico, indirizzato a:

– Medici
– Infermieri
– Fisioterapisti
– Ostetriche

Il giorno prima, è prevista anche una sessione pratica, condotta da Rachele Bianchi, la cui partecipazione sarebbe a pagamento ma alla quale i collaboratori di Politerapica possono prendere parte a titolo gratuito.

Si tratta di un’iniziativa organizzata molto bene nei contenuti e nelle modalità. Ci si porta a casa molto in termini di conoscenze ai livelli più aggiornati di una problematica che, in Italia, colpisce 5.000.000 di persone, considerando solo quelle affette da incontinenza urinaria.

Il corso prevede il rilascio di Crediti ECM.

A breve, tutti i dettagli.

Intanto, chi volesse iscriversi, può inviare una email all’indirizzo  camillafoti@mizaronline.com. con indicato: nome, cognome e qualifica professionale, (Medico Chirurgo, Infermiere Professionale, Fisioterapista, Ostetrica). A seguito dell’invio riceverete email di conferma di avvenuta iscrizione. per informazioni e iscrizioni, si può contattare.

 

 

7 Maggio 2018

Sabato 5 Maggio, a Seriate, Via Nazionale 93, presso la sede di Politerapica, è nata l’associazione di volontariato, senza scopi di lucro, FINCOPP LOMBARDIA ONLUS – Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico Regione Lombardia, formata da pazienti e professionisti sanitari allo scopo di occuparsi di incontinenza e pavimento pelvico.

Un tema che riguarda almeno 5.000.000 di persone in Italia – con drammatici impatti umani, sociali ed economici – e che rappresenta uno dei tre giganti dell’invecchiamento, insieme a quello delle demenze e dei traumi, trova ora una casa, in Lombardia, dove essere trattato, sostenuto, difeso, dal punto di vista più vero: quello di chi ne soffre, i pazienti.

Il Consiglio Direttivo vede la presenza di diversi pazienti, insieme a diversi professionisti di Politerapica:

  • Oreste Risi, Urologo e Andrologo
  • Marco Bianchi, Proctologo
  • Cristina Rizzetti, Neurologo
  • Rachele Bianchi, Ostetrica
  • Pasquale Intini

oltre a professionisti esterni, tra cui spiccano due nomi di grosso rilievo, cui Politerapica è legata da sempre:

  • Gianni Baudino, Ginecologo
  • Donatella Giraudo, Fisioterapista

Altri professionisti saranno inseriti nel Comitato Scientifico di prossima costituzione.

L’associazione è di fatto emanazione di FINCOPP nazionale (il cui Presidente, Cav. Francesco Diomede, ha partecipato all’assemblea costitutiva, presiedendone i lavori) e ha lo scopo di permettere un’azione diretta a livello regionale lombardo, sulla scorta delle esperienze già fatte a livello parlamentare e governativo, oltre che sociale e di territorio.

Diverse le direzioni di azione:

  • verso e a sostegno dei Pazienti, anche con uno sportello di ascolto
  • verso la Sanità, con progetti di formazione
  • verso il Territorio, con azioni di informazione e sensibilizzazione
  • verso le Istituzioni regionali

FINCOPP LOMBARDIA è la prima associazione di volontariato che di occupa di questo tema, in provincia di Bergamo. L’associazione avrà sede presso Politerapica che è moralmente impegnata a ospitarla, sostenerla, favorirne le attività e lo sviluppo.

Con la partecipazione alla costituzione e al sostegno di FINCOPP LOMBARDIA, Politerapica conferma la sua missione di attenzione al territorio e la sua determinazione a rappresentare un punto di riferimento, anche per la delicata e complessa tematica dei problemi e disturbi pelvici.

Perché Politerapica è Medicina Vicina anche per quei problemi di cui, sotto sotto, nessuno vuol parlare.

 

FINCOPP LOMBARDIA ONLUS
Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico – Regione Lombardia
Via Nazionale, 93
24068 Seriate – BG

Tel. 035.298468

 

7 Maggio 2018

Si stima siano 5.000.000 le persone che, in Italia, soffrono di incontinenza. Di queste, il 60% sono donne. Uno studio inglese del 2005, stima che ne siano affette il 27% delle persone tra i 55 e i 64 anni, un’età sicuramente ancora giovane nella nostra Società. E stiamo parlando solo di incontinenza urinaria, abbiamo poi: ritenzione, prolassi, dispareunia, dolore pelvico cronico, stipsi, dissinergismo evacuativo… tutti quei problemi che riguardano il pavimento pelvico e che così pesantemente incidono sulla qualità della vita delle persone di ogni età!

Numeri notevoli, dunque, che, da soli, dovrebbero portare a riflettere sulle dimensioni del problema ma più ancora sulla non “unicità” di chi ne soffre. Non siamo di fronte ad una condizione eccezionale, meno ancora ad una “menomazione” che riguarda pochi. L’incontinenza è un tema molto diffuso che trova spesso ragioni nella fisiologia umana. Un tema che, per le sue stesse caratteristiche e le sue dimensioni, produce terribili impatti umani, sociali e economici.

L’impatto umano di chi ne soffre e ne sente tutto il peso: disistima personale, vergogna, paura di puzzare, di essere riconosciuto, senso di perdita di controllo sulle funzioni base dell’organismo, con conseguenti modifiche di abitudini di vita, problemi nelle relazioni familiari e personali, limitazione o cessazione delle attività fisiche, rinuncia all’attività sessuale, ansia e depressione.

L’impatto sociale che deriva dal bisogno di isolamento e di nascondimento.

L’impatto economico individuale e sociale. I costi personali per gestire questa condizione ma anche quelli che derivano dal suo conseguente assenteismo dalla vita lavorativa. A questi si devono aggiungere i costi sociali: quelli a carico del Servizio Sanitario Nazionale per la fornitura dei presidi e per il loro successivo smaltimento e quelli per la gestione della malattia e delle sue complicanze. Perché di incontinenza non si muore ma l’incontinenza uccide la vita!

L’incontinenza urinaria è uno dei tre giganti dell’invecchiamento, insieme alla confusione mentale e alle cadute per inadeguato controllo posturale ma, secondo una ricerca del 2004 negli Stati Uniti, le donne che ne soffrono attendono oltre sei anni prima di farsi visitare e gli uomini oltre quattro.

Eppure, la maggior parte dei casi di incontinenza e di disturbi del pavimento pelvico può essere trattata con successo. Quasi sempre con terapia conservativa, basata sulla riabilitazione accompagnata, se necessario. dal supporto farmaceutico. Sì perché riportare in condizioni di corretta efficienza i tessuti del pavimento pelvico non è in fondo molto diverso dal cercare di tonificare i muscoli di un corpo che, col tempo, come è inevitabile, tendono a perdere tono, elasticità e forza e, quindi, a non svolgere più, come prima, la loro funzione.

Allora, se siamo di fronte ad un problema così diffuso, se si tratta di un problema con conseguenze così pesanti sulla vita della persona e della Società, se è possibile curarlo con buone possibilità di successo, senza interventi invasivi, come si spiega tutto questo?

La risposta è una sola: cultura. E, naturalmente, su un disturbo tanto delicato che tocca aspetti così intimi e privati della persona, fare cultura, favorire l’uscita dal cono d’ombra della vergogna non è cosa facile. Attraverso questo percorso bisognerà però passare se è vero, come dice l’OMS, che “salute è stato di completo benessere fisico, psichico e sociale” perché non è possibile negare a oltre 5.000.000 di persone di tornare alla serenità e alla salute.

Condizioni non raggiungibili certo con l’uso di quel pannolino che permette di non puzzare in ascensore.

 

 

 

 

7 Maggio 2018

Forse, è sempre così: la costituzione di un’associazione volontaria senza scopo di lucro è un momento di festa. Sicuramente lo è stato Sabato 5 Maggio, quando, in Politerapica, è stata costituita FINCOPP LOMBARDIA ONLUS – Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico.

In sala, alcuni dei nomi più noti della problematica pelvica in Italia. Da Bari, erano arrivati il Cav. Francesco Diomede e la Sig.ra Magda Strippoli, rispettivamente Presidente e Segretario di Fincopp nazionale. C’erano poi Oreste Risi che quando si parla di pavimento pelvico non può non esserci. Con lui, Gianni Baudino, straordinario Uroginecologo di grandissima competenza professionale ma di ancor maggiore sensibilità umana. Poi, Marco Bianchi, Proctologo e Rachele Bianchi, Ostetrica riabilitatrice. Non mancava neppure la Neurologa, Cristina Rizzetti. In teleconferenza, Donatella Giraudo, Fisioterapista, autrice di importanti testi sulla materia.

I veri protagonisti, però, sono stati i pazienti. Una quindicina presenti in sala. Attenti dall’inizio alla fine. Alcuni con problemi pelvici, altri con problemi parkisonologi, tutti interessati e partecipi, convinti che la Salute sia un diritto ma sia anche qualcosa che debba essere conosciuto, difeso, propagato.

Insieme, è stato esaminato punto per punto lo Statuto e l’Atto costitutivo: sono stati discussi, modificati in alcuni punti e migliorati. Il tutto si è svolto in un clima sereno, piacevole, di partecipazione e disponibilità. Nessuno poi si è tirato indietro quando si è trattato di formare il Consiglio Direttivo che vede un’importante componente di pazienti. Un Consiglio nel quale si sono lasciati posti liberi a disposizione di persone provenienti da altre Province lombarde che vogliano partecipare attivamente alla vita dell’Associazione.

Simpatico poi il saluto che ci ha portato Gabriele Cortesi, Vice Sindaco e Assessore alle Politiche Sociali di Seriate e Presidente dell’Ambito Territoriale di Seriate, a dimostrazione dell’attenzione delle autorità per un’iniziativa il cui valore sociale è del tutto evidente.

Naturalmente, non potevano mancare le foto ricordo. Anche queste un momento di allegria.

Fincopp Lombardia – Il Consiglio Direttivo – 7.5.2018

Fincopp Lombardia – Assemblea costitutiva – 7.5.2018