Apre in Politerapica a Seriate:
Ambulatorio Multidisciplinare Parkinson

Apre in Politerapica a Seriate:
Ambulatorio Multidisciplinare Parkinson
0 6 aprile 2018

Coerente con l’impegno di vicinanza ai bisogni del territorio, presso la propria sede di Seriate, in Via Nazionale 93, il 5 Aprile 2018, Politerapica ha inaugurato lo

Ambulatorio Multidisciplinare Parkinson
Presa in carico e riabilitazione

coordinato dalla Dott.ssa Maria Cristina Rizzetti, specialista in Neurologia, con grande esperienza nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi del Parkinson e dei disordini del movimento. Anche questa è Medicina Vicina, la nuova idea di Salute di Politerapica – Terapie della Salute.

Multidisciplinare perché
il Parkinson è molto più che solo tremore. I limiti all’attività muscolare prodotti dalla malattia hanno conseguenze sull’apparato respiratorio, sull’apparato digerente, su quello urinario, sul sistema locomotore, sulla cute, senza dimenticare le conseguenze sulla voce, il sonno, la deglutizione e, purtroppo, molto altro ancora.

Riabilitazione perché
l’intervento a sostegno delle persone che soffrono di questa malattia deve essere fondato su piani terapeutici complessi nei quali, oltre e insieme ai farmaci, ampio spazio venga riservato alla riabilitazione

  • motoria – fisioterapica
  • logopedica
  • pelvica

Presa in carico perché
l’approccio corretto deve partire da una valutazione completa e multidisciplinare coordinata, sostenuta dove necessario da una valutazione neuropsicologica e deve sempre andare oltre il piano fisico e comprendere quello psicologico, umano e sociale.

Presa in carico e sostegno anche dei Caregiver
i familiari che sopportano il peso dell’assistenza di queste persone che affrontano una malattia così complessa.

Ambulatorio perché
sono sempre di più le persone affette da questa malattia che, a differenza di altre patologie neurodegenerative, colpisce anche in età relativamente giovane (il 10% dei pazienti ha meno di 50 anni). Malattia di Parkinson ma anche Disordini del movimento, patologie che, in gran parte dei casi, non necessitano di ricovero ospedaliero ma hanno bisogno di essere seguite in modo completo, a livello ambulatoriale.

L’accesso all’Ambulatorio Multidisciplinare Parkinson – Presa in carico e riabilitazione passa attraverso un’approfondita valutazione neurologica iniziale. Al termine di questa, la specialista decide se fare intervenire anche altri specialisti (ve ne sono trenta, in Politerapica) nell’inquadramento della persona e dei suoi problemi, definendo un calendario di visite e valutazioni.

Al termine dell’attività valutativa dell’équipe e raccolti gli esiti del lavoro dei singoli professionisti, la Neurologa formula un Piano Terapeutico Individuale che potrà comprendere, gli interventi riabilitativi fisioterapici, pelvici e logopedici.

Gli interventi riabilitativi saranno condotti sotto la supervisione della Neurologa e potranno prevedere, a seconda dei casi, sedute individuali e/o di gruppo. Parallelamente, sono previste attività di sostegno psicologico per i pazienti e per i Cargiver, anch’esse individuali e/o di gruppo.

 

Con l’Ambulatorio Multidisciplinare Parkinson – Presa in carico e riabilitazione, Politerapica risponde ad un bisogno in forte crescita e conferma il suo approccio di Medicina Vicina: vicina alle persone e vicina al territorio con un équipe multidisciplinare di professionisti molto preparati, disponibili a visitare, senza liste di attesa, a costi particolarmente accessibili.

Vicina al territorio anche attraverso la continua disponibilità a collaborare in modo sinergico con le strutture pubbliche e private che vi operano. In questo senso, sono già stati presi contatti con con il Presidente dell’Ambito Territoriale di Seriate, Ass. Gabriele Cortesi, per valutare insieme modalità di azione combinata nell’ambito del grosso progetto Invecchiando s’Impara. A Vivere, che vede impegnati gli Ambiti di Seriate e di Grumello, con il sostegno della Fondazione Cariplo.

 

Si stima dell’82% la crescita numerica di pazienti affetti da Malattia di Parkinson nel periodo tra il 2008 e il 2017, in provincia di Bergamo e si prevede che raddoppino nei prossimi 15 anni. Senza contare tutte le persone affette da altri Disordini del Movimento, malattie ancora più gravi e ugualmente invalidanti.

Si tratta di una patologia, il Parkinson, con gravi impatti umani e sociali anche di tipo economico.

Il costo annuale per paziente affetto da malattia di Parkinson varia fra 3.500 e 4.800 euro per il SSN, fra 1.500 e 2.700 euro per i malati e fra 10.000 e 17.000 euro per la Società. Riportando questi dati al numero di persone con malattia di Parkinson presenti in Italia nel 2015, è stato calcolato che il carico totale per il SSN, relativo a questa patologia, all’epoca fosse compreso fra 1.1 e 1.3 miliardi di euro e quello per la Società fra 2.2 e 2.9 miliardi di euro.

 

Per informazioni o appuntamenti:
Politerapica – Medicina Vicina. Tel. 035.298468