fbpx

Tag: Seriate

18 Settembre 2021
Politerapica e ANFN insieme

Politerapica e ANFN hanno deciso di percorrere un pezzo di strada insieme. La nostra struttura ha offerto una convenzione all’Associazione Nazionale Famiglie Numerose e ANFN l’ha accettata. L’Associazione ha già pubblicato i termini dell’accordo sul suo sito e ne ha dato comunicazione a tutti i suoi associati. Questi e le loro famiglie possono ora accedere ai servizi di Politerapica a condizioni di favore.

ANFN – Associazione Nazionale Famiglie Numerose

Non sono molte ma sono comunque tante. Parliamo delle famiglie numerose in Italia. Sono famiglie che hanno almento tre figli. Figli naturali o adottivi o in affidamento. Non importa. Si definiscono come quelli che non hanno la Cinquecento perché non ci starebbero tutti. Oppure quelli che che moltiplicano seggiolini per auto, letti a castello, tricicli e biciclette, tasse scolastiche, libri, quaderni, regali di Natale e compleanno. O ancora quelli che non vengono invitati spesso a cena dagli amici, perché in casa degli amici tutti non ci starebbero.

Si definiscono anche quelli che, nonostante le difficoltà, vivono impagabili momenti di allegria, di dolcezza, di letizia, di festa, di preghiera, di consolazione, di conforto, di dialogo. Momenti che quotidianamente colorano le loro famiglie.

Si sono uniti in associazione. L’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, appunto. La loro sede legale è anche piuttosto vicina a noi, a Brescia. Il 30 gennaio 2007 si sono iscritti al registro nazionale delle associazioni di promozione sociale (APS), ai sensi e per gli effetti della legge 7 dicembre 2000, n. 383, con il n. 129.

Lo dicono chiaramente: si ispirano ai valori cristiani ma non rifiutano nessuno. Sono aperti a tutti e chiunque è accettato tra di loro.

ANFN – Perché?

Scrivono sul loro sito che sono nati perché sentivano forte l’esigenza di far nascere una famiglia di famiglie. Intendono una famiglia nella quale, come in ogni famiglia, ognuno ha un ruolo e lo svolge con amore, pazienza, disponibilità, solidarietà a favore degli altri. Desideravano conoscersi, raccontarsi, scambiarsi idee e riflessioni e mettere le singole capacità a disposizione delle altre famiglie. E lo stanno facendo, come raccontano con entusiasmo.

Lavorano insieme per creare gruppi di acquisto solidali, banche del tempo, mercatini dell’usato. Si scambiano informazioni su quanto fanno le Amministrazioni Pubbliche a favore delle famiglie numerose, nelle diverse Regioni, Provincie e Comuni. Questo per permettere al maggior numero possibile di famiglie di accedere rapidamente a condizioni di vita più dignitose.

Vogliono promuovere e salvaguardare i diritti delle famiglie numerose. Sono impegnati a sostenere la partecipazione attiva e responsabile delle famiglie alla vita culturale, sociale e politica. Anche alle iniziative di promozione umana e dei servizi alla persona. Il loro impegno è rivolto alla promozione anche di adeguate politiche familiari che tutelino e sostengano le funzioni della famiglia e dei suoi diritti.

Soprattutto, vogliono dire che ci sono e che sono felici di esserci.

Politerapica e ANFN insieme

Lo diciamo da sempre. Ormai dovrebbe essere noto. Politerapica è una struttura sanitaria che sta sul territorio e tra la gente. Noi non accogliamo pazienti ma persone. Cerchiamo di rispondere ai loro bisogni in termini di salute. Crediamo che sia possibile offrire servizi sanitari di qualità a condizioni sostenibili. Siamo impegnati a rendere i nostri servizi sempre più accessibili. Non è un caso se noi siamo Medicina Vicina.

Proponiamo le nostre prestazioni a costi contenuti. Dove vi siano le condizioni, cerchiamo di offrirle a costi ancora più bassi. In questo si inseriscono le convenzioni che stipuliamo sul territorio. Andiamo incontro a gruppi di persone, comunque questi siano composti. E ANFN è sicuramente un gruppo importante di persone.

La convenzione che abbiamo stipulato permette ora ai loro associati e ai loro familiari (tanti, eh?) di accedere alla nostra struttura in modo più facile. Diremmo, in modo più sostenibile per loro.

La convenzione ha valore nazionale ma pensiamo che interessi in particolare i soci della provincia di Bergamo. In realtà, potrebbe suscitare l’interesse anche ad aderenti di altre province. Tra le nostre prestazioni ve ne sono alcune che possono spaziare oltre i confini della bergamasca.

Politerapica e ANFN insieme. Inizia un percorso insieme. Noi ne siamo orgogliosi e desideriamo percorrerlo con entusiasmo.

 

15 Settembre 2021
Abbiamo inaugurato insieme il Centro Prelievi

Sabato 11 Settembre abbiamo inaugurato insieme il Centro Prelievi di Synlab in Politerapica. Insieme ad importanti attori della Salute sul territorio. Tutti consapevoli della necessità di mettere a fattor comune l’entusiasmo, le risorse e le competenze di ognuno. E tutti con la volontà di farlo. A tutti è infatti chiaro che solo così si può rispondere in modo adeguato ai bisogni dei cittadini in tema di Salute. Salute nel senso pieno del termine. Quello definito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Non solo assenza di malattia ma stato di completo benessere fisico, psichico e sociale.

Insieme e attenti ai contenuti di ognuno

Abbiamo avuto in sala personalità importanti, in rappresentanza del territorio e degli Enti socio-sanitari della bergamasca. C’era il Dott. Massimo Giupponi, Direttore Generale di ATS Bergamo e l’Ass. Gabriele Cortesi, Presidente dell’Ambito Territoriale di Seriate nonché Vice Sindaco e Assessore alle Politiche Sociali della città. Con loro, tre Sindaci: Cristian Vezzoli di Seriate, Simona D’Alba di Pedrengo e Giuseppe Togni di Cavernago. C’erano anche diversi Assessori alle Politiche Sociali: Federica Rosati di Scanzorosciate, Maria Britta di Cavernago e Evelina Mologni di Pedrengo. Sono state presenti anche due importanti Associazioni di Volontariato impegnate nella Salute: LILT Bergamo Onlus con la sua Presidente Lucia De Ponti e Insieme con il Sole dentro con la Presidente Marina Rota e il Consigliere Diletta Di Leo. Non sono manctai alcuni Medici di Medicina Generale e il Segretario Generale della Diocesi di Bergamo, Mons. Giulio Dellavite.

Con noi il Dott. Cosimo Ottomano, Direttore Medico di Synlab e in videocollegamento il Dott. Andrea Buratti, Amministratore Delegato di Synlab.

E ognuno ha avuto da dire cose interessanti per tutti gli altri.

Abbiamo inaugurato insieme il Centro Prelievi

Abbiamo inaugurato insieme il Centro Prelievi. E’ stata un’importante occasione di incontro e di ascolto.

Tutti sono stati interessati all’intervento del Dott. Cosimo Ottomano,  che è responsabile medico dei laboratori Synlab. Il Dott. Ottomano è una personalità molto nota per le sue competenze e la sua etica preofessionali ma anche per la sua grande umanità. Ha raccontato quale sia il metodo con sui si eseguono le analisi mediche in Synlab. E’ sceso nei dettagli dei processi aprendo ai presenti un mondo affascinante e rigoroso.

Non poteva essere diversamente, peraltro. Durante la pandemia tutti abbiamo imparato a conoscere dell’esistenza di Synlab. Il suo ruolo è stato determinante, in Italia, in Lombardia e, in particolare in provincia di Bergamo, per affrontare una condizione drammatica mai vista prima. Il suo è stato un ruolo efficace ed efficiente, possibile anche con l’adozione di moderni strumenti telematici (la Telepatologia).

Anche l’intervento del Dott. Andrea Buratti era atteso da tutti. Il Dott. Buratti è Amministratore Delegato di Synlab Italia. Ha voluto partecipare per ascoltare e per raccontare. Ha raccontato di Synlab e della sua attenzione al territorio. “Essere un gruppo di grandi dimensioni – ha detto poi – ci permette di fronteggiare una casistica importante che comporta, a sua volta, un incremento della nostra esperienza sul campo; non da meno, la possibilità di far fronte ad importanti investimenti in tecnologie  all’avanguardia è fondamentale per garantire qualità ed eccellenza”.

Il Dott. Giupponi è stato chiaro

Il Dott. Massimo Giupponi, Direttore Generale di ATS Bergamo, lo ha detto chiaramente. Questo è un evento importante. Qui ci sono attori diversi del territorio, impegnati nella salute. Ci sono strutture sanitarie e enti pubblici. Ci sono associazioni e medici di medicina generale. Sono presenti istituzioni sanitarie. Questo è il modello di lavoro che deve essere adottato in provincia di Bergamo. Soprattutto ora, quando siamo chiamati all’implementazione del PNRR nella nostra provincia. Solo così si può realizzare l’assistenza socio sanitaria del futuro.

Ha riconosciuto a Politerapica di lavorare in questo modo da sempre e ha ringraziato Synlab per esserci state ed esserci. Ha detto poi che questo è quello che dobbiamo continuare a fare. Ognuno è necessario per costruire l’insieme. Le competenze e le esperienze di ognuno sono uhualmente importanti. L’assenza di uno toglie un pezzo al progetto. Non importa se quel pezzo sia piccolo o grande: è un pezzo che contribuisce a realizzare il tutto.

Sulla stessa linea il Presidente dell’Ambito Territoriale di Seriate, l’Ass. Gabriele Cortesi. Si è detto orgoglioso di partecipare all’inaugurazione di un servizio per i cittadini ma soprattutto di essere soddisfatto per un altro progetto realizzato in sinergia tra strutture diverse, nell’Ambito Territoriale di Seriate. Anche lui ha riconosciuto il ruolo di Politerapica nel cercare di lavorare insieme per il territorio.

Hanno avuto valore per tutti gli interventi di Cristian Vezzoli, Sindaco di Seriate e di Simona D’Alba, Sindaco di Pedrengo. Stavamo lavorando insieme e ognuno era protagonista dell’evento. Non è mancato il saluto della Curia di Bergamo portato da Mons. Dellavite che ha proposto una simpatica riflessione sugli angeli della salute.

Il percorso di Politerapica

Politerapica è una struttura sanitaria privata accreditata. Non in convenzione ma accreditata. Accreditata perché ha voluto il riconoscimento istituzionale dell’eccellenza del suo approccio. Alta qualità dei suoi servizi, adeguati ai più elevati standard professionali. E in Politerapica il paziente è al centro dell’attenzione perché da noi l’approccio è quello multidisciplinare.

Non ci fermiamo qui però. Noi crediamo davvero nella responsabilità sociale di impresa. Noi crediamo che Politerapica appartenga al territorio e debba mettere a disposizione del territorio le sue competenze. Lo facciamo in due modi. Andiamo sul territorio a promuovere l’educazione alla Salute tra i cittadini. Lo facciamo cercando e offrendo collaborazione alle Istituzioni del territorio, ai suoi operatori socio sanitari e ad Associazioni di pazienti. Anche ad organizzazioni ed enti privati. Con loro organizziamo eventi di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce di patologie gravi o poco considerate.

Stiamo poi attenti ai bisogni dei cittadini in tema di Salute e rispondiamo con progetti adeguati. Anche questi in sinegia con altri Enti. In questo senso, per esempio, abbiamo avviato l’Ambulatorio Multidisciplibnare di Chirugia Pediatrica e quello sugli Acufeni.

In quest’ottica si colloca il Centro Prelievi di Synlab in Politerapica.

Abbiamo inaugurato insieme il Centro Prelievi. Politerapica e Synlab

Politerapica e Synlab collaborano da anni. Due strutture che si occupano di Salute lavorano insieme per rispondere alle esigenze del territorio, con l’eccellenza dei loro reciproci approcci. Sinergia, attenzione al territorio e eccellenza, questi sono i modelli di ognuna delle due strutture.

Insieme abbiamo lavorato nel pieno della pandemia. Unendo l’impegno e gli sforzi di ognuno, abbiamo eseguito tamponi Covid in quantità significative, con referti forniti in tempi rapidissimi. Ci siamo ritrovati a lavorare anche di notte. I loro dirigenti e i nostri collaboratori. Siamo rimasti in prima linea e la stampa ha ripetutamente riferito del nostro lavoro.

Ora, insieme, abbiamo avviato il Centro Prelievi di Seriate. Ce ne era bisogno e lo abbiamo aperto. Gli abbiamo dato un’impronta flessibile. Siamo a disposizione degli utenti dal Lunedì al Sabato. Lo siamo per prestazioni convenzionate col Servizio Sanitario e per prestazioni private. Gli utenti possono evitare le code prenotandosi sul sito di Synlab ma possono anche presentarsi spontaneamente in struttura. Siamo aperti a tutti e accogliamo tutti. I referti sono poi rilasciati sul sito e i pazienti non hanno neanche bisogno di venirli a ritirare di persona.

Abbiamo inaugurato insieme il Centro Prelievi

Lo abbiamo inaugurato insieme con un evento corale. Ha rappresentato una tappa di quel lavoro fatto di risorse messe a disposizione da tutti per un lavoro comune che Politerapica facilita da sempre. E’ stato un momento utile per fare il punto insieme di questo percorso. E’ stato anche un punto di partenza per nuovi progetti.

Insieme si può. Insieme funziona.

Copertura mediatica

Il Centro Prelievi di Synlab in Politerapica è evidentemente una notizia di interesse pubblico e Sesaab, il gruppo che esprime i più importanti organi di informazione della provincia di Bergamo l’ha ripresa.

Articolo dell’Eco di Bergamo:
L’Eco di Bergamo – 12.9.2021 – Inaugurazione Centro Prelievi in Politerapica – Def

Servizio Bergamo TV TG:

Immagini

Ass. Evelina Mologni

 

 

 

4 Settembre 2021
Antonino Patane

Il Dott. Antonino Patane’ inizia la sua attività di pneumologo in Politerapica. Si allarga così il team di specialisti del progetto Medicina Vicina della nostra struttura. Quello che prevede prestazioni specialistiche, senza liste di attesa, a costi contenuti e con professionisti di alto livello. Professionisti che lavorano insieme intorno al paziente. Anzi, alla persona. Il nostro modello, insomma, per offrire una sanità di qualità vicina ai cittadini e al territorio.

Un medico preparato

Il Dott. Antonino Patane’ si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1993, all’Università degli Studi di Catania con la votazione di 110/110 con lode. La sua tesi è stata proposta al premio Barbagallo San Giorgio. Ha poi conseguito la specializzazione in Malattie dell’Apparato Respiratorio e Tisiologia, presso la stessa Università e ancora col massimo dei voti. Nel 2003 ha conseguito la qualifica di Esperto in Ossigeno e Ozonoterapia e, nel 2004, il Diploma di Formazione Specifica in Medicina Generale.

Ha arricchito la sua notevole formazione teorica con l’importante e lunga esperienza professionale. Dal 1995 al 1999 ha frequentato l’Istituto di Malattie dell’Apparato Respiratorio dell’Università di Catania, dove ha svolto compiti di medico di reparto. Nei quattro anni di presenza in Istituto, si è occupato di prove di funzionalità respiratoria e di ventilazione meccanica in pazienti con grave insufficienza respiratoria cronica. Nel corso della sua collaborazione si è sempre meritato apprezzamento e stima. Dal 2001 svolge attività di Medico di Medicina Generale nel territorio del Distretto di Seriate.

Un medico umano

Il Dott. Patane’ non ha voluto restare a fare lo specialista. Ha deciso invece di svolgere l’attività di Medico di Medicina Generale. Il medico di assistenza primaria, quello che per primo incontra la sofferenza delle persone là dove vivono, nel loro ambiente, nelle loro case. Nel quotidiano della loro vita. Un incontro che è tecnico e umano, quello del medico di assistenza primaria. E lui ha deciso di fare questo. Di essere per la gente il primo riferimento, la prima difesa della loro salute.

In questa attività, ha maturato un’esperienza importante, aiutato dal suo carattere garbato e gentile e dalla sua attenzione verso la persona. Con la sua sensibilità ha ricoperto il suo ruolo di medico di territorio così come è necessario che sia ricoperto. E il suo ruolo, allo stesso tempo, gli ha permesso di sviluppare ulteriormente quella stessa sensibilità.

Antonino Patane’ pneumologo in Politerapica

In Politerapica, il Dott. Patane’ porta la sua eccezionale preparazione e la sua grande esperienza di vita professionale in mezzo alla gente. Presso la nostra struttura viene a ricoprire il ruolo di specialista in Pneumologia. Esegue visite specialistiche pneumologiche. Insieme a queste, esegue spirometrie semplici e spirometrie con test di broncodilatazione farmacologica. Non solo: esegue anche test per le allergie.

Soprattutto, il Dott. Antonino Patane’ viene a portare il suo entusiasmo e la sua professionalità al progetto Medicina Vicina. Questo è il nostro modello di lavoro per portare la medicina vicino alla gente. Da noi gli specialisti e i professionisti sanitari lavorano insieme intorno alla persona. La prendono in carico e l’accompagnano attraverso il percorso di diagnosi e di cura. E il Dott. Patané si troverà a fare questo con tutti i suoi colleghi. In particolare con i Cardiologi che fanno parte della nostra struttura, il Dott. Fernando Scudiero e il Dott. Andrea Cafro. E anche col Dott. Giovanni Perrucchini, Chirurgo vascolare e col Dott. Gabriele Alari. Insieme per la persona.

Sì, parliamo della persona, non del paziente e neppure della malattia. Parliamo della persona nella sua interezza. Perché in Politerapica prendiamo molto sul serio la definizione di Salute dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Per noi la Salute non è solo assenza di malattia. Per noi la Salute è davvero stato di completo benessere fisico, psicologico e sociale.

E questo è il nostro riferimento. Occuparci della Salute della persona considerando il suo benessere in senso completo. Il più velocemente possibile, a condizioni accessibili. Con professionisti eccezionali. Come il Dott. Antonino Patane’!

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e appuntamenti, tel. 035.298468

 

29 Agosto 2021
Inaugurazione del Centro Prelievi in Politerapica

Il prossimo 11 Settembre avrà luogo l’inaugurazione del nuovo Centro Prelievi per Analisi di Laboratorio in Politerapica. L’evento è organizzato da Politerapica con Synlab Italia e Ambito Territoriale di Seriate. Si terrà alla presenza del Dott. Massimo Giupponi, Direttore Generale di ATS Bergamo e dell’Ass. Gabriele Cortesi, Presidente dell’Ambito di Seriate.

All’incontro sono invitati Sindaci e Assessori alle Politiche Sociali, Istituzioni Sanitarie e Medici di Medicina Generale. Questo è un evento per il territorio e con il territorio. Con loro vogliamo parlare, approfondire e, perché no?, festeggiare.

Durante l’incontro è previsto un intervento del Dott. Cosimo Ottomano, CLMO Chief Laboratory Medical Officer di Synlab Italia. Con lui, interverrà il Dott. Andrea Buratti, Direttore Nord di Synlab Italia.

Qui il programma dell’evento, dall’invito di Synlab per i Medici di Medicina Generale: Inaugurazione Centro Prelievi

Centro Prelievi Synlab in Politerapica

Synlab è leader Europeo nella fornitura di servizi di diagnostica medica. Politerapica è una realtà radicata sul territorio di Seriate, dei Comuni del suo Ambito Territoriale e di quelli limitrofi. Compreso Bergamo!

Insieme, con il nuovo Punto Prelievi, rispondono ad un’esigenza del territorio. Si amplia, infatti, l’offerta ai cittadini di un servizio richiesto e necessario. Soprattutto in questo momento, quando si fa ancora fatica ad accedere alla sanità pubblica. Da una parte, c’è ancora timore da parte della popolazione. La paura del contagio continua ad essere forte. Dall’altra, le strutture pubbliche non hanno ancora ripreso completamente la loro capacità di offrire servizi.

Le prestazioni del Centro Prelievi sono erogate in convenzione col Servizio Sanitario oltre che in regime privatistico. I suoi orari e la sua accessibilità sono comodi e flessibili. La sede è quella di Politerapica, a Seriate, in Via Nazionale 93. Il servizio di prelievi è aperto tutti i giorni, dalle 7,30 alle 9,30. E’ possibile prenotare l’esame al sito www.syncoda.synlab.it. Si può anche accedere direttamente alla struttura. Ambedue le soluzioni valgono sia per prestazioni private, sia per quelle convenzionate.

L’accesso alla struttura è favorito da un ampio parcheggio.

Abbiamo cominciato a Giugno

Abbiamo iniziato le attività a Giugno. Ci siamo preparati con cura. ATS Bergamo ha fatto tutti i sopralluoghi e le verifiche previsti. Il Centro Prelievi è stato quindi accreditato e noi lo abbiamo annunciato. Ne ha parlato la stampa. I cittadini hanno risposto subito con interesse. Dal primo giorno abbiamo avuto prenotazioni e presentazioni spontanee. Le persone apprezzano la nostra velocità ma anche la gentilezza e la professionalità delle nostre colleghe.

Sono stati poi molti i prelievi per tamponi e esami sierologici per il Covid. Siamo impegnati in queste attività da oltre un anno e la gente ha imparato a riconoscerci come un punto di riferimento. Vogliamo diventarlo, adesso, per tutti gli altri esami di laboratorio che il Centro Prelievi può assicurare.

Inaugurazione del Centro Prelievi in Politerapica

L’11 Settembre racconteremo cosa facciamo e cosa possiamo fare. Racconteremo della nostra vocazione a lavorare sul territorio e col territorio. A proporre risposte alle sue esigenze e a quelle dei suoi cittadini quando si parla di salute. Lo faremo con Synlab Italia. Loro sono un’eccellenza e noi siamo orgogliosi della collaborazione che ci unisce da anni.

 

Politerapica e il Centro Prelievi Synlab in Politerapica sono a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni, Tel. 035.298468.

 

Infatti
Peraltro

 

23 Luglio 2021
Meccanotecnica si affida a Politerapica

Meccanotecnica si affida a Politerapica e le due strutture stipulano una convenzione. I collaboratori di Meccanotecnica e i loro familiari possono accedere alle prestazioni di Politerapica in modo ancora più facile.

Meccanotecnica S.p.A.

Leggiamo dal loro sito che il Gruppo Meccanotecnica è leader mondiale nella costruzione di cucitrici automatiche a filo refe. Lo è anche nella produzione di linee di raccolta e cucitura per la produzione industriale di libri. La sua sede centrale è a Torre de Roveri, con l’azienda Meccanotecnica S.p.A. Qui si trova anche il loro principale sito produttivo. Hanno poi altre sedi negli Stati Uniti, in Germania, in Cina e in Polonia. Gestisce una rete ommerciale estesa in tutto il Mondo. Si compone di 115 centri distribuiti nei 5 Continenti.

Il Gruppo possiede anche i prestigiosi marchi Aster e Universe. Il primo si è affermato a livello mondiale per la sua tecnologia all’avanguardia nelle cucitrici a filo refe. Il secondo racchiude le cucitrici a filo refe per stampa digitale, sia con alimentazione a foglio che a bobina.

La missione di Meccanografica è di sviluppare e fornire a stampatori e legatori soluzioni per il confezionamento dei libri. Queste devono essere efficienti ed in grado di creare valore per il cliente. La visione è quella di mantenere una posizione di leadership nel mercato della produzione di macchine per il confezionamento di libri di alta qualità.  Per farlo, è impegnata a sfruttare i cambiamenti prodotti dall’innovazione tecnologica: Questo le permette di ampliare l’offerta di soluzioni e di coprire tutti i processi di produzione del libro dopo la stampa.

Meccanotecnica si affida a Politerapica

Meccanotecnica ha incontrato Politerapica di recente. La nostra struttura è sempre attenta alle esigenze del territorio e siamo impegnati a offrire risposte puntuali ai suoi cittadini. Da oltre un anno, lo facciamo con tutt l’impegno possibile anche nell’esecuzione di tamponi per la diagnosi di Covid. In questo ambito, Meccanotecnica si è rivolta a noi. Da qui, alla realizzazione di un rapporto più stretto il passo è stato breve.

Meccanotecnica pone molta attenzione alla qualità dei suoi prodotti e alla soddisfazione dei suoi clienti. Politerapica pone molta attenzione alla qualità delle sue prestazioni e alla presa in carico dei suoi pazienti. Abbiamo riconosciuto delle affinità, ci siamo intesi subito, abbiamo iniziato la nostra collaborazione.

Politerapica è Medicina Vicina

Politerapica è Medicina Vicina. Noi siamo vicini alle persone. Siamo vicini al loro bisogno di accoglienza quando hanno problemi di salute. Lo siamo in modo acecssibile, professionale e allo stesso tempo semplice. Parliamo con loro e li circondiamo delle nostre attenzioni.

Questo è Politerapica. Ora lo sa anche Meccanotecnica.

 

 

 

 

18 Giugno 2021
Apertura nuovo centro prelievi a Seriate

L’Eco di Bergamo dà notizia dell’apertura del nuovo centro prelievi a Seriate, in Politerapica. Si tratta di una notizia importante per gli abitanti della zona. Il nuovo centro prelievi rappresenta infatti un arricchimento dell’offerta diagnostica per il territorio. Rispondiamo così ad un’esigenza concreta dei cittadini di Seriate e dei Comuni limitrofi. Siamo infatti convinti che in un bacino di utenza così ampio, un nuovo centro per esami di laboratorio sia necessario. Tanto più che eseguiamo anche prelievi per tamponi Covid-19 e esami sierologici.

Qui l’articolo integrale: L’Eco di Bergamo – 16.6.2021 – Centro prelievi in Politerapica – Completo

Apertura Lunedì 21 Giugno

Le attività iniziano Lunedì 21 Giugno. Il centro è aperto tutti i giorni, da Lunedì a Sabato. Negli orari tra le 7,30 e le 9,30, si eseguono prelievi per esami di laboratorio di ogni genere. Negli orari, invece, dalle 10,30 alle 14,00, si eseguono prelievi per tamponi Covid-19.

Per gli esami di laboratorio, l’attività si svolge in convenzione col Servizio Sanitario oltre che in regime privatistico. Accettiamo, quindi, persone con la “ricetta rossa” e persone che vengono privatamente. Gli esami per i tamponi Covid vengono invece eseguiti a pagamento.

A tutti suggeriamo di prenotarsi sul portale https://locate.synlab.it/. Chi lo desidera può anche scaricare sul proprio telefonino la APP MySinlab. Naturalmente si può contattare Politerapica anche telefonicamente.

Collaborazione Politerapica e Synlab Italia

Politerapica e Synlab Italia collaborano da tempo. La nostra struttura si affida da anni alla loro professionalità e competenza. Synlab è, infatti, un colosso internazionale nella diagnostica di laboratorio. Con loro, Politerapica ha rappresentato e rappresenta un punto di riferimento per i tamponi Covid. Sono state numerosissime le persone che si sono rivolte a noi per questo esame. In questa occasione abbiamo testato l’efficiacia e l’efficienza della nostra collaborazione.

Crediamo di avere ottenuto un buon risultato e abbiamo deciso di andare oltre. Abbiamo aperto un centro prelievi presso di noi per esami di laboratorio oltre che per tamponi Covid. Synlab Italia gestisce l’attività. Politerapica mette a disposizione personale e strutture. In realtà, non ic sono confini. Lavoriamo insieme e facciamo sinergia.

Questo è il modo più efficace per occuparsi di Salute.

Apertura nuovo centro prelievi a Seriate

L’inziativa di Synlab e di Politerapica arricchisce il numero di servizi e prestazioni che la nostra struttura offre ai cittadini e al territorio. Noi pensiamo che il paziente debba essere al centro dell’attenzione. Non è lui che deve correre da uno specialista all’altro o da un centro all’altro. Siamo noi che dobbiamo stare intorno a lui e prenderlo in carico.

Questa è Medicina Vicina, la nuova idea di Salute di Politerapica. I nostri professioniti forniscono prestazioni senza liste di attesa e a costi accessibili. Lo fanno lavorando insieme intorno alla persona che si rivolge a noi. E pure intorno ai loro cari.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni si può telefonare al numero 035.298468.

 

25 Aprile 2021
Il Dott. Perrucchini racconta le vene varicose

Il Dott. Giovanni Perrucchini racconta cosa siano le vene varicose sulla pagina della Salute dell’Eco di Bergamo del 25.4.2021. Qui si può scaricare l’articolo integrale, in formato .pdf: L’Eco di Bergamo – 25.4.2021 – Vene varicose – Dott. Perrucchini

Giovanni Perrucchini è un professionista di notevole esperienza, specialista in chirurgia generale che da tempo collabora con Politerapica. Qui svolge attività medico-specialistica di chirurgia vascolare e esegue visite, eco-colordoppler arteriosi e venosi e interventi di piccola chirurgia ambulatoriale. Svolge inoltre attività chirurgica presso la Casa di Cura Palazzolo di Bergamo.

Le vene varicose

L’articolo inizia in modo un po’ provocatorio: “Tutti sanno (o credono di sapere, che è ben diverso!) cosa siano le varici degli arti inferiori, ma è sempre utile fare chiarezza. Bisogna innanzi tutto dire cos’è la patologia varicosa: una dilatazione delle vene superficiali delle gambe e delle cosce”.

E’ una patologia molto frequente nell’età adulta e arriva addirittura a colpire il 70% delle persone che hanno più di 60 anni. Interessa uomini e donne anche se si manifesta in modo maggiore nel sesso femminile. Ci sono alcuni fattori che predispongono alla malattia: fattori genetici, ambientali e lavorativi. Se per i primi le possibilità di intervento sono pressoché nulle, si può agire in modo significativo sugli altri due per prevenire l’insorgere di un disturbo che può portare problemi seri.

Peggiora in modo progressivo

Spiega il Dott. Perrucchini: “La malattia si manifesta inizialmente con una minima dilatazione superficiale cutanea, i cosiddetti «capillari». Progredendo, giunge a dilatazioni maggiori del tronco venoso, le vere e proprie varici. Si passa quindi da strie verdi-bluastre sottocutanee che crescono fino a vere e proprie estroflessioni della cute palpabili direttamente”.

“I sintomi della patologia varicosa” – prosegue lo specialista – “iniziano con pesantezza agli arti inferiori, comparsa di teleangectasie (ancora, i «capillari »), dolori durante la stazione eretta, crampi notturni, fino ad arrivare al gonfiore delle caviglie, che possono poi degenerare in flebite, trombosi e ulcere, creando problemi ancora più seri”.

E ancora: “Come sempre, è fondamentale intervenire in fase precoce. Arrivare tardi, infatti, significa spesso dover correre ai ripari su situazioni complesse che si sarebbero potute evitare”.

Diagnosi e cura

Bisogna innanzi tutto dire che per valutare correttamente un quadro di varici è necessario esaminare bene il sistema venoso profondo. Attraverso questo sistema avviene il trasporto maggiore di sangue dalla periferia al cuore. Lo si studia in modo approfondito con l’eco-color-doppler. Questa è una tecnica che “utilizza solo ultrasuoni e serve a verificare sia la normalità del circolo venoso profondo (e quindi l’assenza di trombosi e/o flebiti, che controindicano eventuali trattamenti), sia la presenza di varici e incontinenza del circolo venoso superficiale”.

“Alla diagnosi” – spiega ancora il dottor Giovanni Perucchini – “si arriva con una visita specialistica e l’ecocolordoppler. Da qui si definisce il  piano dei trattamenti che possono essere preventivi, para-estetici e terapeutici”.

“Gli interventi preventivi e para-estetici includono trattamenti con laser transdermico e iniezioni sclerosanti. Con questi si porta notevole beneficio alle gambe con ottimi risultati anche estetici, senza la necessità di procedure più pesanti e maggiormente aggressive. Quando le vene varicose hanno invece raggiunto dimensioni ragguardevoli si deve ricorrere a trattamenti terapeutici che si dividono in chirurgici tradizionali e mini invasivi endovasali con laser. L’intervento chirurgico tradizionale viene praticato solo in casi estremi. Prevede un’anestesia di solito spinale e lo «stripping» o rimozione della grande safena stessa. Sono però necessarie incisioni cutanee maggiori ed un decorso post-operatorio un po’ più pesante”.

Bisogna prevenire!

“La prevenzione” – conclude il dott. Giovanni Perrucchini – “rimane un’arma potentissima per una patologia così diffusa che spesso deve essere curata in modo chirurgico. Stili di vita corretti, alimentazione sana e giusto movimento sono la ricetta ideale, insieme a controlli periodici”.

 

Il Dott. Giovanni Perrucchini visita in Politerapica.
Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e puuntamenti: tel. 035.298468.

 

 

20 Aprile 2021
Acufene. Larsen per Caparezza

Acufene Larsen per Caparezza. Ne scrive la Dott.ssa Valeria Perego, Psicologa che collabora con Politerapica nell’ambito del progetto Medicina Vicina. Lo fa partendo da qualcosa che solo apparentemente non ha nulla a che fare con l’acufene: una canzone. Una canzone scritta e cantata da Caparezza che di questo disturbo soffre da tempo e a cui ha deciso di dare un nome, Larsen appunto. Per farlo – racconta la Dott.ssa Perego – Caparezza si ispira al fisico S. A. Larsen. Probabilmente lo fa anche per un altro motivo: l’Acufene è un disturbo di cui la vita è così impregnata – terribilmente intrisa – da diventare parte della quotidianità di chi ne soffre. Da potere diventare anche una canzone.

Ringraziandola per il suo contributo, pubblichiamo qui di seguito l’intervento sull’Acufene e il suo grosso peso psicologico, che la dottoressa ci ha messo cortesemente a disposizione.


…Fischiava per la mia attenzione, un po’ come si fa con i taxi
Senza una tregua una continuazione ma come si fa a coricarsi
Da solo nel letto a dannarmi, nella stanza cori urlanti
Di colpo leggevo i labiali, quindi basta coi romanzi

Uno squillo ossessivo, come un pugno su un clacson.
Primo pensiero al mattino,
l’ultimo prima di buttarmi giù dal terrazzo.
..
Parlo di Larsen e metto mano alla fondina
Alzo la cortina
Sentivo fischi pure se il locale carico applaudiva
Calo d’autostima
Non potevo ascoltare la musica come l’ascoltavo prima
Io Lagostina, una pressione continua
La depressione poi l’ira…

Larsen

Larsen. Il titolo di una canzone di un noto cantautore italiano, piuttosto recente: Michele Salvemini, in arte Caparezza. Larsen, il nome che il cantante dà all’acufene di cui soffre dal 2015. Un nome, come lo si dà a una persona, a una presenza che non lo lascia mai, che fa parte della sua vita e della sua quotidianità da allora. Larsen, il riferimento è al fisico acustico S.A. Larsen, che ha descritto l’effetto Larsen, appunto, cioè il feedback acustico che si produce quando un microfono è troppo vicino o in direzione dell’altoparlante. Più concretamente un fischio, uno stridio… che non abbandona mai…

Nel testo della canzone di Caparezza sta tutta la drammaticità di un problema diffuso, per il quale ancora non esiste chiarezza in merito alle cause. Sappiamo però chiaramente quanto sia importante che venga affrontato attraverso un approccio multidisciplinare e integrato.

Nel trattamento dell’acufene, è fondamentale la collaborazione dei diversi specialisti sia nella fase diagnostica, che in quella terapeutica. Le cause dell’acufene, infatti, sono diverse e non sempre chiare. Si può in ogni caso affermare che in questo disturbo vi siano anche fattori psicologici importanti che possono incidere nel suo sviluppo e anche nella sua gestione. Una presa in carico corretta di questi pazienti richiede, quindi, spesso l’intervento di questa professione.

Disturbi emotivi e psicologici. Uno su tre.

Si stima che sia piuttosto importante la percentuale di persone che soffre di Acufene. Tra queste, una su tre presenta anche altri disturbi emotivi e psicologici correlati alla problematica stessa, come:

  • difficoltà di concentrazione
    spesso l’attenzione è interamente rivolta alla percezione del suono disturbante
  • stanchezza e disturbi del sonno
    disequilibrio nel ritmo sonno-veglia, difficoltà nell’addormentamento, risvegli frequenti
    in generale, chi soffre di acufene riferisce che il problema si intensifica nelle ore serali e notturne, quando i rumori ambientali presenti di giorno diminuiscono, facendo emergere la percezione dell’acufene stesso
  • ansia ed evitamento
    chi soffre di acufene spesso tende a voler evitare l’esperienza disturbante, arriva a fare di tutto per evitare il silenzio, con l’effetto paradossale di far aumentare poi l’ansia stessa e il livello di stress per gestirla
  • depressione
    l’esperienza che vivono molti pazienti è quella di doversi confrontare con una problematica per la quale non esiste un unico modello di trattamento e che in molti casi non è risolutivo in modo definitivo
    la paura di dover convivere per sempre con questo malessere, senza la possibilità di alcun controllo su di esso, può portare a disturbi dell’umore importanti, finanche alla depressione
  • rimuginio
    l’acufene è il primo pensiero al mattino; è un pensiero intrusivo, ripetitivo, un pensiero che imprigiona la mente delle persone che ne soffrono, sia per quanto riguarda il fatto di trovare a tutti i costi una causa che lo ha determinato, che per la ricerca di una cura risolutiva.

Diversi livelli di sofferenza

Chi soffre di Acufene sperimenta diversi livelli di sofferenza anche in base alle sue caratteristiche psicologiche personali. La qualità di vita  ne è quindi inficiata in modo diverso, a seconda degli individui. Quello che è certo però è che i sintomi correlati all’Acufene sono invalidanti per chi soffre di questo disturbo e per chi gli sta intorno. In alcuni casi è la sofferenza psicologica a determinare un fattore di stress scatenante. Quando questo accade, si genera poi un circolo vizioso da cui è ancora più complesso uscire senza l’aiuto di una persona esperta e competente.

In ogni caso, questo disturbo rappresenta un evento stressante nella vita di un individuo, con un’importante ricaduta sulla sua vita sociale e familiare. Non di rado chi è affetto da Acufene ha avuto anche paura di soffrire di disturbi psichiatrici, dal momento che si ritrova a “sentire suoni che non vengono percepiti da nessun altro”.

Il supporto psicologico, parte della cura

Il supporto psicologico e la psicoterapia possono migliorare la qualità di vita di chi soffre di questo problema. L’intervento dello psicologo può avvenire in diversi ambiti: il sostegno psicologico al paziente nella gestione della sua patologia prima e del percorso terapeutico poi, così come il sostegno ai familiari di chi è affetto da questo problema.

L’obiettivo di un percorso psicologico è innanzi tutto quello di permettere al paziente di conoscere meglio il problema, comprenderlo e accettarlo, quando non curabile. È importante infatti aiutare la persona a liberarsi da falsi miti e credenze per lavorare invece su obiettivi realistici e concreti. Accettare il proprio disturbo è il primo passo per non dargli eccessiva attenzione e ridurre la sensazione di disagio ed handicap. Il principale obiettivo terapeutico, infatti è quello di imparare a convivere con il disturbo riducendone la percezione e limitando così gli altri disturbi ad esso correlati.

Anche strumento di cura

Con il supporto psicologico non si cerca di eliminare il problema, ma si intende aiutare il paziente a convivere meglio con il problema che vive, anziché subirlo passivamente. L’obiettivo è quello di modificare i pensieri negativi che affliggono la mente di chi soffre di acufene, col fine di superare lo stress, l’ansia e la depressione, fino ad arrivare all’accettazione del sintomo stesso.

Esistono poi degli specifici approcci terapeutici, come la terapia cognitivo-comportamentale, e alcune tecniche, come l’EMDR – Eye Movement Desensization and Reprocessing, che oltre a contribuire positivamente al contenimento del disturbo dell’acufene, possono, in alcuni casi, addirittura ridurlo fino alla sua scomparsa.

 

Dott.ssa Valeria Perego
Psicologa e Psicoterapeuta

 

30 Gennaio 2021
Tamponi rapidi poco affidabili per il Covid

I tamponi rapidi sono poco affidabili per il Covid nei pazienti asintomatici. Ora lo conferma anche Synlab in un documento basato su uno studio condotto su 20.000 soggetti.

La presa di posizione di Synlab

Il documento è del 28 gennaio 2021 ed è già chiaro dal titolo:
“Presa di posizione del Gruppo Synlab. Nei laboratori Synlab saranno effettuati negli asintomatici solo tamponi molecolari ini quanto i test rapidi sono ritenuti poco affidabili”.

La stessa chiarezza che si trova nelle prime righe del comunicato:
Synlab, gruppo leader in Europa nei servizi di diagnostica medica, conferma la sua posizione sui test rapidi, ritenuti non affidabili nè sicuri quanto i tamponi molecolari.

Pertanto, in tutti i centri e laboratori Synlab presenti sul territorio italiano, verranno proposti solo i tamponi molecolari. Solo questi, infatti, rappresentano il gold standard riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Qui è possibile scaricare il testo integrale del comunicato del Gruppo Synlab: COMUN SYNLAB GENNAIO (002) REV1 MFGS v2

I risultati dello studio

Si legge nel documento di Synlab:
“Il Gruppo ha recentemente condotto una ricerca a livello europeo che dimostra come fino al 40% dei casi risultati positivi al SARS-CoV-2 con metodica PCR potrebbero sfuggire alla diagnosi utilizzando i test antigenici rapidi.

Continua il testo:
“Un confronto diretto tra i test PCR e i test rapidi sull’antigene conferma la bassa sensibilità di questi ultimi, basandosi sui dati del programma SYNLAB safe-at-work testing. Questi studi rivelano che i test antigenici rapidi possono non risultare affidabili in diverse occasioni, come ad esempio viaggi aerei, controlli di frontiera, eventi sportivi”.

La conclusione è chiara:
Utilizzare un risultato negativo al test rapido sull’antigenemette a rischio le vite dei più vulnerabili”.
Synlab segue le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Sono indicazioni che proprio sconsigliano l’uso dei tamponi antigienici rapidi sulla popolazione asintomatica, a causa dell’alto numero di falsi negativi”.

Conclusioni chiare

Lo studio è stato condotto – come si diceva – su 20.000 persone (lavoratori in diverse aziende), che non presentavano sintomi.

Netta l’affermazione di Synlab:
I risultati di questi test confermano che quasi il 40% dei casi risultati positivi al SARS-CoV-2 con test PCR non sarebbero stati rilevati usando test rapidi sull’antigene.

Nel documento anche un intervento del Prof. Maurizio Ferrari, Chief Medical Officer di Synlab Italia:
“Questi dati, confermati anche in numerose pubblicazioni scientifiche, fanno emergere la nostra preoccupazione circa l’uso di test rapidi antigenici allo scopo di assicurare ambienti “sani” per le interazioni umane. I test antigenici potrebbero non rilevare almeno il 40% di portatori del virus, che invece sarebbero identificati con la metodica RT-PCR o con metodi molecolari equivalenti. Queste persone si troverebbero in uno stato di apparente sicurezza, con il rischio di diffondere il virus senza saperlo.

“Prova ne sia – prosegue Ferrari – che recentemente a Torino, all’’Ospedale Giovanni Bosco è scoppiato un importante focolaio di coronavirus in quanto è stato effettuato un test antigenico rapido, risultato negativo su un paziente che invece era positivo e ha contagiato altre 37 persone, tra infermieri, pazienti e operatori sanitari.”

Politerapica è sulla stessa posizione

Politerapica collabora da diversi anni con Synlab e ha imparato ad apprezzarne la professionalità e la competenza. Insieme, le due aziende hanno lavorato in modo sinergico anche nell’esecuzione di tamponi per la diagnosi di Covid-19.

A Maggio, nel pieno della prima ondata della pandemia da Coronavirus, Politerapica si è immediatamente attiviata per offrire la possibilità di eseguire in modo veloce e sicuro i test diagnostici per il virus. Lo ha fatto con Synlab e ha potuto subito offrire un servizio di eccellenza a persone, aziende, enti pubblici e privati.

Sui test rapidi, la posizione di Politerapica è al stessa di Synlab. Da qui la nostra decisione di non eseguire questi esami nella nostra struttura. Tanto più che oggi la “macchina organizzativa” impostata insieme per questa attività ci permette di

  • eseguire i prelievi per i tamponi Covid-19 entro le 24 ore dalla richiesta
  • ricevere il referto entro 24 ore dall’esecuzione

Spesso anche prima. Addirittura anche tutto in giornata, se c’è urgenza!

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e appuntamenti, Tell. 035.298468.

30 Novembre 2020
Kevin Miraglia massoterapista

Kevin Miraglia, massoterapista, ha iniziato la sua collaborazione con Politerapica – Terapie della Salute.

Una buona preparazione

Kevin vanta una buona preparazione professionale. Si è diplomato presso la Scuola di Massaggiatore e Capo Bagnino degli Stabilimenti Idroterapici di Bergamo. Ha svolto il tirocinio presso l’Ospedale S. Isidoro di Trescore Balneario e presso l’RSD dell’Istituto Palazzolo di Grumello del Monte. Qui ha eseguito attività di massaggio terapeutico nelle diverse tecniche e attività di terapie fisiche: laserterapia, tecarterapia, ultrasuoni. Nel corso degli studi ha approfondito anche le tecniche di applicazione di bendaggio finzionale e di kinesiotaping.

Non si è fermato qui. Con l’interesse che lo distingue, attualmente sta frequentando una scuola di Osteopatia.

Una notevole esperienza

Anche sul piano dell’esperienza professionale, nel curriculum di Kevin Miraglia ci sono note di rilievo. Per quattro stagioni consecutive – dal 2015 al 2019 – è stato impegnato come massoterapista presso la prima squadra dell’Albino – Leffe. Possiamo dire che qui le sue attività le ha svolte proprio “sul campo”. Tra queste, quelle di massoterapia, bendaggio funzionale e kinesiotaping.

La passione per i campi di calcio non l’ha di certo abbandonato: in questa stagione sportiva, continua a svolgere la sua attività presso il Real Bolgare, con lo stesso entusiasmo di sempre.

Kevin Miraglia massoterapista in Politerapica

Kevin porta in Politerapica la sua preparazione e la sua esperienza. Con loro, porta la sua capacità di lavorare in squadra. Questa è una caratteristica essenziale per i collaboratori di Politerapica – Terapie della Salute. Da noi si lavora in team e si realizza ini modo completo l’approccio multidisciplinare e multiprofessionale. Specialisti e terapisti collaborano intorno al paziente che si trova, così, al centro dell’attenzione e delle cure.

In Politerapica, Kevin farà parte del team che si occupa di riabilitazione neuro-motoria, lavorerà con gli altri massoterapisti, i fisioterapisti, le infermiere e gli specialisti. In particolare, con il Fisiatra e con l’Ortopedico.

Eseguirà attività di massoterapia, terapie fisiche (laser, ultrasuoni, tecar…), applicazione di bendaggio funzionale e di kinesiotaping. Naturalmente, sempre e solo su prescrizione medico-chirurgica. Come si fa in Politerapica – Terapie della Salute!

 

Politerapica è a Seriate, ini Via Nazionale 93.
Per appuntamenti e informazioni: tel. 035.298468