Politerapica: Col Morbo di Chron si vive <br/> scrive il Dott. Signorelli

Col Morbo di Chron si vive
scrive il Dott. Signorelli

0 28 Ottobre 2019

Col Morbo di Chron si vive. “Con un’adeguata terapia medica e talvolta chirurgica, la maggior parte dei pazienti risponde positivamente con controllo dei sintomi”. Lo scrive il Dott. Sergio Signorelli, specialista di Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva, Medicina Interna e Geriatria, che collabora con Politerapica nell’ambito del progetto Medicina Vicina. L’articolo è stato pubblicato sull’ultimo numero di Bergamo Salute – Periodico di cultura medica e benessere, in distribuzione in questi gioni. Due pagine chiare, lucide, strutturate in modo discorsivo e schematico insieme. Il titolo dice già molto: Morbo di Chron, come riconoscerlo e curalo. Potete trovare l’articolo al link: https://www.bgsalute.it/52-2019/2828-morbo-di-crohn-come-riconoscerlo-e-curarlo Il Dott. Signorelli descrive  la malattia come un’infiammazione cronica con fasi di remissione e riacutizzazione e ne spiega le caratteristiche. Scrive poi che tra i suoi sintomi più comuni ci sono dolore addominale, febbre e perdita di peso ma ve ne son

0 27 Ottobre 2019

Un intervento di Medicina Estetica potrebbe essere un regalo di Natale che ci si concede o che si fà ad una persona cara. Un regalo che risponde al bisogno di piacersi e di sentirsi bene con il proprio aspetto. Un bisogno legittimo sia che si tratti di ritoccare quelli “difettucci” puramente estetici, sia che si desideri limitare i segni dell’età, sia che si tratti di “rimettere a posto” gli inestetismi dovuti a una malattia o a un incidente Di questo si parla nell’articolo sulla Pagina della Salute de l’Eco di Bergamo di oggi, scritto con la collaborazione del Dott. Andrea Lisa, specialista in Chirurgia Plastica Rocostruttiva ed Estetica, che collabora con Politerapica, nell’ambito del progetto Medicina Vicina. Qualunque sia il motivo della scelta di ricorrere alla Medicina Estetica, spiega il Dott. Lisa, due cose devono essere prese in attenta considerazione

  • informazione che deve
    • essere corretta e completa
    • comprendere le tecniche che vengono adottate e le ragioni della scelta, i risultati reali attesi, le eventuali controindicazioni
    • sempre prevedere il consenso informato da parte del pazi

0 4 Ottobre 2019

Logopedia anche per adulti, in Politerapica a Seriate, in Via Nazionale 93.  Se ne occupa la Dott.ssa Log. Ilaria Benaglia, con tutto l’entusiasmo e la carica che la caratterizzano. Ilaria Benaglia si è brillantemente laureata presso l’Università degli Studi di Milano, Ospedale Luigi Sacco – Polo Universitario. Nel suo percorso formativo ha maturato competenze ed esperienze sui diversi aspetti della valutazione e della riabilitazione logopedica:

  • Disfagia, Disartria, Disfonia e Afasia
  • Deglutizione deviata
  • DSA – Disturbi Specifici dell’Apprendimento
  • DSL – Disturbi Specifici del Linguaggio
  • Disturbo dello Spettro Autistico

e si è occupata anche dei disturbi negli adulti per i quali nutre particolare interesse. Già, perché siamo abituati a pensare la Logopedia come una disciplina rivolta all’età pediatrica. Sono invece diversi i disturbi che rientrano nel suo ambito e che riguardano l’età adulta:

  • Problemi della Voce – Disfonie La terapia logopedica interviene per migliorare la voce e evitare l’insorgere di ulteriori disturbi, quando si attraversano fasi di raucedine che portano ad avere una voce rauca, affaticat

0 4 Ottobre 2019

Arcigay Bergamo si affida a Politerapica e Politerapica è orgogliosa, ancora una volta, di confermare la sua attenzione e la sua accoglienza verso la persona, nel rispetto della sua integrità e della sua identità. Stipulata una convenzione tra Arcigay Cives Bergamo e Politerapica – Terapie della Salute che prevede l’accesso a condizioni di favore alle prestazioni della struttura sanitaria per tutti gli iscritti all’associazione e loro familiari. Arcigay Bergamo Cives (citiamo dal loro sito) è nata nel 2009  con gli obiettivi di

  • promuovere e tutelare il diritto all’uguaglianza tra ogni persona, indipendentemente dalle sue inclinazioni sessuali
  • affermare principi e relazioni di solidarietà
  • lottare contro ogni forma di violenza e discriminazione dei diritti umani, civili e di cittadinanza delle persone gay, lesbiche, bisessuali e trans
  • promuovere la visibilità e la piena partecipazione alla vita sociale e civile delle persone gay, lesbiche, bisessuali e trans
  • proporre politiche culturali, sociali, e dibattito intorno alle tematiche dell’omosessualità, del lesbismo e della transessualità

Arcigay Bergamo Cives crede in una società laica e democratica in cui le liber

0 23 Settembre 2019

Politerapica aderisce a Sconti sul Serio, l’iniziativa nata tra Amministrazione Comunale e Associazione delle Botteghe di Seriate e giunta alla sua seconda edizione. Sono 101 le attività di Seriate che hanno deciso di partecipare alla campagna (negozi, pubblici esercizi, farmacie, palestre, centri servizi…) con l’obiettivo di rendere più fruibile per i cittadini l’offerta di beni e servizi presente sul loro territorio. Vai all’articolo de l’Eco di Bergamo L’Eco di Bergamo 21.9.2019 – Pag. 21 Non poteva mancare Politerapica – Terapie della Salute che, da sempre, è vicina alle persone con iniziative che portano la Salute tra la gente. Incontri pubblici, gratuitamente aperti ai cittadini e organizzati insieme alle amministrazini comunali, per promuovere l’Educazione alla Salute. Momenti di screening gratuiti per favorire la prevenzione e la diagnosi precoce e contribuire, così, allo star bene. Convegni pubblici, ancora ad accesso gratuito, per affrontare in modo più approfondito te

0 4 Settembre 2019

Politerapica partecipa a SmanApp, l’applicazione per smartphone e tablet, creata nel 2014 per proteggere tutti gli utenti della strada, attraverso un circolo virtuoso tra pedoni, ciclisti, disabili e automobilisti. Scaricata nel proprio smartphone, l’applicazione permette di segnalare la propria presenza a chi si trova nelle vicinanze, evitando due tra le principali cause di incidenti stradali: distrazione e scarsa visibilità. Così agli automobilisti verrà segnalato, oltre al percorso da seguire, anche la presenza di utenti che troveranno nel loro tragitto; mentre i pedoni e i disabili potranno comunicare che stanno attraversando una strada pericolosa e gli sportivi che si stanno allenando. Inoltre il pulsante SOS per chiedere aiuto, ovunque ci si trovi. Da allora, SmanApp è cresciuta molto. Oggi, che l’utente si muova a piedi, in bicicletta, in auto o con altri mezzi SmanApp

  • protegge gli spostamenti in caso di imprevisti o incidenti, permette di lanciare un SOS associato a un numero di fiducia per avere un aiuto immediato, facendo sapere in tempo reale la propria posizione e le eventuali necessità
  • segnale i pericoli intorno all’utente con un avviso sonoro segnala la presenza sulla strada di un pedone, un disabile, uno sportivo o un lavorato

0 25 Agosto 2019

Il diabete e la glicemia sono argomenti di cui si parla tanto ma spesso si conosce poco. Ne scrive la Pagina della Salute de l’Eco di Bergamo di oggi, 25.8.2019, con la collaborazione della Dott.ssa Maria Britta, specialista in Endocrinologia, che collabora da diversi anni con Politerapica, nell’ambito del progetto Medicina Vicina. In realtà, la Dott.ssa Britta ha un’esperienza molto concreta di questi argomenti, maturata sul campo, con la sua attività pluri-decennale di Medico di Medicina Generale, a Seriate. Già, perché il diabete è una malattia cronica molto diffusa che i medici sul territorio conoscono bene. Secondo dati Istat del 2017, in Italia ne soffrono almeno 3.200.000 persone, pari al 5,3% dell’intera popolazione (neonati compresi!). Addirittura il 16,5% delle persone che hanno più di 65 anni, in un Paese, il nostro, dove l’aspettativa di vita si allunga sempre di più e, allo stesso tempo, la popolazione anziana sta raggiungendo percentuali sempre maggior, rispetto a quella più giovane. Sempre secondo l’Istat “La diffusione del diabete è quasi raddoppiata in trent’anni (coinvolge

0 4 Agosto 2019

E’ morto Don Edoardo Algeri, lo salutiamo e lo ringraziamo: per noi di Politerapica, l’incontro con lui è stato un regalo. Lo abbiamo conosciuto nella Primavera del 2011, Don Edoardo Algeri. Lui, prete e psicologo, capace di fondere le due condizioni in una sintesi di umanità, carità e professionalità (sì, la possiamo chiamare così) fuori dell’ordinario ma sempre radicata nei valori cui faceva riferimento. Stavamo preparando uno dei nostri convegni pubblici, quelli con i quali, ci siamo da sempre posti l’obiettivo di proporre ai cittadini una visione integrata e multidisciplinare (approccio che a lui piaceva tanto e, forse, anche per questo, ci siamo da subito piaciuti) di un tema legato ad aspetti sanitari e sociali. Quella volta volevamo proporre un approfondimento sull’anziano come patrimonio e risorsa della comunità. Annaspavamo un po’ nel cercare di mettere correttamente a fuoco l’argomento. Ci aiutò lui con quella lucidità e capacità di visione che avremmo imparato a conoscere bene. Ne venne fuori un convegno di così alto valore che l’Eco di Bergamo vi dedicò più di mezza pagina. Già, perché lui, Don Edoardo, era placido, pacato, accogliente e pacioso ma quando iniziava a parlare veniva fuori tutta la sua straordinaria puntualità e ampiezza di veduta. Focalizzava il punto, lo sviluppava e poi era capace di fare collegamenti che lasciavano a boc

0 28 Luglio 2019

“Vaginiti in Estate. Le forme più comuni, le cause e le terapie” è il titolo dell’articolo curato dalla Dott.ssa Grazia Lombardo – Specialista di Ginecologia e Ostetricia in Politerapica – pubblicato sul numero di Bergamo Salute in distribuzionoe in questi giorni. Il tema è attualissimo, considerata la stagione ma assume particolare importanza anche per un altro motivo. Sempre più di frequente gli operatori sanitari osservano una grave carenza di educazione sanitaria intorno ai temi genitali e sessuali, soprattutto tra i giovani. Siamo indotti a credere che le giovani generazioni, disponendo di strumenti di comunicazione e informazione ad alta tecnologia, siano più informate di quelle che le hanno precedute. Siamo portati a pensare anche che certi temi siano oggi affrontati in modo più aperto che in passato. Sembra proprio che non sia così. Negli ambulatori e nei consultori ci si trova quotidianamente di fronte a situazioni che si spiegano solo con l’ignoranza rispetto a questi argomenti che continuano a restare coperi da un amalinetso senso del pudore e, forse, magari più facilmente, da una difficoltà di dialogo tra le generazioni che non è cambiata nel corso del tempo. Qualcuno dice che è addirittura aumentata. Giunge quindi a proposito l’articolo cur

0 28 Luglio 2019

La tiroide, lo iodio e molto di più sono i temi dell’articolo sulla Pagina della Salute de l’Eco di Bergamo di oggi, 28.7.2019, realizzato con la collaborazione della Dott.ssa Danila Covelli, Specialista di Endocrinologia e Malattie del Ricambio in Politerapica – Terapie della Salute. Quando si parla di tiroide in provincia di Bergamo si tocca un tasto delicato. Si dice – ma forse è una leggenda – che in queste zone i disturbi alla tiroide siano piuttosto frequenti. Non sarà un caso che la maschera bergamasca, ol Giopì, abbia il gozzo pronunciato. Rimane il fatto che essere informati sulla tiroide sia più che utile. Questa ghiandola svolge funzioni vitali per il nostro organismo e sapere come funziona ci aiuta ad “alimentarla” e a “mantenerla” meglio e ad accorgerci prima se e quando c’è qualcosa che non va. Non solo: ci aiuta a sfatare certi miti – lo iodio al mare continua a rimanere uno di questi – e a non spaventarci quando c’è da curarla. Tema attualissimo, intorno al quale non manca la confusione ma che suscita sempre grande interesse quando Politerapica – Terapie della Salute lo propone nei molti incontri pubblici ad accesso gratuito che organizza sul territorio bergamasco