7 Dicembre 2019
Arriva la Crioterapia in Politerapica

Arriva la Crioterapia in Politerapica. Da oggi, i pazienti che si rivolgono alla nostra struttura trovano un servizio in più per il trattamento di verruche e piccoli tumori superficiali della pelle, angiomi, condilomi e altri disturbi che con questa tecnica possono essere curati con successo, rapidamente, in ambulatorio.

In realtà, da anni ormai, in Politerapica trattiamo questi problemi. Il nostro servizio di Piccola Chirurgia Ambulatoriale esegue interventi in diversi ambiti con tecnichee chirurgiche tradizionali e con diatermocoagulazione:

  • Chirurgia generale
    • Asportazione neoformazioni cute (nei, dermatofibromi…)
    • Asportazioni neoformazioni sottocute (cisti sebacee, lipomi soprafasciali minori…)
    • Asportazione unghia incarnita – parziale, totale
    • Asportazione unghia incarnita – radicale
    • Ricostruzione lobulo orecchio
  • Chirurgia con elettrobisturi
    • Asportazione verruche
    • Asportazione fibromi penduli
  • Chirurgia vascolare
    • Varicectomie
    • Scleromousse eco-guidata
  • Chirurgia proctologica
    • Scleroterapia
    • Legature elastiche e scleroterapia
    • Diatermocoagulazione condilomi perianali
    • Drenaggio ascesso perianale
  • Chirurgia urologica
    • Frenulotomia

Lo fa con un’équipe di chirurghi di grande esperienza che svolgono la loro attività, secondo il modello di Politerapica – Medicina Vicina:

  • Specialisti di alto livello
  • No liste di attesa
  • Prezzi accessibili
  • Lavoro in team

Un’équipe di cui fa parte anche uno straordinario Chirurgo Plastico, il Dott. Andrea Lisa, che si occupa, in particolare, degli interventi sul viso, dove gli aspetti estetici sono più importanti. Il Dott. Lisa segue con passione il suo lavoro e partecipa attivamente al progetto Medicina Vicina. Suoi sono due articoli pubblicati su l’Eco di Bergamo e uno pubblicato per il sito di Politerapica, quest’anno

nella convinzione che contribuire a portare sul territorio l’educazione alla salute sia un modo di interpretare correttamente il progetto Medicina Vicina.

Da oggi, arriva la Crioterapia in Politerapica. Anche la Crioterapia. Una tecnica moderna che, insieme alle altre, permetterà di offrire ai nostri pazienti un servizio ancora più completo.

Perché Politerapica è Medicina Vicina, la nuova idea di Salute.

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per iniformazioni e prenotazioni: tel. 035.298468.

 

28 Ottobre 2019

Col Morbo di Chron si vive. “Con un’adeguata terapia medica e talvolta chirurgica, la maggior parte dei pazienti risponde positivamente con controllo dei sintomi”. Lo scrive il Dott. Sergio Signorelli, specialista di Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva, Medicina Interna e Geriatria, che collabora con Politerapica nell’ambito del progetto Medicina Vicina.

L’articolo è stato pubblicato sull’ultimo numero di Bergamo Salute – Periodico di cultura medica e benessere, in distribuzione in questi gioni. Due pagine chiare, lucide, strutturate in modo discorsivo e schematico insieme. Il titolo dice già molto: Morbo di Chron, come riconoscerlo e curalo.

Potete trovare l’articolo al link:
https://www.bgsalute.it/52-2019/2828-morbo-di-crohn-come-riconoscerlo-e-curarlo

Il Dott. Signorelli descrive  la malattia come un’infiammazione cronica con fasi di remissione e riacutizzazione e ne spiega le caratteristiche. Scrive poi che tra i suoi sintomi più comuni ci sono dolore addominale, febbre e perdita di peso ma ve ne sono anche altri, meno frequenti ma non meno importanti. Nel 33% dei pazienti, si possono riscontrare anche una malattia perianale, ragadi e fistole. Non manca  la possibilità che possa maifestarsi anche artrite.

L’importante – raccomanda lo Specialista – è affidarsi a specialisti esperti per una diagnosi tempestiva. Molti dei sintomi del Morbo di Chron sono comuni con altre patologie intestinali. La competenza e l’esperienza permettono una diagnosi veloce e una terapia adeguata. Tanto più che le terapie sono diverse e devono essere “su misura”, a seconda della gravità e della persona.

Un articolo bello e completo, che merita di essere letto, per trattare di un problema che in Italia riguarda circa 70.000 persone e che insorge prevalentemente in giovane età, tra i 20 e i 30 anni. Un problema che può essere controllato e gestito, assicurando un buon livello di qualità della vita.

 

Il Dott. Signorelli visita in Politerapica, a Seriate, in Via nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni: Tel. 035.298468.

27 Ottobre 2019

Un intervento di Medicina Estetica potrebbe essere un regalo di Natale che ci si concede o che si fà ad una persona cara.

Un regalo che risponde al bisogno di piacersi e di sentirsi bene con il proprio aspetto. Un bisogno legittimo sia che si tratti di ritoccare quelli “difettucci” puramente estetici, sia che si desideri limitare i segni dell’età, sia che si tratti di “rimettere a posto” gli inestetismi dovuti a una malattia o a un incidente

Di questo si parla nell’articolo sulla Pagina della Salute de l’Eco di Bergamo di oggi, scritto con la collaborazione del Dott. Andrea Lisa, specialista in Chirurgia Plastica Rocostruttiva ed Estetica, che collabora con Politerapica, nell’ambito del progetto Medicina Vicina.

Qualunque sia il motivo della scelta di ricorrere alla Medicina Estetica, spiega il Dott. Lisa, due cose devono essere prese in attenta considerazione

  • informazione che deve
    • essere corretta e completa
    • comprendere le tecniche che vengono adottate e le ragioni della scelta, i risultati reali attesi, le eventuali controindicazioni
    • sempre prevedere il consenso informato da parte del paziente (importante è anche il fatto che venga prodotta documentazione fotografica)
  • sicurezza
    • la procedura deve essere eseguita in sterilità
    • il prodotto utilizzato deve essere aperto di fronte al paziente e deve avere il marchio CE
    • la disinfezione della zona deve essere accurata
    • a distanza deve essere fatta una valutazione del risultato

Nell’articolo, il Dott. Lisa descrive poi le diverse tecniche disponibili (biorivitalizzazione, acido ialuronico, botulino, peeling) i loro ambiti di applicazione, cosa è meglio fare sulle guance, sulla fronte, in altre parti del corpo e cosa ci si deve attendere. Avendo sempre chiaro il fatto che non si deve alterare la fisionomia naturale della persona ma che ci si deve limitare a “farla più bella”.

In ogni caso, è utile sapere che un “ritocco” di Medicina Estetica non è mai assolutamente definitivo. Può essere modificato o addirittura rimosso se il risultato non risponde alle aspettative.

Un argomento, quello della Medicina Estetica, particolarmente attuale, soprattutto in questo periodo dell’anno, il momento migliore per sottoporsi a “correttivi”: non c’è il sole estivo che potrebbe rovinarne la riuscita e poi… siamo vicini a Natale. Cosa ‘entra il Natale? Nulla dal punto di vista della tradizione religiosa, ovviamente. Molto dal punto di vista del momento dell’anno in cui ci si scambia i regali. E questo potrebbe essere un regalo di Natale

Qui si può scaricare l’articolo del Dott. Andrea Lisa, in formato .pdf:
Eco di Bergamo – 2019.10.27 – Medicina estetica – Dott. Lisa – Completo

 

Il Dott. Andrea Lisa riceve in Politerapica il Sabato mattina.
Politerapica è a Seriate in Via Nazionale, 93.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 035.298468

 

4 Ottobre 2019

Logopedia anche per adulti, in Politerapica a Seriate, in Via Nazionale 93.  Se ne occupa la Dott.ssa Log. Ilaria Benaglia, con tutto l’entusiasmo e la carica che la caratterizzano.

Ilaria Benaglia si è brillantemente laureata presso l’Università degli Studi di Milano, Ospedale Luigi Sacco – Polo Universitario. Nel suo percorso formativo ha maturato competenze ed esperienze sui diversi aspetti della valutazione e della riabilitazione logopedica:

  • Disfagia, Disartria, Disfonia e Afasia
  • Deglutizione deviata
  • DSA – Disturbi Specifici dell’Apprendimento
  • DSL – Disturbi Specifici del Linguaggio
  • Disturbo dello Spettro Autistico

e si è occupata anche dei disturbi negli adulti per i quali nutre particolare interesse.

Già, perché siamo abituati a pensare la Logopedia come una disciplina rivolta all’età pediatrica. Sono invece diversi i disturbi che rientrano nel suo ambito e che riguardano l’età adulta:

  • Problemi della Voce – Disfonie
    La terapia logopedica interviene per migliorare la voce e evitare l’insorgere di ulteriori disturbi, quando si attraversano fasi di raucedine che portano ad avere una voce rauca, affaticata e debole.
  • Difficoltà a parlare – Afasia o Disartria
    Possono insorgere a seguito di patologie del Sistema Nervoco (malattie degenerative, ictus, traumi). La riabililtazione logopedica stimola il recupero delle capacità di comunicazione.
  • Fluenza del linguaggio – Balbuzie
    La logopedia nell’adulto aiuta anche a superare disturbi del linguaggio come la balbuzie. In questo ambito, la logopedia ha significative possibilità di recupero, anche totale.
  • Difetti di Pronuncia – Dislalie
    Spesso trascinati dall’infanzia, sono disturbi che in età adulta risultano ancora migliorabili se non risolvibili.
  • Disturbi della Deglutizione – Disfagia
    Possono insorgere a seguito di problemi neurologici, come gli ictus, i traumi neurologici o le malattie degenerative. Possono incidere in modo significativo sulla qualità della vita e sulla salute della persona. La logopedia può fare molto per restituire la funzione della deglutizione.

La Dott.ssa Benaglia fa parte di quelle Logopediste (non sono molte, veramente) che seguuono con interesse anche i pazienti adulti e i loro problemi. Senza trascurare i bambini e le loro difficoltà, ovviamente!

Logopedia anche per adulti, in Politerapica dunque. Qui, infatti, Ilaria Benaglia si occupa di

  • valutazioni logopediche per bambini e adulti
  • terapia logopedica per bambini e adulti

e partecipa al team dedicato a Neogenitorialità e bambino.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e appuntamenti: tel. 035.298468.

 

4 Ottobre 2019

Arcigay Bergamo si affida a Politerapica e Politerapica è orgogliosa, ancora una volta, di confermare la sua attenzione e la sua accoglienza verso la persona, nel rispetto della sua integrità e della sua identità.

Stipulata una convenzione tra Arcigay Cives Bergamo e Politerapica – Terapie della Salute che prevede l’accesso a condizioni di favore alle prestazioni della struttura sanitaria per tutti gli iscritti all’associazione e loro familiari.

Arcigay Bergamo Cives (citiamo dal loro sito) è nata nel 2009  con gli obiettivi di

  • promuovere e tutelare il diritto all’uguaglianza tra ogni persona, indipendentemente dalle sue inclinazioni sessuali
  • affermare principi e relazioni di solidarietà
  • lottare contro ogni forma di violenza e discriminazione dei diritti umani, civili e di cittadinanza delle persone gay, lesbiche, bisessuali e trans
  • promuovere la visibilità e la piena partecipazione alla vita sociale e civile delle persone gay, lesbiche, bisessuali e trans
  • proporre politiche culturali, sociali, e dibattito intorno alle tematiche dell’omosessualità, del lesbismo e della transessualità

Arcigay Bergamo Cives crede in una società laica e democratica in cui le libertà individuali e i diritti umani e civili siano riconosciuti, promossi e garantiti senza discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale, l’identità di genere e ogni altra condizione personale e sociale e in cui la personalità di ogni individuo possa realizzarsi in un contesto di pace e di sereno rapporto con l’ambiente sociale e naturale. L’associazione è indipendente da qualsiasi governo, ideologia politica, interesse economico o religioso ed è finanziata principalmente dai soci o da donazioni private o pubbliche.

La convenzione apre anche ad un rapporto di collaborazione nella realizzazione, insieme, di interventi monotematici di educazione alla salute, rivolti ai soci e aperti al pubblico. Arcigay e Politerapica stanno già valutando ipotesi di calendario e di contenuti.

Arcigay Bergamo si affida a Politerapica e Politerapica è lieta di aprire le porte ad Arcigay Bergamo, alle persone che ne sono socie e ai loro familiari. In Politerapica, il paziente è una persona che merita tutta l’attenzione e che è posta al centro del suo Team Multidisciplinare. Perché in Politerapica, Salute è proprio quella definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità: non semplice assenza di malattia ma stato di completo benessere fisico, psichico e relazionale.

Da qui nasce Medicina Vicina, la nuova idea di Salute di Politerapica.
Vicina perché mette a disposizione visite specialistiche e prestazioni erogate da professionisti di alto livello, è vicina perché evita al paziente lunghe liste di attesa, è vicina perché offre assistenza di qualità elevata a prezzi accessibili. E’ vicina perché gli specialisti lavorano insieme e il paziente è davvero al centro dell’attenzione.

Ora anche con Arcigay Bergamo Cives!

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 035.298468

 

23 Settembre 2019

Politerapica aderisce a Sconti sul Serio, l’iniziativa nata tra Amministrazione Comunale e Associazione delle Botteghe di Seriate e giunta alla sua seconda edizione.

Sono 101 le attività di Seriate che hanno deciso di partecipare alla campagna (negozi, pubblici esercizi, farmacie, palestre, centri servizi…) con l’obiettivo di rendere più fruibile per i cittadini l’offerta di beni e servizi presente sul loro territorio.

Vai all’articolo de l’Eco di Bergamo
L’Eco di Bergamo 21.9.2019 – Pag. 21

Non poteva mancare Politerapica – Terapie della Salute che, da sempre, è vicina alle persone con iniziative che portano la Salute tra la gente. Incontri pubblici, gratuitamente aperti ai cittadini e organizzati insieme alle amministrazini comunali, per promuovere l’Educazione alla Salute. Momenti di screening gratuiti per favorire la prevenzione e la diagnosi precoce e contribuire, così, allo star bene. Convegni pubblici, ancora ad accesso gratuito, per affrontare in modo più approfondito tematiche di cui si conosce poco o si conosce male.

Politerapica è Medicina Vicina, una nuova idea di Salute.  E lo è in particolare a Seriate, dove ha la sua sede e dove collabora strettamente con l’Amministrazione Comunale, l’Ambito Territoriale, la Bottega della Domiciliarità e le altre realtà che, in Città, si occupano della Salute degli abitanti.

Salute intesa nel senso più ampio, quello dell’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità che dice: Salute non è solo assenza di malattia ma stato di completo benessere fisico, psichico e sociale. Salute intesa come la intende Politerapica che, quando ne affronta i diversi temi, lo fa tenendo conto della persona nel suo insieme. Lo stato fisico insieme a quello emotivo ma anche la condizione delle relazioni, la sua presenza nella comunità, il suo ruolo attivo tra le persone care, gli amici, i vicini, i concittadini.

Dunque, Politerapica aderisce a Sconti sul Serio.
Fa anche di più: Politerapica regala l’Eco di Bergamo.
Perché Politerapica è Medicina Vicina e con l’Eco di Bergamo è ancora più vicina.

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e appuntamenti: Tel. 035.298468.

4 Settembre 2019

Politerapica partecipa a SmanApp, l’applicazione per smartphone e tablet, creata nel 2014 per proteggere tutti gli utenti della strada, attraverso un circolo virtuoso tra pedoni, ciclisti, disabili e automobilisti.

Scaricata nel proprio smartphone, l’applicazione permette di segnalare la propria presenza a chi si trova nelle vicinanze, evitando due tra le principali cause di incidenti stradali: distrazione e scarsa visibilità. Così agli automobilisti verrà segnalato, oltre al percorso da seguire, anche la presenza di utenti che troveranno nel loro tragitto; mentre i pedoni e i disabili potranno comunicare che stanno attraversando una strada pericolosa e gli sportivi che si stanno allenando. Inoltre il pulsante SOS per chiedere aiuto, ovunque ci si trovi.

Da allora, SmanApp è cresciuta molto. Oggi, che l’utente si muova a piedi, in bicicletta, in auto o con altri mezzi SmanApp

  • protegge gli spostamenti
    in caso di imprevisti o incidenti, permette di lanciare un SOS associato a un numero di fiducia per avere un aiuto immediato, facendo sapere in tempo reale la propria posizione e le eventuali necessità
  • segnale i pericoli intorno all’utente
    con un avviso sonoro segnala la presenza sulla strada di un pedone, un disabile, uno sportivo o un lavoratore
  • informa dei servizi intorno all’utente
    suggerisce i migliori partner della zona per tutti i tipi di acquisto e per tutti i tipi di assistenza necessari
  • ricorda addirittura le scadenze
    fa da promemoria per le scadenze più importanti: basta ricordare di salvare gli impegni

La rete di servizi, in particolare, è divenuta massiccia e capillare e comprende i servizi sanitari, di riabilitazione e di recupero post trauma. Con una regola importante: per ogni struttura o professionista, non più di un referente per zona.

Così Politerapica partecipa a SmanApp, con tutta la forza del suo progetto Medicina Vicina, da una parte contribuendo al consolidamento di una rete sempre più estesa ed efficace vicina ai cittadini e, dall’altro, mettendo a disposizione di persone e utenti una struttura sanitaria di eccellenza, presente nella parte orientale della provincia di Bergamo, per fornire i nostri servizi e le nostre prestazioni:

  • Centro Medico Polispecialistico:
    con 28 specialisti di alta preparazione ed esperienza che lavorano in team per
    – visite specialistiche
    – esami diagnostici
    – interventi di piccola chirurgia ambulatoriale
    – certificazioni medico-sportive
    senza liste di attesa, con assistenza di qualità elevata a prezzi accessibili. E’ vicina perché gli specialisti lavorano insieme e il paziente è davvero al centro dell’attenzione.
  • Centro di Riabilitazione Motoria:
    con 10 Terapisti cn preparazione di eccellenza per
    – fisioterapia
    – massofisioterapia
    – massoterapia
    – massaggio terapeutico
    – terapie fisiche: Laser, Tecar, Ultrasuoni, Tens, …
    per la riabilitazione e la prevenzione di traumi e di condizioni patologiche, anche a seguito di incidenti della viabilità.
  • Centro per la Riabilitazione del Pavimento Pelvico:
    con 2 Terapiste specializzate nella riabilitazione perineale per
    – fisiokinesiterapia
    – biofeedback
    – elettrostimolazioni
    – rieducazione
    per il trattamento di incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico di uomini, donne e bambini.
  • Centro per il bambino e i genitori:
    un’équipe vicina a bambini e genitori nel percorso di crescita, dal concepimento all’adolescenza.
  • Ambulatorio Vaccinale:
    – consulenza vaccinale
    – somministrazione vaccini
    – vaccinazioni per viaggi
    – vaccinazioni per lavoro
    – vaccinazioni per bambini e adulti

Perché Politerapica – Medicina Vicina è un progetto per mettere a disposizione della comunità una medicina di territorio con i migliori professionisti a prezzi accessibili e senza liste di attesa. E questo, nel circuito SmanApp è un punto di particolare importanza.

Per saperne di più su SmanApp e su cosa ne dice la stampa:

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 035.298468

25 Agosto 2019

Il diabete e la glicemia sono argomenti di cui si parla tanto ma spesso si conosce poco. Ne scrive la Pagina della Salute de l’Eco di Bergamo di oggi, 25.8.2019, con la collaborazione della Dott.ssa Maria Britta, specialista in Endocrinologia, che collabora da diversi anni con Politerapica, nell’ambito del progetto Medicina Vicina.

In realtà, la Dott.ssa Britta ha un’esperienza molto concreta di questi argomenti, maturata sul campo, con la sua attività pluri-decennale di Medico di Medicina Generale, a Seriate. Già, perché il diabete è una malattia cronica molto diffusa che i medici sul territorio conoscono bene. Secondo dati Istat del 2017, in Italia ne soffrono almeno 3.200.000 persone, pari al 5,3% dell’intera popolazione (neonati compresi!). Addirittura il 16,5% delle persone che hanno più di 65 anni, in un Paese, il nostro, dove l’aspettativa di vita si allunga sempre di più e, allo stesso tempo, la popolazione anziana sta raggiungendo percentuali sempre maggior, rispetto a quella più giovane.

Sempre secondo l’Istat “La diffusione del diabete è quasi raddoppiata in trent’anni (coinvolgeva il 2,9% della popolazione nel 1980). Anche rispetto al 2000 i diabetici sono 1 milione in più e ciò è dovuto sia all’invecchiamento della popolazione (come dicevamo sopra!) che ad altri fattori, tra cui l’anticipazione delle diagnosi (che porta in evidenza casi prima sconosciuti) e l’aumento della sopravvivenza dei malati di diabete”.

Il diabete e la glicemia sono quindi argomenti tanto importanti quanto attuali eppure conosciuti poco e male (non sarà un caso che molte volte si senta dire “ho la diabete”!). Se così non fosse, spesso riusciremmo a prevenire questa malattia che, come tutte le malattie croniche, una volta venuta non permette più di guarire. Basterebbe uno stile di vita sano, basato su un’alimentazione corretta e su un’attività fisica giornaliera e adeguata. La verità è che non solo si conosce poco o male quella che è una patologia molto diffusa ma la si sottovaluta non la si cura in modo efficace neppure quando se ne è affetti. Dimenticando – o ignorando – che le conseguenze del diabete sulla salute della persona sono molte e alcune particolarmente gravi. Il diabete, per esempio, è considerato un fattore di rischio importantissimo per l’infarto.

Di tutto questo tratta la Dott.ssa Britta in un articolo che si legge facilmente perché scritto in modo semplice e chiaro per permettere a chiunque di comprenderne i contenuti che rimangono comunque rigorosamente scientifici. E’, questo, il modello che con lei e con gli altri specialisti di Politerapica, adottiamo da quasi dieci anni nel corso dei cicli di incontri, gratuitamente aperti al pubblico, che organizziamo insieme alle Amministrazioni Pubbliche per promuovere una corretta educazione alla Salute.

Trovate l’articolo qui di seguito. Se volete, potete anche scaricarlo, in formato .pdf:
Eco di Bergamo – 25.8.2019 – Diabete. Dott.ssa Britta

 

La Dott.ssa Maria Britta riceve in Politerapica – Terapie della Salute, a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni o appuntamenti, si può telefonare al numero 035.298468.

 

 

 

4 Agosto 2019

E’ morto Don Edoardo Algeri, lo salutiamo e lo ringraziamo: per noi di Politerapica, l’incontro con lui è stato un regalo.

Lo abbiamo conosciuto nella Primavera del 2011, Don Edoardo Algeri. Lui, prete e psicologo, capace di fondere le due condizioni in una sintesi di umanità, carità e professionalità (sì, la possiamo chiamare così) fuori dell’ordinario ma sempre radicata nei valori cui faceva riferimento.

Stavamo preparando uno dei nostri convegni pubblici, quelli con i quali, ci siamo da sempre posti l’obiettivo di proporre ai cittadini una visione integrata e multidisciplinare (approccio che a lui piaceva tanto e, forse, anche per questo, ci siamo da subito piaciuti) di un tema legato ad aspetti sanitari e sociali. Quella volta volevamo proporre un approfondimento sull’anziano come patrimonio e risorsa della comunità. Annaspavamo un po’ nel cercare di mettere correttamente a fuoco l’argomento. Ci aiutò lui con quella lucidità e capacità di visione che avremmo imparato a conoscere bene. Ne venne fuori un convegno di così alto valore che l’Eco di Bergamo vi dedicò più di mezza pagina.

Già, perché lui, Don Edoardo, era placido, pacato, accogliente e pacioso ma quando iniziava a parlare veniva fuori tutta la sua straordinaria puntualità e ampiezza di veduta. Focalizzava il punto, lo sviluppava e poi era capace di fare collegamenti che lasciavano a bocca aperta: non li avremmo neppure immaginati, non saremmo stati capaci di farlo ma aveva ragione lui. Una visione concreta che però spaziava nel prima e nel dopo, nel contesto più prossimo e in quello più ampio.

Così, nel tempo, quando ci lasciava pazientemente abusare della profondità del suo pensiero e della sua competenza, abbiamo continuato a imparare da lui e, col suo determinante contributo, impostato e gestito alcuni dei nostri convegni di maggiore successo.

Lo incontravamo in Curia o al Consultorio del Conventino. Gli avevamo già detto qual era il tema su cui avevamo bisogno del suo aiuto e lui cominciava a parlare, a ruota libera, con una facilità estrema, sia che l’argomento riguardasse il bambino appena nato, il legame madre figlio, il ruolo antropologico di una nuova vita, sia che riguardasse il bambino che fa la pipì a letto e il suo rapporto col proprio corpo in crescita e con la vita davanti a sé, sia che riguardasse l’anziano, il senso della finitudine, il ruolo della riconsegna.

Dette così, queste cose, appaiono difficili. Don Algeri sapeva però rendere estremamente chiari concetti complessi e aprire squarci di comprensione in chi lo ascoltava. Anche se ascoltarlo, per noi, era faticoso: difficile riuscire a seguire la velocità del suo pensiero. Ci veniva male alla mano nell’inseguirlo, prendendo appunti su ciò che ci diceva e non perdere quel concentrato di sapienza che ci stava trasferendo. E che sapeva così chiaramente trasferire anche in pubblico, quando partecipava come relatore ai nostri convegni aperti soprattutto a cittadini, a persone semplici, a “non addetti ai lavori”.

Sul “furto” delle sue parole (lo avevamo definito così e lui ci rideva sopra e nella sua modestia, ringraziava per l’importanza che gli attribuivamo) abbiamo realizzato diverse attività. Se avevamo dubbi, lo chiamavamo. Ci rispondeva da Bergamo, da Roma, dall’Estero. Ovunque fosse, in una pausa dei suoi moltissimi impegni, riusciva a trovare uno spazio di tempo da dedicarci. Allora iniziavano chiacchierate che spesso andavano oltre la ragione per cui lo avevamo chiamato. E questo ci ha permesso il privilegio di conoscere un uomo onesto, capace di guardare le cose per quello che sono, capace di una visione laica degli eventi del mondo e pure della Chiesa che amava tantissimo ma che sapeva osservare con sguardo lucido e consapevole anche nei suoi limiti.

E’ morto Don Edoardo Algeri. Certo, è strano ma forse neanche tanto che oggi, di fronte alla sua morte, non sentiamo un senso di vuoto. Da Don Edoardo abbiamo ricevuto molto e di quel molto ci sentiamo umanamente e professionalmente nutriti. E anche questo fa parte del tanto che ci ha dato: la possibilità di sentirci capaci di continuare percorsi intrapresi insieme.

Lo ricordiamo con gratitudine ma anche con serenità. Addirittura con allegria, invidiandogli quel sottile senso di autoironia che non gli mancava mai.

Lo ricordiamo e gli rendiamo omaggio, condividendo tre documenti. Sono le presentazioni di tre nostri convegni. Ognuna è “rubata” da lui, intrisa delle sue parole e del suo pensiero:

Bergamo, 28.6.2012 – “Mamma ho bagnato il letto!” L’enuresi notturna: un disturbo non solo fisico che si affronta, che si supera

Bergamo, 18.10.2012 – E’ nato e ora si torna a casa. E’ adesso che si comincia – Riflessioni un poco azzardate – 1

Seriate, 27.11.2017 – L’Anziano. Protagonista della rete

Lo ricordiamo condividendo anche uno dei tanti articoli che gli ha dedicato l’Eco di Bergamo, nel quale sono raccolte alcune delle molte testimonianze di chi lo ha conosciuto:
Eco di Bergamo – 4.8.2019 – Ricordo di Don Algeri – Completo.docx

 

28 Luglio 2019

“Vaginiti in Estate. Le forme più comuni, le cause e le terapie” è il titolo dell’articolo curato dalla Dott.ssa Grazia Lombardo – Specialista di Ginecologia e Ostetricia in Politerapica – pubblicato sul numero di Bergamo Salute in distribuzionoe in questi giorni.

Il tema è attualissimo, considerata la stagione ma assume particolare importanza anche per un altro motivo. Sempre più di frequente gli operatori sanitari osservano una grave carenza di educazione sanitaria intorno ai temi genitali e sessuali, soprattutto tra i giovani. Siamo indotti a credere che le giovani generazioni, disponendo di strumenti di comunicazione e informazione ad alta tecnologia, siano più informate di quelle che le hanno precedute. Siamo portati a pensare anche che certi temi siano oggi affrontati in modo più aperto che in passato.

Sembra proprio che non sia così. Negli ambulatori e nei consultori ci si trova quotidianamente di fronte a situazioni che si spiegano solo con l’ignoranza rispetto a questi argomenti che continuano a restare coperi da un amalinetso senso del pudore e, forse, magari più facilmente, da una difficoltà di dialogo tra le generazioni che non è cambiata nel corso del tempo. Qualcuno dice che è addirittura aumentata.

Giunge quindi a proposito l’articolo curato dalla Dott.ssa Lombardo anche perché, in Estate, sempre più donne ricorrono alle cure del ginecologo perché affette da disturbi genitali che interessano l’area vulvovaginale, le cosiddette vaginiti. Le forme più comuni in questa stagione sono le candidosi e le vaginosi batteriche, spiega la Dottoressa che passa poi a descriverle.

Lo fa con un approccio e una pazienza quasi didattici. Spiega cosa sia la vagina, parla dei batteri buoni e di quelli cattivi che vi si possono annidare. Descrive le infezioni e spiega come si trasmettono. Qui si comprende perché le vaginiti in Estate aumentino. Passa poi ai fattori di rischio, quelli immodificabili e queli modificabili. Su questi ultimi si sofferma con suggerimenti – potremmo dire “istruzioni per l’uso” – semplici, chiari, di immediata comprensione e, soprattutto, di facile applicazione:

  • seguire una dieta leggera, povera di zuccheri e carboidrati complessi;
  • ridurre l’assunzione di bevande alcooliche;
  • aumentare l’apporto di acqua e sali minerali per mantenere una buona idratazione cellulare;
  • adottare delle norme igieniche semplici come utilizzare indumenti poco stretti, di fibre naturali come il cotone, non colorate;
  • evitare l’utilizzo di salvaslip o assorbenti interni;
  • curare l’igiene intima con l’utilizzo di detergenti adatti non fai da te secondo il parere del ginecologo curante;
  • utilizzare il preservativo (anche per la prevenzione di malattie sessualmente trasmissibili e gravidanze indesiderate).

Un bell’articolo, insomma. Facile da leggere, completo, esaustivo. Certo, non sostituisce – e non ha lo scopo di farlo – il ricorso agli Operatori Sanitari, Medici o Ostetriche. Dà però indicazioni per capire meglio, prevenire e non perdere tempo quando c’è da curare.

Lo potete leggere qui:
https://www.bgsalute.it/51-2019/2803-vaginiti-in-estate-le-forme-piu-comuni-le-cause-e-le-terapie

O lo potete scaricare qui, in formato .pdf:
Bergamo Salute – Agosto 2019 – Dott.ssa Grazia Lombardo. Vaginiti in Estate

La Dott.ssa Grazia Lombardo visita in Politerapica, nell’ambito del progetto Medicina Vicina.
Per informazioni o prenotazioni, si può chiamare il numero 035.298468.