fbpx

Categoria: Archivio Newsletter

19 Giugno 2021
Mappatura dei nei nella prevenzione del melanoma

Il nostro Dott. Salvatore Noto interviene sulla mappatura dei nei nella prevenzione del Melanoma. Lo fa con un articolo intervista sull’ultimo numero di Bergamo Salute. Il Dott. Noto è specialista in Dermatologia ed ha maturato una notevole esperienza sull’argomento. Noi di Politerapica lo sappiamo bene. Lui, infatti, ha introdotto la mappatura dei nei nella nostra struttura, quando ha cominciato a collaborare con noi, ormai diversi anni fa, nell’ambito del progetto Medicina Vicina.

Qui si può scaricare l’articolo in formato .pdf: Bergamo Salute – MaggioGiugno 2021 – Dott. Noto su mappatura nei

Il Melanoma

Il Melanoma è un tumore sul quale Politerapica lavora con molta attenzione. Da quasi un anno abbiamo avviato l’Ambulatorio Oncologia Dermatologica – Melanoma. Ne fanno parte diversi professionisti che lavorano in modo multidisciplinare intorno al paziente. Lavoriamo per favorire la diagnosi precoce e la prevenzione di questa brutta patologia. Il Melanoma infatti è probabilmlente il tumore della pelle più pericoloso e insidioso anche se non è il puiù frequente.

Lo spiega bene il Dott. Noto che osserva come “il melanoma è un tumore che può essere molto aggressivo e poco curabile se diagnosticato tardivamente”. Aggiunge però che può avere una “buona prognosi se scoperto sul nascere”. Dobbiamo tenere presente che questo cancro “riguarda essenzialmente la popolazione adulta sopra i 18-20 anni”. Spesso però può insorgerein età adulta come conseguenza di eventi accaduti nell’infanzia.

Per questo, in Politerapica non ci limitiamo alla presa in carico del paziente, alla diagnosi precoce e al follow-up. Pensiamo infatti che per fare prevenzione si debba conoscere. Mettiamo, così, molto impegno anche ad attività di informazione e sensibilizzazione. Lo facciamo col patrocinio di LILT Bergamo Onlus, Insieme con il Sole Dentro, ATS Bergamo, Comune di Seriate e Ambito Territoriale di Seriate.

La mappatura dei nei nella prevenzione del melanoma

“La mappatura dei nei è un esame indolore e non invasivo, utile per la diagnosi precoce del melanoma”. Riportiamo le parole del Dott. Noto. Si tratta di un esame importante per la popolazione a rischio. Dobbiamo però avere chiaro che diventa poco utile come esame generale. “Per questo, aggiunge il nostro specialista, non si effettua come screening di massa al pari della mammografia o del Pap test”.

Alla mappatura dei nei per la prevenzione del melanoma dovrebbero accedere persone che hanno fattori di rischio. Questi dovrebbero essere valutati dal Medico di Medicina Generale che decide se suggerire l’esame. Quando pèarliamo di fattori di rischio ci rifeririamo a diverse condizioni. Nell’articolo, il Dott. Noto ne fa un elenco dettagliato.

La mappatura è un esame che deve essere eseguito in modo accurato. Lo descrive il nostro specialista. “Il dermatologo ispeziona tutta la pelle del paziente e scatta con una telecamera particolare una prima serie di immagini digitali macroscopiche (fino a circa 20 foto). Poi individua i nei sospetti e procede a scattare delle immagini dermatoscopiche, capaci di mostrare strutture altrimenti non apprezzabili. Le fotografie vengono archiviate su un computer attraverso un programma che permette di mappare le immagini dermatoscopiche correlandole alla loro posizione nel primo set di immagini.”

Nei e Melanoma

I nei sono alterazioni benigne della pelle. Ci sono state epoche in cui addirittura ce li si faceva finti. Dicevano che attirassero i baci. A volte però possono evolvere in una forma maligna, il Melanoma appunto. Non sono l’unica causa o modalità di formazione di questo tumore. E’ utile però tenerli d’occhio. Quando? Come?

A questo importante aspetto dell’argomento la rivista dedica un box. Al suo interno, il Dott. Noto fornisce i suggerimenti necessari.

 

Chiudiamo questo articolo non nascondendo un pizzico di orgoglio. Lavorare con un professionista della levatura del Dott. Salvatore Noto non è cosa da poco. Lo diciamo noi ma lo dicono soprattutto i nostri pazienti. Soddisfatti loro. Orgogliosi noi.

 

 

 

 

18 Giugno 2021
Apertura nuovo centro prelievi a Seriate

L’Eco di Bergamo dà notizia dell’apertura del nuovo centro prelievi a Seriate, in Politerapica. Si tratta di una notizia importante per gli abitanti della zona. Il nuovo centro prelievi rappresenta infatti un arricchimento dell’offerta diagnostica per il territorio. Rispondiamo così ad un’esigenza concreta dei cittadini di Seriate e dei Comuni limitrofi. Siamo infatti convinti che in un bacino di utenza così ampio, un nuovo centro per esami di laboratorio sia necessario. Tanto più che eseguiamo anche prelievi per tamponi Covid-19 e esami sierologici.

Qui l’articolo integrale: L’Eco di Bergamo – 16.6.2021 – Centro prelievi in Politerapica – Completo

Apertura Lunedì 21 Giugno

Le attività iniziano Lunedì 21 Giugno. Il centro è aperto tutti i giorni, da Lunedì a Sabato. Negli orari tra le 7,30 e le 9,30, si eseguono prelievi per esami di laboratorio di ogni genere. Negli orari, invece, dalle 10,30 alle 14,00, si eseguono prelievi per tamponi Covid-19.

Per gli esami di laboratorio, l’attività si svolge in convenzione col Servizio Sanitario oltre che in regime privatistico. Accettiamo, quindi, persone con la “ricetta rossa” e persone che vengono privatamente. Gli esami per i tamponi Covid vengono invece eseguiti a pagamento.

A tutti suggeriamo di prenotarsi sul portale https://locate.synlab.it/. Chi lo desidera può anche scaricare sul proprio telefonino la APP MySinlab. Naturalmente si può contattare Politerapica anche telefonicamente.

Collaborazione Politerapica e Synlab Italia

Politerapica e Synlab Italia collaborano da tempo. La nostra struttura si affida da anni alla loro professionalità e competenza. Synlab è, infatti, un colosso internazionale nella diagnostica di laboratorio. Con loro, Politerapica ha rappresentato e rappresenta un punto di riferimento per i tamponi Covid. Sono state numerosissime le persone che si sono rivolte a noi per questo esame. In questa occasione abbiamo testato l’efficiacia e l’efficienza della nostra collaborazione.

Crediamo di avere ottenuto un buon risultato e abbiamo deciso di andare oltre. Abbiamo aperto un centro prelievi presso di noi per esami di laboratorio oltre che per tamponi Covid. Synlab Italia gestisce l’attività. Politerapica mette a disposizione personale e strutture. In realtà, non ic sono confini. Lavoriamo insieme e facciamo sinergia.

Questo è il modo più efficace per occuparsi di Salute.

Apertura nuovo centro prelievi a Seriate

L’inziativa di Synlab e di Politerapica arricchisce il numero di servizi e prestazioni che la nostra struttura offre ai cittadini e al territorio. Noi pensiamo che il paziente debba essere al centro dell’attenzione. Non è lui che deve correre da uno specialista all’altro o da un centro all’altro. Siamo noi che dobbiamo stare intorno a lui e prenderlo in carico.

Questa è Medicina Vicina, la nuova idea di Salute di Politerapica. I nostri professioniti forniscono prestazioni senza liste di attesa e a costi accessibili. Lo fanno lavorando insieme intorno alla persona che si rivolge a noi. E pure intorno ai loro cari.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni si può telefonare al numero 035.298468.

 

17 Giugno 2021
CUP Solidale e Politerapica lavorano insieme

Cup Solidale e Politerapica lavorano insieme a favore della salute. Il loro impegno è quello di rendere la medicina sempre più accessibile. Le due strutture hanno stipulato una convenzione e hanno già avviato il rapporto di collaborazione. I pazienti che vogliono accedere ai servizi di Politerapica ora possono farlo direttamente via web. Nel circuito sono inseriti i soci delle Mutue delle Banche di Credito Cooperativo.

Cup Solidale

La brochure di presentazione di Cup Solidale è molto simpatica. E’ semplice da leggere, chiara e di immediata comprensione. Non ha pretese, possiamo dire. Va diritta al punto. Cupsolidale.it sta per Centro Unico di Prenotazione Solidale. Si definisce “il booking della sanità sul circuito privato e privato-sociale”. E aggiunge che la sua è “un’alternativa senza attese per una scelta consapevole dell’utente”.

La struttura offre ai suoi utenti la possibilità di prenotare prestazioni sanitarie on-line. Il circuito è continuamente proposto all’utenza on-line. Cup Solidale si fa conoscere attraverso campagne AdWords su Google e promozioni sui Social. Lavora anche con indicizzazioni SEO e realizza video e spot promozionali.

Vantaggi per i pazienti

Gli utenti che accedono al circuito ottengono diversi vantaggi. Possono reperire le prestazioni in modo più facile. Incontrano tempi di attesa minori e riescono a trovare rapidamente il centro più vicino. Pososno scegliere le date a loro più comode. Molto probabilmente non cadono nella tentazione di rinunciare alla cura perché troppo difficoltosa.

Il pubblico cui è rivolta la soluzione è quello dei privati cittadini ma non solo. Anche le Mutue delle Banche di Credito Cooperativo della Toscana hanno scelto Cup Solidale. Questo permette l’accesso diretto ai servizi e alle prestazioni sanitarie offerte ai propri soci. Il progetto coinvolgerà a breve anche le Mutue delle BCC delle altre Regioni italiane.

Cup Solidale e Politerapica lavorano insieme

Cup Solidale e Politerapica lavorano insieme per gli utenti del nostro territorio. I pazienti possono ora accedere ai servizi della nostra struttura anche attraverso il sito Cupsolidale.it. Un modo in più per raggiungerci, stando comodamente a casa. Possono scegliere l’orario e il giorno più comodi per loro. Un modo in più per rendere più accessibili le nostre prestazioni.

Noi siamo Medicina Vicina, la nuova idea di Salute di Politerapica – Terapie della Salute.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni, tel. 035.298468.

16 Giugno 2021
Sergio Clarizia spiega l

Dott. Sergio Clarizia spiega in modo chiaro cosa sia l’acetone nei bambini. Nell’ultimo numero di Bergamo Salute, Elena Buonanno intervista il nostro Pediatra su questo argomento. Il Dott. Clarizia chiarisce già nelle prime righe che “si tratta di una condizione passeggera”. E aggiunge che è “quasi sempre responsabile di un disturbo lieve che si risolve rapidamente, senza procurare particolari fastidi al piccolo”.

Vai all’articolo: Bergamo Salute – MaggioGiugno 2021 – Dott. Clarizia su Acetone

L’acetone

Sergio Clarizia ha una lunghissima attività professionale alle spalle. Si rimane colpiti dalla lettura del suo curriculum. Ha maturato esperienze e acquisito competenze di notevole livello sia in ambito nazionale che internazionale. Non ha certo difficoltà a riferire un discorso che probabilmente ha sentito migliaia di volte. “Dottore, il bambino sta male, dice di avere mal di testa, è stanco, sono due giorni che non mangia nulla, vomita qualsiasi cosa metta in bocca e poi ha un alito terribile: sa di frutta troppo matura”.

Dice che “capita spesso che un genitore porti dal pediatra il bambino riferendo questi sintomi”. Sono sintomi allarmanti solo all’apparenza. Aggiunge infatti che , all’apparenza allarmanti. Aggiunge infatti che “nella maggior parte dei casi si rivelano non particolarmente preoccupanti e legati a chetosi, meglio nota con il nome di acetone”.

L’acetone è una risposta dell’organismo per far fronte alle proprie necessità energetiche. Quando ha già bruciato tutti gli zuccheri a disposizione, comincia a bruciare anche i grassi. Questo può capitare “durante un episodio febbrile, in un momento di particolare stress, o dopo un digiuno prolungato. Queste condizioni comportano un dispendio di energia e inducono l’organismo ad aumentare la richiesta di glucosio, fonte energetica di organi come cervello e cuore. Quando il metabolismo, per produrre energia, esaurisce le riserve fornite dagli zuccheri, intervengono i grassi. Durante questo processo si formano delle sostanze chiamate corpi chetonici”. I corpi chetonici emanano un “inconfondibile odore di acetone, simile a quello della frutta matura, nelle vie aeree e nelle urine”.

Sergio Clarizia spiega l’acetone nei bambini

Dopo avere spiegato cosa sia l’acetone, il Dott. Clarizia spiega in modo approfondito quali siano i suoi sintomi. Racconta della possibilità di febbre e di vomito. Prosegue dicendo che possono comparire anche “nausea, mal di pancia, pallore, sonnolenza, mal di testa, occhiaie e da una evidente “patinatura” che si forma sulla superficie della lingua, che appare asciutta e di colore bianco-giallastro”.

Si tratta di una condizione che non deve comunque allarmare. I rimedi sno semplici e alla portata di tutti. “In caso di neonati, bisogna offrire al bebè un biberon di acqua e zucchero per ripristinare le riserve dell’organismo. Questo rimedio serve anche a evitare episodi di vomito”. Possono andare bene anche “camomilla o tè deteinato zuccherati o dolcificati con il miele”. Se il bimbo “ha già iniziato lo svezzamento, è consigliabile dargli da mangiare della pastina o crema di riso o una patata schiacciata. Dopo l’anno di età si possono offrire al bambino anche i grissini all’acqua o i biscotti per l’infanzia. Sono poi da preferire alimenti come il pesce e le carni bianche”.

E il pediatra?

Spiega il Dott. Sergio Clarizia che l’acetone nei bambini non è una malattia. Di solito si risolve senza bisogno di medicine. La crisi di solito non dura più di 2-3 giorni. Una volta superata, il bambino può tornare all’alimentazione abituale.

E’ opportuno far visitare il bimbo dal pediatra se l’acetone persiste per più di 2-3 giorni. Il ricorso al dottore è utile in modo particolare se c’è anche vomito, mal di pancia o febbre. “Lo specialista può prescrivere un’analisi delle urine e del sangue per verificare l’eventuale presenza di corpi chetonici. Si tratta di semplici test eseguibili anche a casa. Basta immergere le apposite strisce reattive o gli stick (in vendita in farmacia) direttamente nell’urina: se cambiano colore, vuol dire che sono presenti i corpi chetonici. In questo caso il pediatra indicherà l’alimentazione da seguire”.

Il Dott. Sergio Clarizia

Il Dott. Clarizia collabora con Politerapica da quando la struttura ha avviato le sue attività nel 2008. E’ stato per noi lo specialista di riferimento per la medicina pediatrica. Ha partecipato a molte iniziative di Politerapica per contribuire alla diffusione di una corretta educazione alla salute sul territorio. La sua presenza ad incontri pubblici, organizzati nel corso degli anni con diverse amministrazioni comunali, è stata preziosa. Il suo intervento in convegni pubblici organizzati da Politerapica ha portato ogni volta un contributo qualificante all’iniziativa. E’ sempre disponibile ad essere presente in radio, in televisione e sulla carta stampata.

La sua modalità narrativa è pacata e concreta. Sa di cosa parla. Si sente che lo ha imparato sul campo, giorno dopo giorno.

Dal 2014, ha aderito con entusiasmo al progetto Medicina Vicina, la nuova idea di salute di Politerapica. Professionisti di grande livello che visitano senza liste di attesa, a condizioni accessibili. Non solo: Medicina Vicina è anche lavoro di équipe. Gli specialisti lavorano insieme, intorno al paziente. Presso di noi, il Dott. Clarizia eroga prestazioni di Pediatria e di Allergologia.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e appuntamenti, si può contattare la Segreteria di Politerapica, al numero 035.298468.

 

 

 

 

14 Giugno 2021
Analisi mediche e tamponi in Politerapica

E’ ora possibile sottoporsi ad analisi mediche e tamponi in Politerapica. Il Centro, che ha sede a Seriate in Via Nazionale 93, aggiunge un servizio importante alle sue prestazioni. L’attività è frutto di una collaborazione sempre più stretta tra Synlab Italia e Politerapica – Terapie della Salute.

Orari comodi e facile accesso

Il Centro prelievi inizia le sue attività Lunedì 21 Giugno. Il servizio è disponibile dal Lunedì al Sabato. Gli orari di apertura sono dalle 7,30 alle 9,30 per prelievi di qualsiasi tipo, escluso tamponi Covid-19 e dalle 10,30 alle 14,00 per prelievo tamponi Covid-19.

Sono erogate prestazioni in regime privatistico e in convenzione col Sistema Sanitario. Esami di laboratorio del sangue e delle urine, esami istologici, pap-test e tamponi. Anche test prenatali e esami genetici.

A disposizione del pubblico c’è un efficiente sistema salva-code. Gli utenti possono, infatti, prenotare le prestazioni all’indirizzo web locate.synlab.it. Possono anche scaricare la APP MySinlab dal sito di Synlab. Rimane sempre la possibilità di presentarsi direttamente in sede, negli orari di apertura del servizio, anche senza prenotazione.

La posizione della sede di Politerapica è particolarmente favorevole per i cittadini di Seriate e dei Comuni limitrofi. La disponibilità da Lunedì a Sabato, nei primissimi orari del mattino, rende il servizio facilmente fruibile. L’ampio parcheggio di cui disponiamo ne facilita l’accesso.

Non solo analisi mediche ma anche tamponi e test Covid in Politerapica

Il nuovo centro prelievi esegue anche i test per il Covid. E’ il proseguimento di un’attività che ha visto Politerapica molto impegnata negli ultimi tredici mesi. Nel pieno della pandemia da Covid-19, la nostra struttura si è attivata subito. Abbiamo voluto mettere a disposizione di cittadini e territorio i migliori test. Lo abbiamo fatto con Synlab e abbiamo proposto test sierologici e tamponi molecolari. Su questo punto siamo stati sempre decisi. Riteniamo infatti che i test rapidi non abbiano i livelli di attendibilità dei test molecolari. In una situazione così pericolosa per le persone e la comunità, l’attendibilità è un fattore che non può essere sottovalutato.

A Maggio del 2020, poi, Synlab ha annunciato un’ottimizzazione organizzativa e tecnologica nell’ambito dei test diagnostici per Covid-19. Questo ha permesso di offrire al pubblico il Tampone Molecolare con tempi di refertazione più brevi. Inoltre, la nuova soluzione tecnologica ha permesso di identificare le varianti conosciute.  Anche in quell’occasione, Synlab ribadiva che il test molecolare è il test di riferimento per la diagnosi di infezione da SARS-CoV-2. Questo permette un risultato affidabile e sicuro.

Scarica la cartolina del nuovo Centro: Cartolina Cuore_SERIATE 105×148 (4)

Synlab Italia

Synlab è il leader Europeo nella fornitura di servizi di diagnostica medica. Propone un’offerta completa di servizi di Medicina di Laboratorio per Pazienti, Medici, cliniche e per l’industria farmaceutica. Oggi, il Gruppo è presente in 4 continenti e impiega oltre 20.000 collaboratori. Il suo fatturato ha raggiunto i 2 miliardi di Euro. Esegue circa 500 milioni di esami ogni anno.

Synlab Italia è un network nazionale di Laboratori dotati di Punti Prelievo e Centri Polidiagnostici. Fornisce così un servizio di alta qualità, in modo capillare, in tutta Italia. E’ un network che adotta un nuovo approccio “integrato” all’innovazione medica, alla prevenzione e alla cura della salute. Questo in conformità agli standard qualitativi di eccellenza europei.

Synlab Italia rappresenta il più importante gruppo di diagnostica integrata nel nostro Paese. E’ anche il primo interlocutore nei servizi di diagnostica di Laboratorio per molti Specialisti e Laboratori Clienti. E’ strutturata in modo articolato. Impiega 1.700 dipendenti diretti, 1.500 liberi professionisti e 150 operatori di logistica. Il suo fatturato ha raggiunto i 230 milioni di Euro. Esegue più di 35 milioni di analisi ogni anno e 1,5 milioni di prestazioni poliambulatoriali e imaging.

Analisi mediche e tamponi in Politerapica

Con il nuovo centro prelievi, inizia un nuovo capitolo nella storia di Politerapica. Un capitolo importante per noi e per il nostro territorio. Lo viviamo con l’entusiasmo e la determinazione che ci accompagnano da sempre nei 13 anni di vita della nostra struttura.

Il nostro approccio è sempre stato quello di rispondere ad esigenze dei cittadini. Lo facciamo con soluzioni di alto livello che possano offrire prestazioni di qualità. La nostra visione è quella dell’approccio multidisciplinare, dove il paziente è posto al centro dell’attenzione di tutti noi. Non è lui che deve girare da uno specialista all’altro, da un servizio all’altro. Sono i professionisti che devono lavorare intorno a lui, in modo sinergico e integrato.

Crediamo anche nell’importanza di sinergie con le strutture già presenti sul territorio. Riteniamo che questo sia il modo per rispondere ad esigenze sempre più complesse nel settore della Salute. Parliamo di un ambito estremamente importante per la vita delle singole persone e per quella della comunità. Un ambito nel quale, però, si soffre di carenza di risorse. La risposta è la collaborazione. La nostra risposta.

Oggi proponiamo analisi mediche e tamponi in Politerapica. Lo facciamo con Synlab e siamo certi di proporre un servizio di qualità. Inizia un nuovo capitolo nella nostra storia. Lo viviamo, come sempre, con tutta l’attenzione verso le persone e la comunità. Perché Politerapica è Medicina Vicina.

 

3 Giugno 2021
Attenzione alle patologie oncologiche a Seriate

Stiamo diventando un centro, a Seriate, nel quale si pone sempre maggiore attenzione alla patologie oncologiche. Negli scorsi giorni, il Prof. Filippo La Torre, presidente A.I.Stom. – Associazione Italiana Stomizzati, ha delegato a Pasquale Intini il ruolo di referente dell’associazione per la Regione Lombardia. Si aggiunge così un altro tassello ai diversi impegni a sostegno dei pazienti oncologici, nel nostro centro.

Fincopp Lombardia OdV e l’oncologia

Presso la nostra sede, ospitiamo e sosteniamo Fincopp Lombardia OdV. Diversi nostri professionisti ne fanno parte e alcuni sono stati anche soci fondatori. L’associazione è stata fondata nel 2018 con lo scopo di sostenere le molte persone che soffrono di incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico. L’obiettivo è stato quello di portare nella nostra regione il modello di Fincopp OdV, impegnata da oltre vent’anni a livello nazionale. Molte delle disfunzioni pelviche sono effetto di patologie oncologiche. Possiamo citare, per esempio, l’incntinenza maschile dopo prostatectomia per cancro della prostata.

Dall’anno scorso, Fincopp Lombardia è socia di LILT Bergamo Onlus e di F.A.V.O. – Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia. Con le due associazioni sta avviando e gestendo attività sul territorio per la prvenzione e la diagnosi precoce. Insieme a queste, sono in corso o si stanno programmando attività di informazione e sensibilizzazione.

Ambulatorio Oncologia Dermatologica – Melanoma

In Politerapica è attivo l’Ambulatorio Oncologia Dermatologica – Melanoma. Si tratta di una struttura multidisciplinare che prende in carico il paziente e lo accompagna attraverso il percorso di diagnosi e di cura. Le attenzioni dei professionisti dell’Ambulatorio sono rivolte al paziente che viene posto al centro del lavoro di tutti. Sono però rivolte anche ai familiari, sia in termini di valutazioni di prevenzione, sia per quanto riguarda il sostegno psicologico.

L’Ambulatorio agisce con il patrocinio di LILT Bergamo Onlus e Insieme con il Sole dentro. Insieme a loro anche ATS Bergamo, Città di Seriate e Ambito Territoriale di Seriate hanno concesso il oro patrocinio. Non ci limitiamo all’importantissima attività di presa in carico del paziente e dei suoi congiunti. Abbiamo tra i nostri obiettivi anche quelli di informare, sensibilizzare, promuovere comportamenti sani e attenzione alla prevenzione e alla diagnosi precoce.

Politerapica e LILT Bergamo Onlus

Politerapica e LILT Bergtamo Onlus stanno costruendo un rapporto di collaborazione stabile. Insieme abbiamo organizzato iniziative di informazione, prevenzione e diagnosi precoce. In particolare, abbiamo lavorato sul cancro alla prostata, il melanoma e la corretta alimentazione come strumento di prevenzione. Stiamo peraltro valutando la pianificazione di altre attività.

Riusciamo a lavorare bene insieme, mettendo a fattor comune energie e risorse. Siamo uno dei tanti possibili esempi di come una struttura privata e un’associazione senza scopo di lucro possano collaborare in modo efficace. Come diciamo noi, insieme si può, insieme funziona.

Ora A.I.Stom. – Associazione Italiana Stomizzati

Partiamo con una nuova avventura in sinergia con le altre. Siamo ancora di fronte al cancro per combatterlo. Diremmo però che siamo qui soprattutto per sostenere chi ne soffre e le persone a loro care. Difendere i loro diritti e rappresentarli nella società civile e tra le istituzioni è il nostro dovere principale. Parliamo qui di quei tumori la cui cura può passare attraverso la stomia.

A.I.Stom. è un’associazione di volontariato che ha quasi 50 anni di vita. La sua costituzione è stata promossa dall’Istituto Nazionale Tumori di Milano con il Prof. Pietro Bucalossi e il Prof. Prof. Marcellino Pietroiusti. L’Associazione è membro dell’European Ostomy Association – E.O.A. e dell’International Ostomy Association – I.O.A.. E’ socia fondatrice di F.A.V.O..

Attenzione alle patologie oncologiche a Seriate

Fincopp Lombardia OdV, A.I.Stom. OdV e Politerapica Terapie della Salute lavorano in sienrgia tra loro e con enti e istituzioni. Il loro obiettivo è quello di prendersi cura dei pazienti, anche di quelli di cui si parla di meno. Mettono al centro dell’attenzione i pazienti e si offrono come punto di riferimento per informazioni e sostegno.

Si rivolgono poi all’opinione pubblica, ai professionisti sanitari e alle istituzioni. Sollecitano azioni e decisioni. Stimolano iniziative e prese di posizione.A Seriate, in provincia di Bergamo, in Lombardia.

Noi poniamo attenzione al territorio. Insieme al territorio. Anche nel cancro.

 

3 Giugno 2021
XVI giornata prevenzione e cura incontinenza

Visite specialistiche gratuite e incontri di informazione a Bergamo e provincia, in occasione della XVI Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza. Li organizza Fincopp Lombardia OdV, insieme ai suoi specialisti e volontari. L’iniziativa si tiene con il patrocinio di LILT Bergamo Onlus, Ambito Territoriale di Seriate e Città di Seriate.

Uscire dall’ignoranza e dalla vergogna ingiustificata

Il 28 Giugno 2021 ricorre la XVI Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza. Un’occasione per raccontare alla gente cosa siano davvero le disfunzioni del pavimento pelvico. Anche un momento di attenzione da rivolgere alle persone che ne soffrono. Un momento per spiegare che quei disturbi si possono curare e a volte si possono prevenire.

Fincopp nazionale ha voluto l’istituzione della Giornata Nazionale non solo per informare pazienti e cittadini. I suoi scopi sono anche quelli di sensibilizzare strutture sanitarie e istituzioni. Stiamo discutendo infatti di un problema per il quale non si muore ma che uccide la vita. Un fenomeno numerosissimo che si stima riguardi almeno 5.000.000 di persone in Italia. Sono uomini e donne di tutte le età. Una condizione che costa tanto a chi ne soffre e pure al Sistema Sanitario e al Sistema Paese.

La cura dell’incontinenza non sono i pannolini profumati. Dobbiamo curare l’incontinenza e le disfunzioni pelviche con le giuste terapie. Solo se queste non funzionano, si deve ricorrere ai dispositivi medici. Parliamo di pannolini, mutandine e cateteri che devono essere messi a disposizione dal Servizio Sanitario.

Visite e valutazioni gratuite

L’anno scorso, eravamo in piena pandemia da Covid 19. Nonostante questo, Fincopp Lombardia non aveva rinunciato alle attività sul territorio, in occasione della Giornata. Aveva organizzato visite gratuite, incontri di sostegno psicologico e attività di comunicazione. Si era trattato di una serie di attività ancora più importanti del solito. Eravamo in un momento in cui il distanziamento e l’isolamento avevano reso complicato prendersi cura delle persone che soffrono di disturbi pelvici.

L’esperienza del 2020 è servita ad essere ancora più decisi quest’anno. Fincopp Lombardia ha messo in campo diverse attività a favore di cittadini e territorio per la XVI Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza, del 2021. Il numero di apuntamenti, quest’anno, è maggiore. Parliamo di visite specialistiche e incontri di sostegno psicologico. Gratuite le une e gli altri, ovviamente.

Visite ginecologiche, proctologiche e urologiche. Le disfunzioni del pavimento pelvico, infatti, non sono solo l’incontinenza. Tra loro ci sono ritenzione, vescica iperattiva, prolassi, dolore pelvico cronico, dispareunia, giusto per fare alcuni esempi. Incontri di sostegno psicologico perchè le disfunzioni pelviche fanno male anche alla sfera emotiva e relazionale.

Il calendario dettagliato

Cominciamo Lunedì 21 Giugno, con le visite ginecologiche dalle 12,00 alle 14,00. La specialista è la Dott.ssa Clara Gargasole che è una straordinaria professionista dal volto umano. Lo stesso giorno, sono in programma le visite proctologiche, dalle 17,00 alle 19,00 con il Dott. Marco Bianchi, una persona squisita e un bravissimo medico.

Il giorno dopo, martedì 22 Giugno, dalle 18,00 alle 20,00, ci sono le visite urologiche con il Dott, Michele Manica, uno specialista preparato, dinamico e gentile. Altre visite urologiche sono in programma il giorno dopo, Mercoledì 23 Giugno, dalle 19,00 alle 20,00 con il Dott. Oreste Risi. Il Dott. Risi è sicuramente uno dei professionisti più noti a livello nazionale nella diagnosi e terapia delle disfunzioni pelvi-perineali.

Giovedì 24 Giugno, dalle 17,00 alle 19,00, sono disponibili incontri di valutazione e sostegno psicologico con la Dott.ssa Valeria Perego, psicologa e psicoterapeuta. Questi incontri sono aperti a pazienti e floro congiunti.

Visite e incontri si tengono presso la sede di Fincopp Lombardia, a Seriate, in Via Nazionale 93, con la collaborazione di Politerapica. Sarà necessario prenndere appuntamento telefonicamente.

Informazione e sensibilizzazione

Quando si parla di incontinenza e di disfunzioni del pavimento pelvico bisogna cominciare a spiegare. Intorno a questo tema, infatti, c’è silenzio, poca conoscenza e tanta vergogna. Sono tre condizioni che si alimentano reciprocamente. Il silenzio non permette di conoscere. La non conoscenza e la conoscenza sbagliata procurano pregiudizi e vergogna. La vergogna inibisce il desiderio di informarsi.

E’ una condizione che riguarda i pazienti e l’opinione pubblica. Riguarda anche le professioni sanitarie e le istituzioni. Ancora, di questo argomento non si parla e lo si sottovaluta. Fincopp Lombardia parlerà e lo farà attraverso diversi canali: Webinar in rete, trasmissione su Rai 3 e RaiRadio 1, articolo su l’Eco di Bergamo.

Gli appuntamenti per conoscere

Sabato 3 Luglio, alle ore 17,00, si terrà il Webinar diretta dal titolo Incontinenza e disfunzioni pelviche devono essere raccontate per essere curate. Si parlerà di el tema dai suoi diversi punti di vista. Cosa sono i disturbi pelvici, perché vengono, come si curano, come si possono prevenire. Quale è il costo umano e sociale di questo problema e perché è ingiustificato. Parteciperanno Gianni Baudino, Ginecologo, Marco Bianchi, Proctologo, Donatella Giraudo, Fisioterapista e Marta Guerini, Ostetrica. Con loro ci saranno anche Gianfranco Lamberti, Fisiatra, Michele Manica, Urologo, Valeria Perego, Psicologa e Oreste Risi, Urologo.

L’evento sarà trasmesso in diretta sui canali YouTube e Facebook di Fincopp Lombardia. Il pubblico potrà intervenire con domande e commenti.

Da Aprile, Rai3 e Rai Radio 1 stanno trasmettendo la trasmissione Incontinenza: l’importanza di parlarne per curarla.Ospiti in studio sono Gianfranco Lambertim Fisiatra e Pasquale Intini vice presidente di Fincopp Lombardia. La trasmissione è stata registrata il 15 marzo 2021. La programmazione prevede la messa in onda su Rai3 il 10 aprile, l’8 maggio e il 5 giugno 2021. Su Rai Radio 1, invece, il 10 aprile e il 15 maggio

Il 27 Giugno, sulla prestigiosa Pagina della Salute dell’Eco di Bergamo, gli specialisti di Fincopp Lombardia cureranno un articolo sul dolore pelvico cronico. Ne parleranno al maschil sia per quanto riguarda gli uomini, sia per quanto riguarda le donne. Racconteranno cosa sia, come venga, quali ne siano le cause, come si curi. Parteciperanno Gianni Baudino, Uroginecologo, Marco Bianchi, Proctologo e Donatella Giraudo, Fisioterapista. Con loro, anche Valeria Perego, Psicologa e Oreste Risi, Urologo.

XVI Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza

La Giornata non è un momemnto di celebrazione o di commemorazioe. Soprattutto, non è un momento che nasce e muore nello stesso giorno. E’ un appuntamento importante che si colloca nella serie di iniziative che Fincopp Lombardia tiene durante tutto l’anno. Possiamo affermare che rappresenti un momento di riflessione per svolgere meglio le attività quotidiane dell’associazione sul territorio.

2 Giugno 2021
Stiamo lavorando insieme contro il Melanoma

Stiamo lavorando insieme contro il Melanoma, a Bergamo. Lo facciamo da tempo e lo abbiamo fatto in modo particolare nel mese di Maggio. Non ci fermiamo qui, però. Proseguiamo in questa direzione, convinti dei risultati che possiamo ottenere. Questo è l’impegno di Politerapica, LILT Bergamo Onlus e Insieme con il Sole dentro. Un impegno comune, aperto alla collaborazione e alla sinergia di chiunque. Non cessiamo di cercare alleati e offrire collaborazione. Il cancro si vince uniti.

Intorno alla Giornata contro il Melanoma 2021, abbiamo organizzato diverse iniziative. Lo abbiamo fatto con l’obiettivo di raccontare il melanoma e di farlo conoscere. Abbiamo organizzato attività di informazione per promuovere la sua prevenzione e eventi di screening per favorire la diagnosi precoce.

Ne ha fatto la sintesi l’Eco di Bergamo in un articolo pubblicato sulla sua prestigiosa Pagina della Salute, Domenica 30 Maggio: L’Eco di Bergamo – 30.5.2021 – Webinar Melanoma – Def

Lo firma Giorgio Lazzari che lo initola: Attenzione ai nei, la prevenzione inizia fin da bambini.

Prevenzione e diagnosi precoce

Il Melanoma non è il tumore della pelle più diffuso. E’ però il più insidioso e pericoloso. Lo dice Lucia De Ponti, presidente di LILT Bergamo Onlus, all’inizio dell’articolo. E aggiunge che le armi vincenti per combatterlo sono innanzi tutto la prevenzione e la diagnosi precoce. Prosegue poi spiegando che dobbiamo gestire correttamente la pelle. Soprattutto per quanto riguarda il sole. Il sole è necessario alla vita dell’uomo ma deve essere assunto in modo corretto per evitare danni.

Un tema importante che abbiamo raccontato ai cittadini bergamaschi e non solo. Lo abbiamo fatto Mercoledì 12 Maggio con un Webinar in diretta sui canali YouTube e Facebook di Politerapica, LILT Bergamo e Insieme con il Sole dentro. Abbiamo avuto una notevole partecipazione di pubblico. Ci sono state diverse domande e molti commenti. Siamo tornati sull’argomento il 23 Maggio, con un articolo curato dal Dott. Salvatore Noto, specialista in Dermatologia, ancora sulla Pagina della Salute dell’Eco. Sullo stesso tema, con argomenti complenmentari a quelli già trattati, tornerà ancora il Dott. Noto, con un articolo nella prossima edizione di Bergamo Salute.

Sabato 15 Maggio – Visite e valutazioni

Sabato 15 Maggio abbiamo aperto insieme le nostre porte ai cittadini. Abbiamo messo a loro disposizione visite di diagnosi precoce e valutazioni di sostegno ad un costo simbolico. Visite specialistiche di dermatolgia e visite specialistiche di chirurgia plastica. Valutazioni psicologiche.

Le visite dermatologiche hanno avuto lo scopo di fare diagnosi precoce e informazione. Quelle di chirurgia plastica di valutare come si possano eseguire piccoli interventi di rimozione di nei o altri tessuti, senza lasciare inestetismi. Gli incontri con la psicologa hanno proposto un momento per pensare alla dimensione emozionale di una lotta impegnativa. Parliamo di una lotta che consuma energie e che colpisce anche la sfera psicologica.

Stiamo lavorando insieme contro il Melanoma

Stiamo lavorando insieme contro il Melanoma e non solo. Questo è il nostro modello. Mettiamo insieme risorse ed energie per massimizzare i risultati. Lo facciamo in mezzo ai cittadini, insieme alle istituzioni, aperti al contributo di chiunque. Ci sembra l’approccio più efficace per difendere la salute.

Insieme si può. Insieme funziona.

 

 

2 Giugno 2021
La chiave è la ricerca

“La chiave è la ricerca, si investa di più”. Questo ha affermato Alberto Mantovani nell’intervista all’Eco di Bergamo a margine del convegno per celebrare il 90° compleanno di LILT Bergamo Onlus. L’associazione ha tenuto l’evento al Bergamo Science Center, in collaborazione con Bergamo Scienza.

All’incontro hanno partecipato Giordano Beretta, Alberto Mantovani, Gianvito Martino e Francesco Schittulli. Roberto Labianca e Giuseppe Chiesa hanno dato il loro contributo. Non poteva mancare Lucia De Ponti, presidente di LILT Bergamo Onlus. Alcune volontarie hanno portato la loro testimonianza. Max Pavan ha diretto i lavori con la sua straordinaria professionalità.

L’Eco di Bergamo ha dedicato un’intera pagina al convegno e all’intervista al Prof. Mantovani: L’Eco di Bergamo – 29.5.2021 – Prof. Mantovani e 90 anni di LILT

90 anni di storia

Lucia De Ponti ha rivendicato da subito la vicinanza dell’associazione al territorio, lungo tutti i suoi 90 anni di vita. Una vita condivisa con i bergamaschi. Una storia che è anche la storia dei cittadini di questa provincia. LILT Bergamo Onlus è nata pochi anni dopo la fondazione di LILT nazionale. Alcuni medici avevano pensato di mettersi insieme per cercare di capire cosa fosse questo strano male che colpiva così inesorabilmente. Non solo studio ma anche lotta. Una lotta concreta finanziata da una sorta di autotassazione da parte dei professionisti per acquistare apparecchiature all’avanguardia, in alcuni casi per primi in Italia.

Col passare del tempo, l’associazione è uscita dall’ospedale e si è diffusa sul territorio. Da una parte, ha creato allenaze per unire le energie nello studio e la lotta contro il cancro. Dice al proposito la presidente De Ponti che la condivisione sta nel DNA di LILT Bergamo e che tutti insieme abbiamo ancora molto da fare per combattere il cancro. Dall’altra, ha impegnato risorse nell’informare, sensibilizzare, promuovere comportamenti sani e orientati al benessere tra i cittadini. Già perché si era formata ormai chiara l’idea che il tumore si combatta soprattutto con la prevenzione e la diagnosi precoce. Bisognava studiare il tumore per capirlo e per sviluppare terapie sempre più efficaci. Bisognava però anche raccontarlo, farlo emergere, permettere di guardarlo in faccia per affrontarlo nella vita quotidiana.

Il peso del Covid

Il Covid ha colpito pesantemente la popolazione italiana non solo per i suoi effetti diretti. La necessità di concentrare la maggior parte delle risorse contro queto terribile nemico ha reso difficle continuare a svolgere le attività di prevenzione, diagnosi e cura contro il tumore. Lo ha spiegato chiaramente Giordano Beretta, presidente AIOM – Associazione Italiana Medicina Oncologica. A questo si è aggiunto il timore dei cittadini di rivolgersi agli ambulatori ospedalieri per il rischio del contagio. Le nuove procedure di sicurezza e le problematiche organizzative hanno impedito di ripartire subito. Bisogna recuperare il tempo perduto.

La diagnosi precoce è fondamentale per scoprire il tumore per tempo. Lo ha detto Francesco Scittulli, presidente LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Gli screening sono lo strumento necessario. Bisogna anche insistere sulla cultura della prevenzione. Dobbiamo cominciare a farlo nelle scuole con la corretta educazione alimentare ai bambini. Il cancro è una malattia guaribile. Come è nato, è destinato a morire.

La chiave è la ricerca

E’ stato interessante il confronto vituale tra Roberto Labianca e Giuseppe Chiesa. Il Dott. Labianca è oncologo di grande esperienza. Il Dott. Chiesa è un chirurgo toracico da sempre impegnato contro il cancro. Entrambi sono soci di LILT Bergamo e membri del suo consiglio direttivo. Hanno raccontato il loro incontro con il cancro e la loro esperienza di lotta contro la malattia. Due punti di vista diversi, concentrati verso un obiettivo comune.

Non ama le previsioni e neppure fare il profeta, Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas. Racconta però che abbiamo fondate attese e anche dei sogni. Oggi sappiamo che il tumore si combatte anche con l’immunologia. Una volta non lo avremmo mai creduto. I vaccini contro le patologie oncologiche sono una possibilità concreta. E’ necessario insistere nella ricerca perché è questa la chiave. Assistenza sanitaria e ricerca devono procedere insieme. Ugualmente insieme devono procedere i diversi istituti di ricerca in Italia e nel Mondo. La condivisione dei dati e delle informazioni ci permetterà di accelerare. Lo abbiamo visto nel Covid.

Lo conferma Gianvito Martino – presidente del comitato scientifico di Bergamo Scienza. La scienza permette di raggiungere obiettivi importanti. Farlo insieme rende il processo più rapido ed efficace. Possiamo aspettarci risultati sempre migliori dalla ricerca genetica. Questo potrà portare a farmaci piùefficaci contro il cancro e con minori effetti collaterali.

Gli stili di vita

Tutti hanno concordato su questo punto: la lotta al cancro comincia con l’adozione di correti stili di vita. Alimentazione corretta, movimento, giusto riposo, mente serena. Questi sono i pilastri della buona salute. Quelli che mantengono sano l’organismo, rendendolo meno aggredibile dalla malattia.

Un solo esempio. Oggi è sempre più diffuso il fenomeno del sovrappeso nell’infanzia. Eppure sappiamo con chiarezza che l’obesità è cancerogena. Dobbiamo diffondere una giusta educazione alla salute. L’obiettivo è quello di promuovere comportamenti sani e orientati al benessere.

La chiave è la ricerca, si investa di più

La lunga intervista ad Alberto Manotavani è ricca di informazioni e spunti di riflessione. E’ necessario destinare più risorse alla ricerca. La ricerca sarà infatti lo strumento per trovare soluzioni per la salute. Questo vale per il Covid e vale per il cancro. Uno strumento eccezionale per la ricerca è il Sistema Sanitario Nazionale. Il sogno del Prof. Mantovani è che questo sia sempre più un luogo di ricerca. Il sistema di ricerca italiano è un sistema di eccellenza. E’ il secondo più produttivo al Mondo per la ricerca sul cancro. Veniamo prima di USA e Cina. Dobbiamo proseguire in questa direzione.

Per quanto riguarda il Covid, per la sicurezza di tutti è necessario che tutti siano vaccinati. Le popolazioni del terzo mondo devono ricevere il vaccino come nei Paesi occidentali. L’articolo intervista di Giorgio Lazzari si conclude con una domanda su quando potremo tornare a una vita normale. La risposta del Prof. Mantovani merita di essere letta con attenzione. Dice lo scienziato che i vaccini sono una cintura di sicurezza. Quando andiamo in auto, però non basta la cintura ma bisogna guidare con prudenza. Solo così, conclude, potremo trascorrere un Natale vicino alla normalità.

Qui la videoregistrazione integrale dell’incontro:

23 Maggio 2021
La pelle è una protezione da proteggere

La pelle è una protezione da proteggere. Crediamo di saperlo. Lo sentiamo dire in continuazione alla televisione. Lo ripete la pubblicità di questa o di quella crema, di questo o di quel sapone. Il punto è sapere se lo sapiamo davvero. Intendiamo dire: lo sappiamo in modo corretto? Ci è davvero chiara questa nozione?

Sulla pelle, le sue funzioni e le sue possibili malattie l’Eco di Bergamo ha pubblicato oggi, Domenica 23 Maggio, un articolo sulla sua Pagina della Salute: L’Eco di Bergamo – 23.5.2021 – Pelle e Melanoma, Salvatore Noto – Def.

E’ un articolo chiaro già nel titolo: “Delicata e complessa. La pelle va ben protetta”. Si legge poi nel sottotitolo: “Svolge una serie di funzioni vitali e proprio per questo non va trascurata o maltrattata”. Lo ha redatto con la collaborazione del Dott. Salvatore Noto, specialista in Dermatologia e in Igiene e Medicina preventiva. Da diversi anni, il Dott. Noto collabora con Politerapica, nell’ambito del progetto Medicina Vicina.

La pelle

“La pelle è l’organo più esteso del corpo umano”, comincia l’articolo. “In un uomo adulto la superficie della pelle è di circa 2 metri quadrati”.  E più avanti si legge che il suo spessore “varia a seconda del sesso, dell’età anagrafica e delle diverse zone del corpo. La pelle è formata da tre strati: epidermide, derma e ipoderma. Ognuno di questi tre strati, a sua volta, è suddiviso in ulteriori strati. E’ un organo molto complesso che svolge funzioni vitali per l’organismo”. La funzione principale è quella di protezione delle parti interne del corpo dagli agenti esterni. C’è poi quella della sensibilità attraverso le moltissimi terminazioni nervose che trasmettono continuamente messaggi al sistema nervoso centrale. La pelle ha anche la funzione di controllare l’evaporazione e la regolazione termicaFunge anche da riserva per diverse sostanze ed è capace di sintetizzare la vitamina D3.

Insomma, la pelle è una protezione da proteggere perché altrimenti non può proteggere più!

Parliamo quindi di un organo complesso e vitale. Purtroppo, però, può ammalarsi e sono addirittura 2.000 le malattie che possono colpirla. Tra le categorie più comuni di disordini cutanei – spèiega ancora il Dott. Noto – ci sono tumori benigni e lesioni vascolari, tumori maligni, acne, dermatiti e eczemi, psoriasi, verruche e altre condizioni infettive, ulcere delle gambe.

Il Melanoma

Salvatore Noto è anche diplomato in Dermatological Sciences presso l’Università del Galles, Regno Unito.I suoi titoli per altro non si fermano qui. Ha conseguito il Master of Science in Clinical Tropical Medicine – presso l’Università di Londra e il Diploma in Medicina Tropicale e Igiene – presso il Royal College of Physician di Londra. Quando parliamo di lui, dobbiamo poi considerare la sua pluriennale esperienza professionale. Insomma, abbiamo di fronte un professionista e uno scienziato che quando parla di temi legati alla sua specializzazione sa quello che dice.

Prosegue l’articolo spiegando che “tra i tumori maligni della pelle, il melanoma non è il più frequente ma è il più pericoloso. È un tumore che deriva dalla trasformazione maligna dei melanociti. Questi sono le cellule della pelle che producono la melanina, cioè la pigmentazione chedà il colore e protegge dalle radiazioni ultraviolette. Anche i nei derivano dai melanociti e sono benigni”. Il melanoma, però, nasce dai nei solo nel 30% dei casi, a differenza di quello che si crede.

La pelle è una protezione da proteggere: prevenzione e diagnosi precoce

Le possibilità di cura e guarigione dal Melanoma dipendono dal rischio di formazione di metastasi. La formazione di metastasi peraltro “dipende da diversi fattori – si legge più avanti – tra cui il più importante è il suo spessore cioè, quanto in profondità le cellule tumorali hanno invaso. Lesioni molto superficiali e iniziali hanno un tasso di cura molto alto. Lesioni avanzate e «spesse» hanno un tasso di mortalità elevato”.

“Cosi la cura – prosegue lo specialista – dipende dalla diagnosi precoce e dal trattamento precoce. La terapia è primariamente l’escissione chirurgica. Nella malattia avanzata l’oncologo in collaborazione con altri specialisti valuta trattamenti quali Chemioterapia, Immunoterapia, Terapia a bersaglio molecolare e Radioterapia”.

La pelle è una protezione da proteggere: il sole

Il rapporto tra il sole la salute, i tumori della pelle ed in particolare alcuni tipi di Melanomi è complesso. Giocano insieme o separatamente diversi fattori tra i quali l’eccesso di radiazioni ultraviolette subìto in età giovanile e la quantità cumulativa di radiazioni cui ci esponiamo nell’arco della vita.

Si possono adottare alcune regole pratiche per prevenire un eccesso di radiazioni ultraviolette, tenendo conto di quattro fattori:

  • Fototipo
  • Ore della giornata
  • Età
  • Abbigliamento

Conclude in modo chiarissimo il Dott. Salvatore Noto. “Un po’ di sole fa bene, troppo no. Ma come sapere quando è troppo? Se ci si scotta, la quantità di radiazioni è stata sicuramente troppa per quel tipo di pelle!”

Più chiaro di così!