29 Giugno 2020
Fincopp e Politerapica approccio multidisciplinare

Fincopp e Politerapica approccio multidisciplinare sull’Eco. Questo, in sintesi, il tema del lungo articolo pubblicato ieri, sulla Pagina della Salute de l’Eco di Bergamo. Un articolo importante per dare il senso della necessità di un lavoro di équipe, intorno la paziente, per curare con successo l’incontinenza e le disfunzioni del pavimento pelvico.

Un articolo speciale, se possiamo dire

Proprio ieri, ricorreva infatti la XV Giornata per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza, così fortemente voluta da Fincopp nazionale che si è impegnata a fondo per ottenerla.

L’articolo poi è stato scritto in modo particolare: ci hanno lavorato cinque straordinari professionisti

  • Gianni Baudino, Ginecologo
    Membro del Comitato Scientifico di Fincopp Lombardia e di Fincopp nazionale
  • Marco Bianchi, Proctologo
    Membro del Comitato Scientifico di Fincopp Lombardia
  • Donatella Giraudo, Fisioterapista
    Membro del Comitato Scientifico di Fincopp Lombardia e di Fincopp nazionale
  • Valeria Perego, Psicologa
    Membro del Comitato Scientifico di Fincopp Lombardia e di Fincopp nazionale
  • Oreste Risi, Urologo
    Membro del Comitato Scientifico di Fincopp Lombardia e di Fincopp nazionale

Un esperimento ardito, quello di mettere 5 professionisti introno a un articolo. Ma loro sono abituati a lavorare in modo multidisciplinare e ci sono riusciti benissimo dimostrando anche così come questa sia la scelta giusta.

Un articolo dai contenuti chiari

L’incontinenza è uno dei disturbi del pavimento pelvico. Ci sono poi i prolassi genitali e rettali, la ritenzione, l’incontinenza anale, la defecazionne ostruita e il dissinergismo evacuativo, le infezioni urinarie, il dolore pelvico cronico, la dipareunia (dolori durante i rapporti sessuali) e altro ancora.

Sono siturbi che hanno un forte impatto sulla sfera emotiva e lo racconta bene la Dott.ssa Valeria Perego che tra l’altro ha messo in evidenza come “il vissuto psicologico, legato alla perdita di controllo di una funziona fisiologica acquisita da tempo, è spesso legato ad un forte senso di colpa, di inadeguatezza e impotenza. L’incontinenza può provocare un forte stress psicologico”… Anche per questo un percorso di sostegno psicologico è parte della cura.

Prosegue la Dott.ssa Donatella Giraudo, spiegando che “il fisioterapista partecipa alla valutazione del paziente con i medici specialisti e cura tutte le attività riabilitative, definite all’interno di un progetto individuale definito sulle caratteristiche della sintomatologia e della persona” e illustrando le pricipali tecniche riabilitative.

Multidisciplinare anche il lavoro dei medici specialisti

Interviene il Dott. Oreste Risi che conferma coome il primo trattamento per l’incontinenza, qualunque essa sia, è quello riabilitativo. Aggiunge poi che nell’uomo diventa omportante la valutazione andrologica e parla poi di vescica iperattiva, un problema comune a uomini e donne.

Il Dott. Gianni Baudino osserva come l’Incontinenza Urinaria da Sforzo (IUS) sia prevalente nelle donne essendo i principali fattori di rischio di questo disturbo la gravidanza, il parto e la menopausa. Si tratta di un disturbo efficacecmente curabile, oggi, anche con la chirurgia, quando la riabilitazione (sempre prima terapia di elezione) non ottiene risultati.

Tasto delicato quello del Dott. Marco Bianchi che tratta dei disturbi fecali e anali. Descrive l’iter diagnostico che deve necessariamente partire dalla visita proctologica e che può avvalersi di diversi esami strumentali. Anche per la parte proctologica, nella maggior partre dei casi la terapia è quella riabilitativa, insieme alla correzione di comportamenti scorretti e a unn supporto dietologico appropriato. In casi particolari, si può poi ricorrere alla chirurgia

Una visione di insieme

Una visione complessiva per capire che il pavimento pelvico è un pezzo unico e deve essere curato nella sua globalità. Già, perché non ci stancheremo mai di ripeterlo: l’incontinenza e le disfunzioni del pavimento pelvico nella stragrande maggiornaza dei casi si curano. Anzi, si possono pure prevenire.

A questo è dedicata la Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza.

24 Giugno 2020
Eco di Bergamo su Fincopp e Politerapica

Eco di Bergamo su Fincopp e Politerapica per annunciare il programma delle visite gratuite organizzate dai due enti in occasione della XV Giornata per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza.

Un’attività importante

Già, un’attività importante per ottenere così tanta attenzione, quella di Fincopp Lombardia OdV e di Politerapica – Terapie della Salute, centro accreditato Fincopp OdV. Si tratta di un insieme di iniziative per trattare a viso aperto il tema dell’incontinenza e delle disfunzioni del pavimento pelvico. Qualcosa di cui ancora si ha vergogna addirittura a parlare. Per questo Fincopp nazionale si è prodigata con grande impegno per ottenere dal Ministero della Salute, con DPCM 10.5.2006, l’istituzione della Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza.

La Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza

La Giornata ha due obiettivi

  • svolgere un’intensa attività di sensibilizzazionne e informazione su qualcosa che si conosce poco e male
  • offrire ai cittadini la possibilità di visite gratuite di prevenzione e diagnosi precoce per l’incontinenza e le molte altre disfunzioni del pavimento pelvico.

Il tema dell’incontinenza, bisogna dirlo, è innanzi tutto un tema culturale. Molti pensano cche succeda a pochi, che sia una iattura e che ci si debba vergagnare. Molti di più pensano che ci si debba rassegnare. Tutto questo è falso!

L’incontinenza e i disturbi del pavimento pelvico colpiscono milioni e milioni di persone in età attiva. Se così non fosse, non ci sarebbero aziende che spendono cifre enormi per pubblicità televisiva, in prima serata, sui pannolini. E questa è l’altra parte falsa di questa storia: l’incontinenza e le disfunzioni del pavimento pelvico si curano. Addirittura si possono prevenire. I pannolini, le mutandinen e i pannoloni non sono necessari se non in alcuni specifici casi che rappresentano una parte esigua del fenomeno.

Un disturbo con molte conseguenze – Inutili!

L’impatto dei disturbi delle cosiddette parti basse è terribile. Riguarda diverse sfere esistenziali della persona.

  • Quella emotiva:
    vive nella paura di puzzare e di essere riconosciuta come una persona sporca, riduce le relazioni sociali, tende a isolarsi, ha problemi addirittura in famiglia, ne soffre anche sul piano della sua vita sessuale… e ne soffre pure il partner
  • Quella lavorativa:
    l’incontinenza è considerata una delle principali cause di assenteismo
  • Quella fisica:
    se non trattata correttamente, produce complicanze altri disturbi
  • Quello economico:
    tra assenteismo e costo per i pannoloni quando non passati dal Servizio Sanitario – magari neppure richiesti per vergogna – l’esborso economico per le famiglie è davvero notevole

Senza pensare al costo per il sistema economico e per quello sanitarrio dello Stato.

Conseguenze inutili, dicevamo, perché, lo ripetiamo ancora, nella stragrande magggioranza dei casi si cura!

Il calendario delle visite gratuiye

  • Venerdì 26 Giugno
    • dalle 15 alle 18
      Visite ginecologiche col Dott. Gianni Baudino
    • dalle 16 alle 19
      Visite urologiche maschili e femminili col Dott. Oreste Risi
  • Lunedì 29 Giugno
    • dalle 15 alle 18
      Visite proctologiche maschili e femminili col Dott. Marco Bianchi
    • dalle 15 alle 18
      Consulenza psicologica con la Dott.ssa Valeria Perego

Le visite e le valutazioni si tengono presso la sede di Fincopp Lombardia OdV e di Politerapica, a Seriate, in Via Nazionale 93.

E’ necessaria la prenotazione, chiamando il numero 035.221931 o il numero 035.298468.

4 Giugno 2020
Fincopp e Politerapica visite gratuite il 28 Giugno

Fincopp e Politerapica visite gratuite il 28 Giugno, XV Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza. Parliamo di visite di prevenzione e di diagnosi precoce per l’incontinenza e le disfunzioni del pavimento pelvico.

Il calendario completo

  • Venerdì 26 Giugno – dalle 15,00 alle 18,00
    Visite ginecologiche
    con la collaborazione del Dott. Gianni Baudino
  • Venerdì 26 Giugno – dalle 16,30 alle 19,30
    Visite urologiche maschili e femminili
    con la collaborazione del Dott. Oreste Risi
  • Lunedì 29 Giugno – dalle 15,00 alle 18,00
    Visite proctologiche maschili e femminili
    con la collaborazione del Dott. Marco Bianchi
  • Lunedì 29 Giugno – dalle 15,30 alle 18,30
    Consulenza psicologica
    con la collaborazione della Dott.ssa Valeria Perego 

Le visite si tengono presso la sede di Politerapica – che ospita Fincopp Lombardia dalla sua fondazione e che è Centro accreditato Fincopp – a Seriate, in Via Nazionale 93. E’ necessaria la prenotazione, chiamando il numero telefonico di Fincopp, 035.221931.

Incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico

Incontinenza urinaria – come dice il Dott. Baudino – è perdita involontaria di urina, da qualche goccia a flussi maggiori. Si stima siano 5.000.000 le persone che, in Italia, ne soffrono. Di queste, il 60% sono donne. Uno studio inglese del 2005, stima che ne siano affette il 27% delle persone tra i 55 e i 64 anni, un’età sicuramente ancora giovane nella nostra Società.

E stiamo parlando solo di incontinenza urinaria. In realtà le disfunzioni del pavimento pelvico sono molte di più: ritenzione urinaria, incontinenza anale o fecale, prolassi, dispareunia, dolore pelvico cronico, stipsi, dissinergismo evacuativo… tutti quei problemi che riguardano il pavimento pelvico e che così pesantemente incidono sulla qualità della vita delle persone di ogni età! E pure di quella dei loro familiari.

Un tema dai drammatici impatti umani, sociali ed economici e che rappresenta uno dei tre giganti dell’invecchiamento, insieme a quello delle demenze e dei traumi.

Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza

Fincopp si è impegnata a fondo per ottenere della Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenzache è stata istituita con DPCM 10.5.2006. In questa data si focalizzano in modo particolare iniziative che Fincopp gestisce comunque nel corso di tutto l’anno. Si tratta di attività di informazione e sensibilizzazione in tutta Italiaper dare dell’incontinenza e delle disfunzioni del pavimento pelvico la corretta visione. Innanzi tutto quella che si tratta di problemi che nella stragrande maggioranza dei casi si curano.

In occasione della Giornata, poi, tutti i Centri aderenti a Fincopp mettono a disposizione delle proprie risorse per per offrire a chiunque lo desideri visite gratuite urologiche, ginecologiche e proctologiche di prevenzione e valutazione dell’incontinenza e delle disfunzioni del pavimento pelvico.

Fincopp e Politerapica visite gratuite il 28 Giugno

Un’iniziativa di vicinanza al territorio e ai suoi cittadini e ai loro bisogni. Anche quelli che riguardano disturbi di cui si fa addirittura fatica a parlare, quelli delle cosiddette parti basse!

30 Maggio 2020
Riparte la riabilitazione in Politerapica

Riparte la riabilitazione in Politerapica. Anzi, le riabilitazioni, al plurale. Parliamo, infatti di riabilitazione motoria e neuromotoria, riabilitazione del pavimento pelvico e riabilitazione logopedica. Si comincia Lunedì 1 Giugno 2020.

La riabilitazione in Politerapica

Politerapica – Terapie della Salute ha iniziato le sue attività nel 2008, concentrata soprattutto sulle terapie riabilitative. Da subito ci siamo impegnati in

  • Riabilitazione apparato locomotore per adulti e bambini
    Fisioterapia
    Massaggio Terapeutico
    Terapie Fisiche
    Trattamento delle scoliosi in età evolutiva
  • Riabilitazione del pavimento pelvico per adulti – uomini e donne – e per bambini
    Trattamento dell’incontinenza e della ritenzione
    Cura dei disturbi pelvici
    Trattamento della dispaurenia e del dolore pelvico
  • Riabilitazione logopedica per adulti e bambini
    Disturbi del linguaggio
    Disfagia, Disartria, Disfonia, Afasia Balbuzie
    Deglutizione deviata

Un approccio moderno e attento

In Politerapica

  • il paziente viene trattato solo su prescrizione medica
  • viene preso in carico e posto al centro dell’attenzione del team di professionisti da un team che lo accompagna per tutto il percorso di cura
  • è coinvolto nelle attività e nelle decisioni che lo riguardano
  • viene visto come persona nella sua globalità, al di là della ragione specifica per cui viene trattato
  • il team maniene rapporti con il medico inviante e con il medico curante e si confronta con loro su qualsiasi aspetto che riguardi il percorso terapeutico del paziente
  • al termine dell’attività riabililtativa consegna al paziente una relazione dettagliata sul lavoro svolto e i risultati ottenuti

Questo approccio assicura la massima attenzione alla persona, intesa nella sua interezza, attraverso un approccio realmente multidisciplinare e multiprofessionale.

Eravamo già ripartiti il 4 Maggio

Eravamo già ripartiti il 4 Maggio con le prestazioni medico-specialistiche.

L’emergenza prodotta dalla pandemia di Covid-19 ha messo a dura prova il sistema sanitario. All’interno delle strutture ospedaliere, tutte le risorse che potevano esservi destinate sono state concentrate prevalentemente nella cura di pazienti affetti dal virus. In diverse circostanze questo è avvenuto anche con la chiusura di ambulatori specialistici e siamo convinti che non si potesse fare diversamente.

Questa situazione, peraltro, non ha ridotto la necessità per molti cittadini, sul territorio, di ricorrere a prestazioni medico-specialistiche. Da qui la decisione di riavviare al più presto le attività medico-specialistiche di Politerapica – Terapie della Salute che, con il suo progetto Medicina Vicina, offre ai cittadini la possibilità di accedere a prestazioni diagnostiche e terapeutiche a condizioni sostenibili e con limitati tempi di attesa.

Riparte la riabilitazione in Politerapica in sicurezza

Alla sicurezza di pazienti e operatori sanitari abbiamo prestato la massima attenzione. Politerapica ha definito una procedura rigorosa sottoscritta dal suo Direttore sanitario e avallata dal Medico Competente.

Accesso di pazienti e utenti

  • L’accesso alla struttura è previsto solo per appuntamento
  • Le persone possono accedere in struttura esclusivamente se dotate di mascherina chirurgica. Se prive di mascherina, questa verrà fornita da Politerapica
  • All’accesso in struttura chiunque viene sottoposto a misurazione della temperatura
    • In caso di manifestazioni febbrili o accessi di tosse, la persona vene invitata ad allontanarsi dalla struttura e a prendere contatto con il proprio medico curante
    • Analogo invito viene formulato a chiunque manifesti altra sintomatologia influenzale (tosse, raffreddore, malessere…)
  • All’accesso in struttura, chiunque (pazienti, utenti, personale) è tenuto al lavaggio delle mani presso la postazione all’ingresso con il materiale messo a disposizione
  • I pazienti vengono fatti accomodare in sala d’attesa in numero non superiore a 4
  • Se fossero presenti in struttura più di 4 pazienti, parte di questi verrebbero fatti accomodare nella palestrina n. 2
  • In ambedue i locali, sono posti a terra appositi segnali di limitazione

Sicurezza anche per il personale sanitario

Gestione attività sanitaria

  • Tutto il personale sanitario, all’accesso in struttura viene sottoposto a misurazione della temperatura
    • In caso di manifestazioni febbrili, la persona vene invitata ad allontanarsi dalla struttura e a prendere contatto con il proprio medico curante e non può rientrare in struttura fino a completo ristabilimento delle condizioni di salute
  • All’accesso in struttura, tutto il personale sanitario è tenuto al lavaggio delle mani presso la postazione con il materiale messo a disposizione
  • Tutto il personale sanitario che viene a contatto con pazienti è tenuto a indossare mascherina tipo FFP2, sovracamice e guanti monouso
    • I guanti dovranno essere smaltiti dopo ogni visita e/o prestazione
  • Dopo ogni prestazione, il lettino dovrà essere disinfettato con il materiale disinfettante che verrà appositamente messo a disposizione in ogni studio
  • Qualora il personale sanitario rilevasse segni di malessere nel paziente
    • deve interrompere la prestazione
    • invitare il paziente a lasciare la struttura e a rivolgersi al proprio medico curante
  • Tutto il personale sanitario, prima di lasciare la struttura viene sottoposto a misurazione della temperatura
    • In caso di manifestazioni febbrili, la persona vene invitata ad allontanarsi dalla struttura e a prendere contatto con il proprio medico curante e non può rientrare in struttura fino a completo ristabilimento delle condizioni di salute
  • All’uscita dalla struttura, tutto il personale sanitario è tenuto al lavaggio delle mani

Si apre un nuovo capitolo

Riparte la riabilitazione in Politerapica e questo rappresenta un nuovo capitolo per la nostra struttura. Lo facciamo però senza sottovalutare nulla di quanto la drammatica esperienza della pandemia ci ha insegnato e segnato. Ci portiamo dentro la convinzione di quanto sia necessario prestare la massima attenzione e offrire servizi e prestazioni in piena sicurezza. Perché Politerapica è Medicina Vicina – La nuova idea di Salute ma di salute sicura.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale, 93.
Per informazioni e prenotazioni: Tel. 035.298468

19 Maggio 2020
Politerapica contro Covid su Eco di Bergamo

Politerapica contro Covid su Eco di Bergamo.

L’attenzione de l’Eco di Bergamo

Seriate: test e tamponi. Nasce l’ambulatorio di recupero da Covid. Questo il titolo dell’articolo che ci ha dedicato l’Eco di Bergamo Martedì 19 Maggio. Racconta delle attività iniziate Lunedì 18 Maggio in Politerapica: test sierologici e tamponi e ambulatorio per recupero e riabilitazione Covid-19.

Qualche giorno fa ci aveva nominati in un articolo nel quale citava alcune altre realtà sanitarie bergamasche. Qualche giorno prima aveva annunciato la riapertura delle nostre attività medico-specialistiche. Riportiamo l’attenzione del principale organo di informazione della bergamasca verso di noi con una certa soggezione. Nessuna spocchia o superbia: continuiamo a considerarci con modestia “il piccolo e ultimo nato” della sanità bergamasca e ci imponiamo di ricordarcelo ogni giorno.

Quello che cerchiamo di fare è applicare un approccio differente, Medicina Vicina – La nuova idea di Salute, che è attenzione ai pazienti e al territorio. Questo probabilmente è apprezzato e ci merita l’attenzione di chi ci sta intorno. Lo diciamo con gratitudine. Solo con gratitudine verso chi ci apprezza e verso gli straordinari collaboratori della nostra struttura. Senza di loro, non riusciremmo a lavorare come lavoriamo.

Test sierologici

I test sierologici eseguiti in Politerapica sono quelli per la ricerca di anticorpi IgG e anticorpi IgG e IgM.

Gli IgG segnalano una pregressa infezione mentre gli igM segnalano un’infezione recente e, o in atto. Il risultato dell’esame può essere importante per comprendere le condizioni di salute rispetto al virus Covid-19 ma è solo complementare all’esame con tampone oro-faringeo, che in taluni casi diventa indispensabile eseguire. Da qui la ragione per cui si consiglia di eseguire l’esame dopo avere consultato il Medico di Medicina Generale ed eventualmente averne avuto da lui la prescrizione.

I prelievi sono possibili solo su appuntamento e nel rispetto delle procedure di sicurezza di Politerapica a tutela dei cittadini e del personale.

Tamponi

I pazienti che in Politerapica si sottopongono a prelievo sierologico e per i quali risultasse necessario eseguire il tampone oro-faringeo, potssono sottoporsi a questo esame presso la stessa sede di Politerapica, sempre su appuntamento.

L’attività è rivolta ai pazienti di Politerapica che si avvale da anni della collaborazione di Synlab Italia per gli esami di laboratorio e quelli anatomo-patologici.

Ambulatorio per il Recupero e la Riabilitazione Post Covid-19

Essere passati attraverso il Coronavirus non è uno scherzo. Un’esperienza così terribile ha molto probabilmente lasciato segni che dureranno nel tempo sia dal punto di vista fisico, sia dal punto di vista emotivo. E’ evidente l’esigenza di un percorso di recupero e di riabilitazione cardiorespiratorio e motorio, dietologico, psicologico per chi è stato affetto dalla malattia e a chi ne è stato affetto indirettamente attraverso lutti o testimonianza di sofferenza.

Un team di specialisti a disposizione di pazienti e cittadini

  • Anestesista rianimatore
  • Fisiatra con esperienze di riabilitazione cardio-polmonare
  • Fisioterapisti
  • Dietologo
  • Psicologo

che lavorano insieme intorno alla persona.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni, tel. 035.298468.

 

6 Maggio 2020
Il Dott. Risi ancora in Politerapica

Il Dott. Risi ancora in Politerapica. In realtà non se ne è mai andato. Questo straordinario professionista collabora con noi da molto tempo. Da un po’ lo fa per effetto di una convenzione tra noi e l’ASST Bergamo Ovest di cui è Responsabile dell’Unità Dipartimentale di Urodinamica per gli Ospedali di Treviglio e di romano di Lombardia. E la convenzione, ancora una volta, è stata confermata.

Una laurea, due specializzazioni, un diploma di perfezionamento

Chi non conosce il Dott. Oreste Risi, Urologo e Neurourologo, uno dei principali esperti nazionali sui problemi legati all’incontinenza e alle disfunzioni del pavimento pelvico? Senza contare che stiamo parlando di un professionista che ha due titoli di specializzazione: quello in Urologia, appunto e quello in Chirurgia Pediatrica, conseguiti tutti col massimo dei voti e la lode, il primo a Catania e il secondo a Pavia. Non solo: sempre all’Università di Pavia, ha conseguito pure il Diploma di Perfezionamento in Sessuologia.

Professionista di altissimo livello

Professionista di altissimo livello, dunque, conteso dalle Società Scientifiche e dagli Enti che si occupano di piano pelvi-perineale. Tra i suoi incarichi possiamo ricordare

  • Consigliere nazionale e tesoriere della SIMS SOMIPAR – Società Italiana del Midollo Spinale
  • Coordinatore della macroregione Lombardia, Piemonte e valle d’Aosta della SIA – Società Italiana di Andrologia
  • Co-Responsabile del Club dei Funzionalisti
  • Membro del Comitato scientifico di Fincopp OdV – Federazione Nazionale Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico nazionale
  • Mmembro del comitato scientifico di Fincopp Lombardia OdV

Team Multidisciplinare del Pavimento Pelvico

Oreste Risi è anche e da sempre, “anima” del Team Multidisciplinare del Pavimento Pelvico, vero e proprio “think-tank” sull’incontinenza e le disfunzioni del pavimento pelvico. Il Team rappresenta da tempo un punto di riferimento nazionale e internazionale su queste materie. Ogni anno, da 14 anni, organizza uno dei più prestigiosi convegni internazionali con professionisti provenienti da tutta Italia e dall’Estero per confrontarsi sullo stato dell’arte di diagnostica, terapia e riabilitazione.

Il Dott. Oreste Risi in Politerapica

In Politerapica il Dott. Oreste Risi

  • esegue visite e attività specialistiche di urologia e andrologia, con particolare riferiemento alle problematiche pelvi-perineali
  • coordina le attività dell’Ambulatorio Multidisciplinare Incontinenza e Disfunzioni del Pavimento Pelvico di cui fanno parte diversi professionisti
    • Marco Bianchi, Chirurgo Generale – Proctologo
    • Brigida Rocchi, Ginecologa – Uroginecologa
    • Michele Manica – Urologo
    • Marta Ada Guerini – Ostetrica
    • Stefanie Jansz – Fisioterapista

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale, 93.
Per informazioni e appuntamenti: tel. 035.298468.

 

 

5 Maggio 2020
Politerapica aperta

Politerapica aperta. Lo racconta anche l’Eco di Bergamo il più importante organo di comunicazione della provincia di Bergamo.

Riaprono gli ambulatori. “C’è bisogno di tutte le cure”

Questo il titolo dell’articolo che arriva immediatamente al punto: “Il coronavirus ha fagocitato tutte le forze sanitarie sul territorio negli ultimi due mesi” scrive l’articolista che aggiunge “Con la Fase 2 anche gli ambulatori che si dedicano a pazienti con altre patologie riprendono la loro attività“.

E tra i primi a riaprire, prosegue l’articolo c’è Politerapica – Terapie della Salute di Seriate.

Spiega il Direttore della struttura

L’articolo pone attenzione alle parole con le quali il Direttore di Politerapica spiega la decisione: “Avevamo interrotto le nostre attività il 13 marzo scorso peer contribuire a quella massiccia iniziativa di limitazione degli spostamenti decisa dalle autorità per ridurre le possibilità di contagio. Ora ci pare giunto il momento di mettere nuovamente a disposizione del territorio le nostre competenze”.

“Molti i canali – ancora Pasquale Intini – attraverso i quali i cittadini si mettono già in contatto con noi: social, google, e-mail. Da lunedì 20 aprile anche col telefono. Ogni mattina dalle 9,30 alle 13 una nostra infermiera è stata e continuerà ad essere a disposizione delle chiamate. Naturalmente è stata definita una procedura piuttosto rigida per la sicurezza di pazienti, eventuali accompagnatori e professionisti. Accessi regolati e solo su appuntamento dopo colloquio con personale sanitario“.

Definita una procedura di sicurezza per pazienti e professionsiti

Anche alla procedura di sicurezza il giornale dà ampio spazio: “L’accesso alla struttura è previsto solo per appuntamento. L’appuntamento può essere preso solo a seguito di triage telefonico gestito da personale sanitario., volto ad accertare le condizioni di salute del paziente. Le persone possono accedere in struttura esclusivamente se dotate di mascherina chirurgica. All’accesso in struttura chiunque viene sottoposto a misurazionne della temperatura e chiunque è tenuto al lavaggio delle mani.

Un articolo completo

Il giornalista si sofferma su tutte le specialità già disponibili e sulle prestazioni diagnostiche, precisando che a breve, la disponibilità di specialisti aumenterà. Rimangono intanto in sospeso le attività riabilitative nell’attesa di comprendere come poterele erogare in piena sicurezza per pazienti e per professionisti.

Politerapica è Medicina Vicina e non smette di essere vicina a pazienti, cittadini e territorio.

 

Qui è possibile scaricare l’articolo intero in formato .pdf
L’Eco di Bergamo – 4.5.2020 – Politerapica aperta – O

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93
Per informazione e prenotazioni, tel. 035.298468

 

24 Gennaio 2020
Politerapica a Pedrengo

Politerapica a Pedrengo con l’Assessorato alle Politiche Sociali dei Comune, per promuovere comportamenti sani e orientati al benessere tra i cittadini, attraverso l’educazione alla Salute.

Come si dice? Prevenire è meglio che curare.
Per curare però bisogna conoscere. E per conoscere bisogna scoltare.

Riprendiamo dal comunicato stampa del Comune

Per contribuire ad una corretta educazione alla Salute dei cittadini, il Comune di Pedrengo – Assessorato alle Politiche Sociali, insieme a Politerapica – Terapie della Salute di Seriate e all’associazione di pazienti Fincopp Lombardia OdV, ha organizzato un ciclo di quattro incontri dal titolo I Mercoledì della Salute a Pedrengo, Primavera 2020.

Quattro incontri ad accesso gratuito, aperti ai cittadini per parlare seriamente ma soprattutto serenamente di Salute, favorire conoscenze corrette e promuovere stili di vita adeguati a tenersi in forma nel tempo. Consapevolezza e prevenzione per aiutare sé stessi a stare bene e il proprio medico ad assistere e curare quando diventa necessario.

Ogni incontro un tema, ognuno molto attuale, raccontato in modo semplice, con slide e foto e lasciando ampio spazio al pubblico per domande, richieste di chiarimenti, di approfondimenti. Gli specialisti di Politerapica, abituati ormai da anni a questi incontri con i cittadini, assicurano la massima disponibilità a non lasciare nessuna domanda senza risposta.

Il calendario

Si comincerà mercoledì 29 gennaio parlando di Tiroide con la Dott.ssa Danila Covelli, un argomento che trova la provincia bergamasca molto sensibile. Seguirà mercoledì 4 marzo l’incontro su Artrosi e Protesi di Anca e Protesi di Ginocchio per capire quali risultati hanno raggiunto insieme ingegneria e medicina, con la Dott.ssa Lelia Rondi. Il 1° aprile si parlerà di Incontinenza maschile e femminile per porre la questione nella sua giusta luce, con i Dott. Gianni Baudino e Oreste Risi. Infine, mercoledì 29 aprile si chiuderà il ciclo con l’incontro sulla pelle e il Melanoma, un tumore molto insidioso, con i Dott. Salvatore Noto e Andrea Lisa.

Tutti gli incontri si terranno presso il Centro Aggregazione, in Piazza Alpini e inizieranno alle 20,30.

Con questa iniziativa, il Comune di Pedrengo conferma la sua attenzione verso i cittadini e il loro benessere. Un impegno che distingue le scelte dell’Amministrazione Comunale e che non si ferma qui. E’ già previsto per il prossimo Autunno un secondo ciclo di informazione e formazione alla Salute per i cittadini di Pedrengo e dintorni.

Politerapica – Terapie della Salute conferma la sua vocazione ad essere Medicina Vicina – La nuova idea di Salute. Vicina al territorio, ai suoi cittadini e ai loro bisogni.

Fincopp Lombardia OdV afferma la sua determinazione a svolgere un ruolo da protagonista per diffondere tra le persone e le Istituzioni una corretta informazione sul grosso tema dell’incontinenza. Un tema ingiustamente tenuto nascosto e ancoram, troppo spesso, affogato nel cono d’ombra della vergogna.

L’articolo su l’Eco di Bergamo

L’Eco di Bergamo, come sempre attento agli eventi sul territorio, ha ripreso il comunicato con un bell’articolo sul giornale del 26.1.2020

2 Gennaio 2020
Cosa è Politerapica Medicina Vicina

Cosa è Politerapica Medicina Vicina. Cos’è stata nel 2019. Lo raccontiamo proponendo un bilancio delle attività dell’anno che si è appena concluso. L’undicesimo anno di Politerapica e anche questo, come ognuno dei dieci precedenti, è stato ricco di attività, iniziative, eventi.

Politerapica è Medicina Vicina

Oggi lo possiamo dire serenamente: Politerapica è una realtà presente sul territorio, conosciuta e riconosciuta. Distinta per la sua modalità di essere, per il suo approccio, per le sue “buone prassi” di responsabilità sociale.

Noi non siamo una struttura sanitaria chiusa nelle sue mura. Noi ci impegniamo per essere parte attiva e partecipativa del tessuto sociale del quale siamo parte. Non ci limitiamo a curare chi viene da noi. Noi andiamo tra i cittadini a parlare di salute, a promuovere la salute e fare educazione alla salute, a stimolare comportamenti sani e orientati al benessere.

Lo facciamo insieme ad altri. Cerchiamo sinergie. Siamo aperti a lavorare con chiunque. Lo facciamo con Amministrazioni Pubbliche, Enti, Associazioni, con chiunque sia pronto, in un mondo in cui le risorse sono finite, a condividere le risorse ancora disponibili per obiettivi comuni, di interesse pubblico.

Come curiamo

E quando curiamo, lo facciamo con una modalità nella quale crediamo e che ci distingue da quando siamo nati. Da noi, il paziente è accolto. Non entra in una struttura asettica ma entra in un ambiente che sa unire allegria,  familiarità, calore, semplicità di modi, umanità al rigore dell’attività professionale e, cosa più importante, al lavoro di équipe multidisciplinare.

Già, da noi il paziente è veramente al centro. Al centro dell’attenzione degli specialisti, dei professionisti sanitari e del personale di staff.

Questo è il nostro modello da sempre. Una struttura sanitaria privata, la nostra, che

  • avverte chiaramente il senso di essere parte del tessuto socio-economico e culturale in cui è immersa
  • crede nella possibilità, nel dovere di fare impresa, anche sanitaria, secondo principi etici che vanno oltre il profitto.

Moriremo poveri noi di Politerapica, lo abbiamo sempre detto ma avremo fatto un bel lavoro. Noi, i nostri specialisti, psicologi, terapisti, professionisti sanitari, collaboratori a cui, lo diciamo in modo forte e chiaro, dobbiamo un grosso ringraziamento e senza i quali, questo sogno, la Medicina Vicina di Politerapica, resterebbe, appunto, solo un sogno.

Premiati per la quarta volta

E senza i quali, Politerapica non sarebbe stata riconosciuta e premiata per la quarta volta, da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, come struttura che sa fare impresa in modo responsabile verso la società e il territorio.

Il 2019 è stato un anno che abbiamo attraversato al galoppo.

A volte è mancato il fiato, in alcuni momenti abbiamo provato la difficoltà di non poterci neppure rendere ben conto di quanto stavamo facendo perché già dovevamo preparaci per l’attività successiva. Abbiamo provato ad elncarne la cronologia. Occupa sei pagine! Troppo. Ve la risparmiamo. Ci limitiamo a riportare alcuni titoli di questo nostro 2019.

L’arrivo di straordinari professionisti perché sono aumentati attività e progetti

  • 8 nuovi medici specialisti
    • Valeria Frega, ginecologa
    • Mario Leo Brena, chirurgo pediatrico
    • Carmelo Muré, otorinolaringoiatra
    • Michele Manica, urologo
    • Giovanni Perrucchini, chirurgo
    • Andrea Cafro, cardiologo
    • Sergio Signorelli, gastroenterologo, medico internista, geriatra
    • Roberto D’Astolto, dermatologo
  • 6 nuovi professionisti sanitari e terapisti
    • Silvia Cavedon, infermiera
    • Beatrice Bernabei, massaggiatrice
    • Giulio Trimarchi, fisioterapista
    • Sara Carrara, massaggiatore
    • Stefanie Jansz, fisioterapista
    • Marta Ada Guerini, ostetrica

Intensa presenza sul territorio

  • 9 incontri pubblici a Bergamo con la partecipazione degli specialisti
    • Marco Bianchi, Proctologo
    • Oreste Risi, Urologo
    • Valeria Frega, Ginecologa
    • Davide Mazzoleni, Medico dello Sport
    • Lelia Rondi, Ortopedico
    • Gianluigi D’Alessandro, Cardiologo
    • Gabriele Alari, Angiologo
    • Giambattista Manna, Dermatologo
    • Danila Covelli, Endocrinologo
  • 4 incontri pubblici e 4 eventi di screening per i cittadini di Calcinate con la partecipazione degli specialisti
    • Gabriele Alari, Angiologo
    • Marco Bianchi, Proctologo
    • Valeria Frega Ginecologa
    • Silvia Nozza, Ginecologa
    • Oreste Risi, Urologo
    • e con quella, importantissima, di Silvia Cavedon
    • e quella altrettanto importante di Carla Volpi
  • visite gratuite di prevenzione e diagnosi precoce in occasione della Giornata Nazionale dell’Incontinenza del 28 Giugno con la partecipazione degli specialisti
    • Brigida Rocchi, Uroginecologa
    • Antonio Manfredi, Urologo
    • Marco Bianchi, Proctologo
    • Michele Manica, Urologo
    • Valeria Frega, Ginecologa
    • Mario Leo Brena, Chirurgo Pediatrico
    • ancora con quella importantissima di Silvia Cavedon
  • 10 articoli scritti con frequenza mensile per la prestigiosa Pagina della Salute de l’Eco di Bergamo con la partecipazione di
    • Gennaio, Gabriele Alari sulle vene
    • Febbraio, Mario Leo Brena sull’incontinenza pediatrica
    • Marzo, Marco Bianchi sui disturbi proctologici
    • Aprile, Lelia Rondi sulla protesi dell’anca
    • Maggio, Oreste Risi sulla vescica iperattiva
    • Giugno, Andrea Lisa sulla diastasi addominale post parto
    • Luglio, Danila Covelli sulla tiroide
    • Agosto, Maria Britta sul diabete
    • Settembre, Giulia Belussi sull’HPV
    • Ottobre, Andrea Lisa sui nei e il melanoma
  • 2 articoli scritti per Bergamo Salute con la partecipazione di
    • Grazia Lombardo, sulle vaginiti in Estate
    • Sergio Signorelli, sul morbo di Chron

Attenzione mediatica e istituzionale

  • a livello mediatico, Politerapica, i suoi specialisti, le sue attività e progetti sono stati oggetto di articoli e servizi televisivi su
    • l’Eco di Bergamo in formato cartaceo e in formato Web
    • Bergamo TV
    • canali Internet
  • a livello istituzionale, Politerapica ha ricevuto la visita del nuovo Direttore Generale di ATS Bergamo, Massimo Giupponi

E poi…

  • siamo stati invitati a partecipare con interventi al più importante evento scientifico nazionale su incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico, il congresso di Treviglio
  • abbiamo avviato progetti e attività nuove
    • ambulatorio multidisicplinare pelvico per il bambino
    • ambulatorio multidisciplinare pelvico
    • piccola chirurgia estetica
    • crioterapia
  • abbiamo organizzato e tenuto una straordinaria conferenza per l’Accademia della Guardia di Finanza, i suoi Cadetti e i suoi Ufficiali, con la partecipazione di
    • Gabriele Alari, Angiologo
    • Pietro Agostini, Fisiatra
    • Maria Britta, Endocrinologo
  • abbiamo stipulato diverse nuove convenzioni per permettere l’accesso ai nostri servizi a fasce di popolazione sempre più ampie; tra queste spiccano quelle con le Forze dell’Ordine
    • Guardia di Finanza
    • Polizia di Stato
    • Arma dei Carabinieri
  • abbiamo sostenuto eventi e attività di valenza nazionale
  • abbiamo sostenuto con convinzione Fincopp Lombardia

E questo mentre lavoravamo, fornivamo prestazioni, organizzavamo e gestivamo l’attività quotidiana, risolvevamo problemi (sempre tanti).

Cosa è Politerapica Medicina Vicina. Cos’è stata nel 2019.

Un anno importante e impegnativo, il 2019, per Politerapica, come i precedenti 10 ma anche unico, come i precedenti 10. Abbiamo continuato nella nostra direzione, testardi, determinati, a volte stanchi ma confermati nella convinzione che questa è Politerapica e questa è Medicina Vicina.

Questo è ciò che sappiamo fare e che ci sentiamo di fare.

 

Politerapica è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e prenotazioni, tel. 035.298468

29 Novembre 2019
La salute per i Cadetti dell

La salute per i Cadetti dell’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo è un valore. Lo è per loro e lo è per il Gen. B. Bonifacio Bertetti che la dirige, per il Col. Umberto Maria Palma che ne dirige i corsi e per il Cap. Med. Anna Lisa Di Giamberardino che ne è il Capo Ufficio Sanitario.

Sabato 23 Novembre scorso, alle ore 9,00, nell’Aula Magna della sede dell’Istituzione, a Bergamo, Politerapica ha tenuto la conferenza “Alimentazione e peso corporeo corretti. Una questione funzionale”. Un’iniziativa preparata insieme, dalla nostra struttura e dai loro Ufficiali, e che ha visto il diretto coinvolgimento di tre nostri medici specialisti:

  • Pietro Agostini, Fisiatra
  • Gabriele Alari, Angiologo
  • Maria Britta, Endocrinologa

L’obiettivo era chiaro: partendo dall’apparato locomotore – ossa, articolazioni e muscoli – e dal suo funzionamento, raccontare le ragioni del giusto peso corporeo e quindi della corretta alimentazione, anche per prevenire i disturbi cardiovascolari, una delle principali patologie del nostro tempo, nella nostra società.

Abbiamo sforato!

Già: non è stato possibile rispettare i tempi. La data della conferenza era stata appositamente scelta per permettere che vi partecipassero anche i Cadetti del 4° e 5° corso che hanno sede a Roma e che in quei giorni si sarebbero trovati a Bergamo. Avevamo quindi di fronte gli Allievi di tutti i cinque corsi, gli Ufficiali e qualcuno del personale permanente: diverse centinai di persone. La nostra paura era quella di annoiarli. La risposta è stata quella di un’attenta partecipazione. E non sono mancate domande e commenti. Appunto: abbiamo sforato.

Ha aperto i lavori il Gen. B. Bertetti. Ne ha poi spiegato il senso da un punto di vista medico il Cap. Med. Di Giamberardino. Poi, sono partite le tre relazioni.

Pietro Agostini che ha portato la platea a comprendere logicamente perché il sovrappeso sia un problema per l’apparato muscolo-scheletrico ma anche perché lo sia pure il sottopeso. Gabriele Alari che – con l’ironia e l’arguzia che gli sono proprie, miste alla sua straordinaria preparazione scientifica e al suo modo di coinvolgere l’assemblea nella partecipazione interattiva – ha prospettato in modo chiaro quali sono le conseguenze di una scorretta alimentazione per vene e arterie, cuore e cervello, dopo avere accompagnato gli astanti in un viaggio nel loro funzionamento. Infine, Maria Britta ha ripreso le redini del discorso e portato tutti a capire cosa siano gli alimenti, a cosa servano, dove si trovino e quanto occorrano. Quanto appunto. Le quantità necessarie di ognuno e come devono essere distribuite nella giornata.

Due ore intense e leggere allo stesso tempo. Concetti importanti espressi in modo semplice e legato tra loro. Di fronte: centinaia di occhi che seguivano con attenzione, mormorii di commento, applausi improvvisi e anche risate generali durante gli interventi, a sottolinare quanto venissero colti i messaggi e quanto venisse approvata la modalità anche un po’ auto-irronica di chi li trasmetteva. I Cadetti erano lì con i loro Ufficiali. Non si sono sentiti intimiditi. Hanno partecipato attivamente.

Poi… le domande e la discussione. Le precisazioni del Cap. Med. Di Giamberardino, gli interventi del Gen. B. Bertetti, le risposte dei nostri specialisti. Un bel lavoro! Il nostro e il loro. Insieme.

Siamo usciti con la piacevole sensazione di essere stati accolti con calore e con la percezione di un’Istituzione attenta e sensibile, seriamente focalizzata sulla sua missione ma aperta a dimensioni che vanno oltre di essa e capace di apprezzare il contributo ricevuto.

Soprattutto, siamo usciti con il piacere di avere sperimentato ancora auna volta la possibilità di realizzare con risultati efficaci quel modello di sinergia che contraddistingue Politerapica da sempre. Insieme si può fare di più e meglio.

La salute per i Cadetti dell’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo è un valore, dicevamo. Lo è per i loro Ufficiali e per i loro Comandanti, abbiamo ripetuto.

Già, perché noi siamo abituati a immaginare i Cadetti e il Corpo della Guardia di Finanza esclusivamente concentrati su questioni economico/fiscali, su attività di polizia tributaria, su faccende che hanno a che fare con il contesto militare, di pubblica sicurezza, magari di controllo delle frontiere. Attraverso i media, li vediamo a bordo di autopatttuglie, coinvolti con il pattugliamento costiero e con l’attività elicotteristica o all’initerno di uffici a fare analisi e valutazioni.

Tutto questo è sicuramente vero. Si tratta, in estrema sintesi, dei compiti istituzionali del Corpo e a questi vengono addestrati i Cadetti. Naturalmente anche a coordinarli e dirigerli, nelle varie modalità in cui vengono declinati. Noi mmaginiamo quindi gli allievi dell’Accademia continuamente – e intensamente – concentrati sullo studio di diritto, economia, materie tributarie, ordinamento dello Stato e sull’addestramento militare e ginnico/sportivo.  Hanno cinque anni di tempo per superare tutte le prove – piuttosto severe e impegnative – per diventare Ufficiali e ricoprire da subito incarichi delicati. Non hanno tempo da perdere, come si dice. Non loro né l’Istituzione che li prepara, l’Accademia appunto.

Ma esiste anche altro. La salute per esempio. Lo riconoscono i Cadetti e prima di tutto i comandanti dell’Accademia e dei corsi. La loro salute e quella degli uomini che saranno affidati al loro comando. Lo apprendiamo con piacere e ne siamo testimoni diretti.

Anche in questa sede vogliamo ringraziare il Gen. Bonifacio Bertetti e, con lui, il Col. Palma, il Magg. Antonio Vitiello – che ha contribuito alle fasi organizzative – e il Cap. Med. Di Giamberadino per la fiducia che ci è stata espressa e per il lavoro che abbiamo svolto insieme nel preparare e condurre la conferenza.

Per Politerapica, avere aprtecipato a questa attività è stato un privilegio.

 

Foto della conferenza

Il Gen. B. Bonifacio Bertetti apre i lavori

Il Gen. B. Bonifacio Bertetti apre i lavori

 

Alimentazione e peso corporeo corretti

Alimentazione e peso corporeo corretti

 

Il tavolo dei relatori

Il tavolo dei relatori

 

L'Aula Magna affollata

L’Aula Magna affollata

 

La Dott.ssa Britta, il Cap. Med. Di Giamberardino, Il Gen. B. Bonifacio Bertetti

La Dott.ssa Britta, il Cap. Med. Di Giamberardino, Il Gen. B. Bonifacio Bertetti

 

Un momento dei lavori

Un momento dei lavori

 

Interviene il Cap. Med. Anna Lisa Di Giamberardino

Interviene il Cap. Med. Anna Lisa Di Giamberardino

 

Dott. Pietro Agostini - Fisiatra e Direttore Sanitario in Politerapica

Dott. Pietro Agostini – Fisiatra e Direttore Sanitario in Politerapica

 

Dott.ssa Maria Britta - Endocrinologa in Politerapica

Dott.ssa Maria Britta – Endocrinologa in Politerapica

 

Dott. Gabriele Alari - Angiologo in Politerapica

Dott. Gabriele Alari – Angiologo in Politerapica