fbpx

Quando la logopedia serve agli adulti

21 Giugno 2022
Quando la logopedia serve agli adulti

Quando la logopedia serve agli adulti, c’è dietro un problema serio. Succede spesso. Serve intervenire per tornare ad una buona qualità di vita. Quella del paziente e quella delle persone che vivono con lui. Non si può, infatti, lasciare una persona a convivere con la difficoltà di mandare giù il cibo. E neppure con la difficoltà di comunicare.

Parliamo di condizioni che possono essere causate da lesioni alla testa o da malattie che colpiscono il cervello. Incidenti stradali, cadute, traumi o anche ischemie e emorragie cerbrali, per citarne alcune. Sono situazioni piuttosto frequenti nella vita adulta. In questi casi non ci si può limitare a salvare la vita di chi ne è colpito ma bisogna aiutarlo a ritrovare una buona qualità di quella vita. E qui interviene la Logopedia.  Quella per gli adulti. Che è importante come quella per i bambini.

Racconta tutto questo e molto di più la Dott.ssa Maria Grimoldi, Neurologa in Politerapica, ospite di Bergamo TV.

Quando la logopedia serve agli adulti

Si pensa che la Logopedia serva ai bambini per imparare a parlare, dice la Dott.ssa Grimoldi. E aggiunge che, in realtà, serve anche agli adulti e per diverse ragioni. Tra queste, ve ne osno alcune di origine neurologica. Ischemie, Emorragie cerebrali, malattie neurodegenerative, per esempio, possono portare ad avere bisogno di un logopedista per avviare un percorso riabilitativo.

La riabilitazione logopedica nei bambini è diversa da quella negli adulti. Sono due mondi difficili da paragonare. Nel bambino si interviene nella fase in cui sta cominciando a svilupparsi. In questa fase, ci sono risorse diverse su cui lavorare rispetto a quelle dell’adulto. Qui si interviene quando è successo qualcosa che ha causato un danno. Anche in questi casi, però, un percorso logopedico avviato in modo precoce, può dare ottimi risultati. A volte, addirittura con un recupero completo.

Il disturbo di deglutizione, quello che ha a che fare con la perdita della capacità di mandare giù il cibo, è frequente negli anziani che hanno avuto problemi a carico del cervello. Anche in questi casi, pure quando non si riesce a raggiungere un recupero completo, si possono migliorare le condizioni di vita. Pensiamo solo a quanto possa essere diverso per una persona anziana che a seguito di un problema è costretto ad alimentarsi con un sondino o con una PEG, tornare a deglutire e potere quindi mangiare in modo normale. Certo, forse non è proprio un pieno ritorno alla normalità. Magari, non si ritorna ad ingerire tutti i cibi. In ogni caso, la condizione di vita è molto migliore.

Anche per parlare e per comunicare

Lo stesso vale per la capacità di parlare e di comunicare. Ci riferiamo a codizioni essenziali per la vita di un individuo. Di fronte alla loro perdita, si manifesta uno stato di smarrimento psicologico. La persona si sente in grossa difficoltà. Vengono a mancare parti vitali dell’esistenza. Quelle delle relazioni con gli altri che, appunto, tanto si basano sulla comunicazione. Parliamo di comunicazione verbale e anche scritta. Parliamo però anche della capacità di leggere.

Siamo quindi di fronte ad una condizione dove intervenire è necessario e l’intervento è affidato alla Logopedia per adulti. Un intervento che ottiene i massimi risultati se condotto insieme ad altri professionisti. Il team multidisciplinare deve comprendere diverse figure. Logopedista, Neurologo, Otorino, Fisiatra e Psicologo devono lavorare insieme intorno al paziente e ai suoi cari. E questo, detto per inciso, è proprio il modello dell’Ambulatorio Logopedia Adulti di Politerapica.

Tornando alla trasmissione, suggeriamo di guardarla. La Dott.ssa Grimoldi scende nel dettaglio dei bisogni del paziente e delle modalità di intervento della logopedia. Lo fa in modo chiaro, ricordando anche episodi della sua vita professionale. Spazia dalle condizioni su cui si basa la terapia, ai suoi effetti sulla vita delle persone.

Sì, ci pare una bella trasmissione. Soprattutto, ci pare utile. Per capire che la logopedia può fare molto per la vita degli adulti in difficoltà. A qualsiasi età. Dal giovane che ha subito un trauma magari a seguito di un incidente stradale, all’anziano colpito da quelle malattie della terza età che toccano il cervello, alla persona che, per un accidente vascolare, subisce un’ischemia o un’emorragia cerebrale.

Una buona visione.